Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 02 Dicembre 2016 17:38
Corsico - Difendere il decoro della città

Marciapiedi sporchi: arriva il kit per raccogliere le deiezioni dei cani

L'Amministrazione Comunale sta inviando a ogni cittadino di Corsico proprietario di un cane, il kit per la raccolta delle deiezioni canine. L'iniziativa ha lo scopo di sensibilizzare al rispetto dell’igiene e del decoro della città

Il migliore amico dell'uomo qualche volta sporca i marciapiedi e tocca al suo proprietario pulire Il migliore amico dell'uomo qualche volta sporca i marciapiedi e tocca al suo proprietario pulire

Nonostante le campagne di sensibilizzazione i marciapiedi di Corsico sono punteggiati da feci canine. Il bello è che molte si trovano in posizione strategica, per cui è inevitabile, se si è appena appena distratti, calpestarle.
E questo nonostante le campagne di sensibilizzazione, nonostante i controlli e le segnalazioni alla Polizia locale. La situazione è rimasta tale e quale a qualche tempo fa. Il problema non solo corsichese, ma interessa quasi tutte le città del Sudovest in particolare e tutte le città italiane in generale. Ovunque, le deiezioni canine fatte sui marciapiedi e lì lasciate, oltre a essere fastidiose, possono trasformarsi in un problema. Problema igienico-sanitario. Prima di tutto per gli altri cani e animali, poi per gli esseri umani.

Parassiti intestinali trasmissibili

Tutti sanno che nelle feci canine si potrebbero celare parassiti intestinali trasmissibili tra gli stessi cani e da essi all’uomo. Qualche nome? Si chiamano anchilostomi, ascaridi, tricuridi, coccidi e giardia (quest’ultima trasmissibile all’uomo).  La legge obbliga i proprietari alla raccolta feci. Se non si esegue, si rischia una sanzione, se si viene scoperti. Ma il raccoglierle è, soprattutto un atto di civiltà e di educazione verso il prossimo e anche verso se stessi.

Il livello di inciviltà

In questa storia, gli animali non c’entrano nulla. La colpa è tutta dei loro proprietari forse privi di cultura cinofila, ma soprattutto privi di educazione.  Defecare è un bisogno primario per il cane. Quando lo fa, ci si china e la si raccoglie, la cacca. Basta munirsi di paletta, sacchetto e un paio di vecchie scarpe da ginnastica. Probabilmente, a Corsico, come in tutto il Sudovest non ci sono spazi adeguati, ma il più delle volte questa è una scusa. Far finta di aver dimenticato il sacchetto, sperare di non essere visti, o passeggiare con il sacchetto in bella vista e poi non usarlo, non significa essere più furbi di chi ripulisce dove si è sporcato, ma solo che il proprio livello di inciviltà è sempre più alto.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Operazione congiunta Polizia - Finanza
Notizie dell’altro mondo: avvocato accusata di riciclaggio, malafinanza e camorra

Notizie dell’altro mondo: avvocato accusata di riciclaggio, malafinanza e camorra

Le sono stati sequestrati: due conti correnti svizzeri, uno dei quali denominato "Mago Merlino", più un immobile che si affaccia sull’Arco della pace per un valore complessivo di 3milioni di euro (guarda il video)

Cronaca
Ci risiamo
Corsico: rissa nella notte in piazza del Ponte, un ferito ricoverato al san Carlo

Corsico: rissa nella notte in piazza del Ponte, un ferito ricoverato al san Carlo

Protagonisti, si fa per dire, un gruppo di extracomunitari, secondo le notizie raccolte di origini marocchine

Cronaca
Tragedia sfiorata
Infortunio sul lavoro a Trezzano: due operai ustionati dall’olio bollente

Infortunio sul lavoro a Trezzano: due operai ustionati dall’olio bollente

L’incidente è avvenuto poco prima delle sedici in una officina meccanica. Le condizioni di uno dei feriti sono apparse gravi, tanto che è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso