Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 08 Maggio 2017 15:07
Appuntamenti

Cesano dà lezioni di economia e finanza

Sono tre gli incontri gratuiti proposti dall’amministrazione comunale per ottenere suggerimenti su come gestire al meglio il proprio bilancio familiare e avere alcuni elementi base di economia finanziaria. Si comincia giovedì 11 maggio con Paolo Gila, giornalista del TG3 economia

Gli incontri, a partire dall’11 maggio e per tre giovedì consecutivi alle 18.30 nella biblioteca di Villa Marazzi Gli incontri, a partire dall’11 maggio e per tre giovedì consecutivi alle 18.30 nella biblioteca di Villa Marazzi

Come gestire il proprio bilancio familiare? Come scegliere la giusta soluzione pensionistica, per non trovarsi in difficoltà nel momento in cui si esce dal mercato del lavoro? Cosa sapere dei mercati finanziari, per investire in modo oculato i propri eventuali risparmi? A queste e ad altre domande cercherà di dare una risposta il ciclo d’incontri promosso dall’amministrazione comunale a partire dall’11 maggio e per tre giovedì consecutivi alle 18.30 nella biblioteca di Villa Marazzi, in via Dante Alighieri 47. Gli incontri sono gratuiti e aperti a tutti.

Le date degli incontri

I relatori, infatti, sono esperti in materia e utilizzeranno un linguaggio facilmente comprensibile anche da chi non conosce alcun elemento di finanza. Si comincia giovedì 11 maggio con Paolo Gila, giornalista del TG3 economia che si occuperà de “La gestione del bilancio familiare”. Giovedì 18 maggio sarà Federico De Ros, consulente finanziario che vive a Cesano Boscone, a proporre “Le soluzioni per la tua pensione”. Sempre De Ros, giovedì 25 maggio interverrà su “Conoscere i mercati finanziari”, raccontando la propria esperienza e fornendo al pubblico alcuni consigli.

Analfabetismo finanziario

Secondo un’indagine di Standard & Poor’s, l’Italia è all’ultimo posto tra i paesi europei in educazione finanziaria. Solo il 37% degli adulti italiani risponde, infatti, correttamente ad almeno tre delle cinque domande su concetti di base della finanza, come l’interesse semplice e composto, l’inflazione e la diversificazione del rischio.  Anche il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ha recentemente ricordato questi dati, avvertendo dell’alto rischio che corrono i risparmiatori quando intendono collocare i propri risparmi. Tanto che il peso di circolante e depositi, sia bancari sia postali, è cresciuto nuovamente negli ultimi anni passando dal 20% dell’inizio del Duemila a oltre il 30%, quasi 1.300 miliardi di euro. Assestandosi così ai livelli registrati alla fine degli anni Ottanta del secolo scorso.  

La cassetta degli attrezzi

“Il nostro obiettivo – evidenzia l’assessore alle politiche sociali Mara Rubichi – è cercare di fornire ai nostri cittadini una sorta di cassetta degli attrezzi. Troppo spesso gli uffici comunali devono affrontare situazioni con persone che si trovano in difficoltà anche solo per aver fatto il passo più lungo della gamba, cioè aver programmato spese e fatto acquisti senza rendersi effettivamente conto delle proprie possibilità. Un fenomeno – prosegue la vicesindaco – cresciuto negli ultimi anni e che moltiplica i problemi, qualora ci si trovi di fronte anche a situazioni come la dipendenza dal gioco d’azzardo”.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Il caso del giorno
Trezzano, residenti si ribellano alla puzza prodotta da un’azienda farmaceutica

Trezzano, residenti si ribellano alla puzza prodotta da un’azienda farmaceutica

Sono decine gli abitanti del quartiere Boschetto che si sono rivolti in comune affinché intervenga e risolva una situazione che sta diventando insostenibile

Attualità
L'addio
Corsico perde il suo Papa (alto dirigente in Comune)

Corsico perde il suo Papa (alto dirigente in Comune)

Dopo 25 anni di servizio lascia il suo posto e se ne va a Vimercate, uno dei funzionari di lungo corso corsichesi, per alcuni depositario di molti segreti

Attualità
L'indagine
Legambiente boccia Corsico sulla mobilità scolastica

Legambiente boccia Corsico sulla mobilità scolastica

Secondo i dati raccolti, l'avvio dell'anno ha prodotto un aumento del traffico nelle strade di accesso che supera il 100%: il numero di automobili è raddoppiato davanti alle scuole di via Verdi e via Galilei