Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 31 Agosto 2018 15:24
La commemorazione

Corsico celebra il funerale di Angela Zerilli, vittima del Ponte Morandi In evidenza

Oggi alle 14,30 è prevista una cerimonia di commemorazione seguita da una Santa Messa in suffragio, dedicata alla donna precipitata con un amico e la sua gattina dal viadotto genovese

Angela Zerilli, la funzionaria della regione Lombardia, residente a Corsico, vittima del crollo del viadotto Morandi di Genova Angela Zerilli, la funzionaria della regione Lombardia, residente a Corsico, vittima del crollo del viadotto Morandi di Genova

In ricordo di una donna che ha perso la vita in una tragedia assurda. Il crollo di un ponte che non doveva crollare. Saranno celebrati oggi pomeriggio, alle 15, i funerali privati di Angela Zerilli, la funzionaria della regione Lombardia, residente a Corsico, vittima del crollo del viadotto Morandi di Genova. Le esequie saranno precedute, alle 14,30, da una commemorazione tenuta dalle autorità civili locali.

Città in corteo

Subito dopo la fine della messa, celebrata nella chiesa dedicata a San Pietro e Paolo di via Monti 19  (che la Zerilli frequentava: faceva parte del coro e si dedicava al volontariato), dal parroco don Domenico Sirtori, un corteo accompagnerà le ceneri della donna sino al cimitero di Corsico dove saranno tumulate.

Le ceneri di Ginevra

Nella foto, Ginevra, la gattina di Angela Zerilli, morta con lei nel crollo del ponte di Genova

Alla cerimonia parteciperà il sindaco Filippo Errante a capo di una delegazione dell’amministrazione comunale. Saranno presenti anche i parenti più stretti della donna, che vivono in zona. Si era pensato di seppellire insieme alle ceneri di Angela Zerilli anche quelle della sua gatta Ginevra, ma in un documento delle autorità liguri è stato comunicato che sono state trattenute a Genova. Non è chiaro bene il perché. Entrambe sono state travolte nella caduta del ponte maledetto assieme alle altre 42 vittime. Angela, separata dal marito, aveva da poco perso entrambi i genitori. Aveva deciso di trascorrere una breve vacanza a Uscio, sulla riviera di Levante della Liguria, sulle colline alle spalle di Bogliasco e Camogli.

Vite spezzate

A causa di problemi di vista Angela non guidava più. Per questo motivo stava percorrendo il ponte Morandi sull’auto di Henry Diaz. Il giovane la stava accompagnando in una  “beauty farm” in cui la donna aveva deciso di trascorrere qualche giorno di vacanza. La vigilia di Ferragosto, la partenza da Corsico. Poco prima di mezzogiorno l’appuntamento con la tragedia che ha spezzato le vite di entrambi, assieme a quelle di altre 41 vittime.

seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by


 

2 commenti

  • Link al commento elisabetta Sabato, 01 Settembre 2018 13:26 inviato da elisabetta

    Ciao Angioletta! ti chiamavo cosi e a te faceva piacere. Rimarrai sempre nel mio cuore! Ricordo le nostre libere e sacrosante risate in ufficio. Vivi in Pace.
    Peccato!

  • Link al commento Davide Bertocco Venerdì, 31 Agosto 2018 20:19 inviato da Davide Bertocco

    Le ceneri di Ginevra verranno sepolte in un secondo momento con Angela..solo una questione di tempo..solo motivi "organizzativi"

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Il caso del giorno
Due ragazzini importunati sessualmente, è caccia ai molestatori

Due ragazzini importunati sessualmente, è caccia ai molestatori

Una ragazza di 14 anni e un ragazzo di 15 sarebbero stati importunati. La prima ha sporto denuncia, sul secondo episodio si cercano testimonianze che confermino quanto rivelato

Cronaca
Il caso del giorno
Rubava l’elettricità: arrestato il titolare del bar “Simons”

Rubava l’elettricità: arrestato il titolare del bar “Simons”

Sul contatore aveva installato un magnete che riduceva la registrazione dei consumi di energia fornita

Cronaca
Sfiorato il dramma
Tenta il suicidio sul piazzale del cimitero, salvato dai passanti e dai carabinieri

Tenta il suicidio sul piazzale del cimitero, salvato dai passanti e dai carabinieri

L’uomo, di cui non sono state diffuse le generalità e nemmeno il luogo di residenza aveva collegato l’abitacolo dell’auto al tubo di scarico