Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 16 Agosto 2018 17:43
La tragedia/2

Regione Lombardia ricorda la 58enne di Corsico uccisa dal ponte di Genova

Angela Zerilli lavorava in Regione e tutti sono addolorati per la sua scomparsa. Laureata in Bocconi, possedeva un gatto, una micia che le teneva compagnia da moltissimi anni, di cui si sono perse le tracce. I funerali di Stato della donna e di tutte le vittime del ponte saranno celebrati sabato mattina alle 11 a Genova

Una immagine serena e piena di vita di Angela Zerilli, la 58enne di Corsico morta nel crollo del ponte di Genova Una immagine serena e piena di vita di Angela Zerilli, la 58enne di Corsico morta nel crollo del ponte di Genova

Conosceva sette lingue, l'ultima che ha studiato è il cinese. Perfezionista, con competenze di alto profilo amministrativo, si occupava in Direzione Generale Cultura del monitoraggio degli Accordi Programma.

Bocconiana

In Regione Lombardia, dove lavorava, ricordano la collega Angela Zerilli, scomparsa nel crollo del ponte Morandi mentre era in vacanza. Angela, 58 anni, di Corsico, era laureata in economia aziendale all'università  Bocconi di Milano con specializzazione in finanza aziendale e aveva conseguito anche il Master in economia e diritto della regolamentazione presso la Scuola superiore dell'economia e delle finanze.

Funerali di Stato e funerali privati

Da poco aveva perso entrambi i genitori, e si era separata dal marito. Possedeva un gatto, una micia che le teneva compagnia da moltissimi anni, di cui si sono perse le tracce. Probabilmente si trovava con lei nella sua auto precipitata dal ponte Morandi, poco prima di mezzogiorno della vigilia di Ferragosto. I funerali di Angela e di tutte le vittime del ponte maledetto dovrebbero essere celebrati nel fine settimana, sabato mattina alle 11, in forma di funerali di Stato. A tutt'oggi non è chiaro se poi seguirà una cerimonia in forma privata o pubblica a Corsico, sua città di residenza.

Annullate tutte le manifestazioni

Intanto il comune, per bozza del vicesindaco Amos Pennati, ha fatto sapere che trutte le manifestazioni in programma da venerdì 17 a domenica 19 agosto sono state annullate. Sabato 18, in occasione dei funerali di Stato,ai quali il comune parteciperà con il proprio gonfalone, a Corsico ci sarù lutto cittadino.

Precisa e severa

"Angela lavorava da circa otto anni con noi - ricorda il vice direttore della Direzione Generale Cultura della Regione Lombardia, Giuseppe Costa - ma era qui da molti anni. Aperta, estremamente precisa in quello che faceva e severa, anzitutto con se stessa, oltre che con le persone con cui collaborava".

Alla direzione generale Cultura

Angela Zerilli aveva lavorato presso altre Direzioni della Giunta regionale, tra cui la Presidenza. "Mi associo alle condoglianze del presidente Fontana ed esprimo il mio profondo cordoglio ai familiari di Angela Zerilli, una delle preziose risorse della Direzione generale Cultura", ha detto l'assessore regionale all'Autonomia Stefano Galli. "Condivido il sentimento di smarrimento del personale della Direzione generale di fronte a questa sconvolgente tragedia – ha aggiunto - e mi unisco con commozione al dolore della famiglia e di tutti coloro che la conoscevano e le volevo bene".

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Il caso del giorno
Due ragazzini importunati sessualmente, è caccia ai molestatori

Due ragazzini importunati sessualmente, è caccia ai molestatori

Una ragazza di 14 anni e un ragazzo di 15 sarebbero stati importunati. La prima ha sporto denuncia, sul secondo episodio si cercano testimonianze che confermino quanto rivelato

Cronaca
Il caso del giorno
Rubava l’elettricità: arrestato il titolare del bar “Simons”

Rubava l’elettricità: arrestato il titolare del bar “Simons”

Sul contatore aveva installato un magnete che riduceva la registrazione dei consumi di energia fornita

Cronaca
Sfiorato il dramma
Tenta il suicidio sul piazzale del cimitero, salvato dai passanti e dai carabinieri

Tenta il suicidio sul piazzale del cimitero, salvato dai passanti e dai carabinieri

L’uomo, di cui non sono state diffuse le generalità e nemmeno il luogo di residenza aveva collegato l’abitacolo dell’auto al tubo di scarico