Seguici su Fb - Rss

Martedì, 12 Dicembre 2017 11:39
il progetto

Quartiere Giardino, arriva la rivoluzione “smart” In evidenza

Wi-fi gratuito, orti urbani, attrezzature per la ginnastica che producono energia elettrica pulita , book crossing e biblioteca degli oggetti. Ecco il progetto che cambierà la vita dei residenti

Il quartiere Giardino è costituito da 1500 appartamenti in cui vivono circa 5mila abitanti Il quartiere Giardino è costituito da 1500 appartamenti in cui vivono circa 5mila abitanti

Se dovesse riuscire, sarebbe una vera rivoluzione. L’obiettivo? Trasformare il quartiere Giardino da semplice dormitorio in luogo dove la gente sia connessa e possa, grazie alla tecnologia, interagire e migliorare la qualità della propria vita e quella dei suoi vicini.

Vivere "smart"

Un’utopia? No, a sentire gli interventi dei relatori che ieri sera si sono riuniti a Villa Marazzi proprio per illustrare il progetto. Che ha anche un titolo: “Quartiere Giardino, vivere smart”. Cosa significa vivere smart? Significa “riprogettare l’area in modo nuovo adottando una serie di innovazioni tecnologiche, integrate fra di loro, affinché si possano introdurre nuovi modelli di consumi energetici, mobilità sostenibile, momenti di aggregazione e coesione sociale” il tutto gestito attraverso la rete wi-fi. Semplice, almeno a parole.

I soggetti in campo

Il tavolo con i relatori del convegno "Quartiere Giardino, vivere smart", con, tra gli altri, il sindaco Simone Negri, Michele Tedone della Palladium Group e Gianni Savio di Planet Idea

Per non fallire serve la collaborazione di diversi soggetti. In primo piano Planet Idea, un’azienda che ha già realizzato un quartiere “smart” a Torino, poi il Palladium group, proprietario degli immobili del Giardino, il comune di Cesano e, naturalmente, gli stessi abitanti del quartiere.

I servizi

Come si diventa “smart”? Innanzitutto con l’introduzione di aree wi-fi free per permettere ai residenti di interconnettersi, poi l’allestimento di orti urbani curati dagli stessi abitanti del quartiere che entrano in relazione diretta. Nelle aree verdi si possono installare attrezzi per la ginnastica che consentono, da un lato di praticare attività sportiva gratuitamente, senza il costo di una palestra, poi grazie al tipo di attrezzi, generare energia elettrica per ricaricare i telefonini con energia pulita.

Bookcrossing

Non è finita. Perché un quartiere smart ha anche il “bookcrossing”: posti in cui lasciare libri (identificati da un codice per la loro tracciabilità) che possono essere letti dai vicini di casa. C'è anche la “biblioteca degli oggetti”  che mette a disposizione di tutti, gli oggetti di uso saltuario come un trapano, il rullo per imbiancare, una scala.  Il progetto è arricchito da una illuminazione intelligente a led che garantisce un notevole risparmio energetico, ottimizzando l’utilizzo della luce quando è davvero necessaria.

Strada irreversibile

Il quartiere Giardino è costituito da 1500 appartamenti in cui vivono circa 5mila abitanti. Il suo, sarà un vero e proprio progetto pilota, in Lombardia, e dovrebbe partire dalla prossima primavera.  Sarà finanziato dalla Palladium con il contributo del Comune di Cesano. Secondo Simone Negri, “coniugare la vita delle persone all’innovazione è una strada irreversibile e se l’approccio ha aspetti che privilegiano il sociale, diventa più che positivo.”

I protagonisti

“Si tratta – ha detto Gianni Savio di Planet Idea – di intraprendere un percorso innovativo sperimentale sia da parte dell’amministrazione comunale, sia da parte dei residenti nel quartiere, significa diventare protagonisti di un cambiamento radicale che riqualificherà il territorio e valorizzerà il patrimonio immobiliare di chi ci abita”. La domanda finale è: chi ci abita è pronto a questa rivoluzione? Ai posteri, l’ardua sentenza.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Pubblicità

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La novità
Ambiente: Buccinasco nel progetto pilota del gruppo Cap

Ambiente: Buccinasco nel progetto pilota del gruppo Cap

Verranno forniti una serie di strumenti che permetteranno di affrontare meglio pianificazione territoriale e costruzioni locali  

Attualità
L'emergenza
Allarme Legionella a Rozzano: trovato il batterio nelle tubature del quartiere Alboreto

Allarme Legionella a Rozzano: trovato il batterio nelle tubature del quartiere Alboreto

Affissi sui portoni degli edifici e nelle bacheche,  volantini che invitano a non utilizzare acqua calda e a sostituire i filtri dei rubinetti

Attualità
L'accordo
Cesano, firmato l’armistizio tra il sindaco e il presidente dell’Aler

Cesano, firmato l’armistizio tra il sindaco e il presidente dell’Aler

Saranno almeno 35 gli alloggi popolari messi a disposizione per ilprossimo bando. Lo ha promesso il responsabile dell'Istituto a Simone Negri