Seguici su Fb - Rss

Martedì, 13 Marzo 2018 09:01
Il provvedimento

Finisce agli arresti domiciliari l’accoltellatrice di Corsico In evidenza

L’aggressione aveva avuto un testimone: il figlio di cinque anni della donna ferita, poi affidato ai servizi sociali

La donna è stata accusata di aggressione aggravata La donna è stata accusata di aggressione aggravata

Arresti domiciliari. Questo il provvedimento che i giudici hanno preso nei confronti della donna che domenica, poco prima di mezzogiorno, ha accoltellato la sua coinquilina, in un appartamento di piazza Europa 32, a Corsico. È stata accusata di aggressione aggravata.

Futili motivi

L’arrestata trascorrerà i domiciliari nella casa di un suo parente, lontano da quella in cui è avvenuto l’episodio di sangue. Le due, tra le quali probabilmente c'era una relazione sentimentale, erano state protagoniste di una lite scoppiata per futili motivi, poi sfociata nell'accoltellamento. Esasperata dalla tensione, una aveva impugnato una lama da cucina e aveva colpito l'altra procurandole ferite all’addome e alla spalla. Quando i carabinieri sono intervenuti, l'hanno trovata in una pozza di sangue.

Il testimone

L’aggressione aveva avuto un testimone: il figlio di cinque anni della donna ferita, che era stato affidato ai servizi sociali e che tornerà dalla madre appena sarà dimessa dall’ospedale San Paolo dove era stata ricoverata in codice giallo.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Automobilisti indisciplinati nel mirino
Sicurezza sulle strade: tutti i numeri dell’operazione Smart 2019

Sicurezza sulle strade: tutti i numeri dell’operazione Smart 2019

Oltre 300 gli agenti impegnati In tutto , 16 mezzi operativi, 16 moto, 31 etilometri, 9 drugtest, 16 telelaser: controllati oltre 12mila veicoli

Cronaca
L'attentato
Brucia nella notte l’Erica bar, il ritrovo dei pregiudicati del Corsichese

Brucia nella notte l’Erica bar, il ritrovo dei pregiudicati del Corsichese

I pompieri hanno ritrovato una tanica di benzina forse utilizzata dai piromani per appiccare l’incendio al locale

Cronaca
La tragedia
Era di Rozzano il giovane trovato morto nella piscina di Via Don Abbondio, a Milano

Era di Rozzano il giovane trovato morto nella piscina di Via Don Abbondio, a Milano

Si chiamava Marco Scarcella e con la la fidanzata sarebbe arrivato fuori dal centro sportivo. Poi avrebbe deciso di scavalcare per fare un bagno sotto le stelle, insieme alla ragazza