Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 18 Gennaio 2018 11:31
Dopo il calo delle iscrizioni

Il sindaco lancia l’appello: “Scegliete le scuole di Cesano” In evidenza

Simone Negri si trasforma in testimonial e invita i residenti a iscrivere i propri figli negli istituti cesanesi, in cui, negli ultimi anni si è registrato un calo di iscritti

Nella foto, l'orchestra della scuola Leonardo da Vinci di Cesano e, nel riquadro, il sindaco Negri Nella foto, l'orchestra della scuola Leonardo da Vinci di Cesano e, nel riquadro, il sindaco Negri

Da sindaco a testimonial, il passo è breve, soprattutto se si tratta di reclamizzare le scuole del territorio che si amministra. Simone Negri ha deciso di lanciare un appello attraverso i social network invitando i genitori di bambini e ragazzi cesanesi a scegliere le scuole cesanesi. Il motivo? Più di uno. Da un lato porre un freno al calo di iscritti soprattutto nella scuola secondaria di primo grado Leonardo da Vinci, dall’altro “perché ci sono docenti molto preparati e proposte didattiche innovative”. Quali? Potenziamento dell’inglese, sport e progetti musicali. Introdotti oltre a percorsi di educazione civica.

Realtà consolidate

L’appello vale soprattutto per la Leonardo da Vinci, che, secondo il sindaco oggi si presenta come un istituto affidabile, insieme all’Alessandrini: “due realtà consolidatesi nel tempo, per la preparazione dei giovani che frequenteranno successivamente le superiori”. “Faccio spudoratamente il tifo per le nostre scuole – ha spiegato Simone Negri in una nota stampa - non tanto per una mera questione di forma in quanto sindaco, ma perché nel corso degli anni sono riuscite a promuovere iniziative all’avanguardia, mettendo a punto forme didattiche innovative e proponendo percorsi che accrescono le capacità dei nostri ragazzi, ben oltre la tradizionale formazione scolastica”.

Tutti i "numeri" della scuola

A Cesano Boscone, attualmente gli iscritti alle scuole d’infanzia sono 475 (194 bambini alla scuola XXV Aprile e alla Don Sturzo (del comprensivo Alessandrini) e 281 alle scuole Acacie e Libertà (al Da Vinci). Sono 1082 gli studenti iscritti alla primaria (643 alle scuole Kennedy, Bramante, Gobetti (Alessandrini) e 439 alla Monaca e alla Libertà (Da Vinci). 486 sono I ragazzi iscitti allasecondaria (353 all’Alessandrini e 133 alla Da Vinci).

Gli stimoli giusti

Secondo il sindaco “Le due scuole medie, negli ultimi tempi, sono diventate promotrici di iniziative rivolte a tutti i cesanesi. Dirigenti e docenti hanno scelto di aprirsi sempre di più al territorio, assicurando così maggiori stimoli ai propri allievi”. Si tratta quindi di aspetti che le famiglie dovrebbero valutare, soprattutto quelle che devono iscrivere i propri figli alle scuole dell’obbligo e che entro il 6 febbraio potranno scegliere proprio una scuola di Cesano Boscone. Si ricorda che le iscrizioni dovranno essere fatte utilizzando la piattaforma telematica del Ministero e riguardano le scuole dell’infanzia, le primarie e le secondarie di primo grado.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La manifestazione
Attualità
Amministrazioni & dintorni
Buccinasco aumenta le cubature degli edifici con il bollino verde

Buccinasco aumenta le cubature degli edifici con il bollino verde

Promossa l’edilizia sostenibile concedendo incrementi volumetrici per la qualità energetica e progettuale. Intanto ballano 500mila euro di introiti per l’aumento dell’Irpef

Attualità
Educazione civica
Media “Verdi”: parte l’operazione scuole pulite

Media “Verdi”: parte l’operazione scuole pulite

Genitori, studenti e dirigenti scolastici dell'istituto corsichese hanno proceduto all’imbiancatura dei bagni e alla sistemazione esterna del giardino

Attualità
A Trezzano
Polo Ulisse: inaugurato un villaggio per far crescere i bambini

Polo Ulisse: inaugurato un villaggio per far crescere i bambini

Il centro per minori in difficoltà in un immobile confiscato alla mafia. La cerimonia nel ricordo dell'ex dirigente dei servizi sociali Lisa Amicarella, scomparsa prematuramente due giorni prima