Seguici su Fb - Rss

Domenica, 07 Maggio 2017 15:45
L'evento

Cesano si dà al rave party In evidenza

Centinaia di giovani provenienti da tutta Italia hanno occupato l’edificio dell’ex casa editrice idea Donna, in via Milano, suonando musica ad altissimo volume

Gli striscioni alle finestre dell'ex casa editrice Idea Donna Gli striscioni alle finestre dell'ex casa editrice Idea Donna

Occupazione abusiva di una fabbrica dismessa + centinaia di ragazzi = rave party. È quello che è accaduto tra la notte tra sabato e domenica a Cesano Boscone in via Milano, nell’edificio che ospitava l’ex casa editrice Idea Donna. Ancora domenica pomeriggio e nonostante i partecipanti stessero smobilitando, la musica sparata ad alto volume ha certificato una volta di più quel si è celebrato: un rito che lascia alle sue spalle solo rifiuti, macerie, cancelli divelti.

Ingorgo infernale

Al rave hanno partecipato oltre cinquecento persone, per alcuni un migliaio. Le avanguardie di questa massa di raver sono arrivate sabato pomeriggio. Hanno “occupato” militarmente l’edificio. Nemmeno l’intervento delle forze dell’ordine è servito a farli sloggiare, nonostante le proteste di abitanti e automobilisti, con questi ultimi che si sono ritrovati, soprattutto sabato, in una specie di ingorgo infernale.  La musica è andata avanti per tutta la notte creando disagi nei residenti che abitano la zona. Le proteste sono state raccolte da Fabio Raimondo, capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale, che le ha rilanciate sui social, e ha chiesto al capogruppo del suo partito in Regione Lombardia, di presentare una interrogazione urgente sull'episodio.

"Siamo Barricati"

Domenica pomeriggio, dopo la 24 ore no-stop, lo spettacolo in via Milano è desolante: decine di giovani addormentati in automobili colme di ogni genere di oggetti, rifiuti sparsi nel cortile della fabbrica occupata, interni dell’edificio devastati. Alle finestre gli striscioni, ormai ammainati: “Siamo come la grappa: Barricati” e “Bolla Occupata”.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

Oltre alle proprietà immobiliari, a Orlando Demasi sono stati bloccati anche 2 conti correnti,2 polizze assicurative vita oltre a 60.000 euro in contanti ritrovati all'interno di una cassetta di sicurezza

Cronaca
Controllo del territorio
Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Erano nascoste in un furgone parcheggiato in via Salieri davanti al numero 25

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

Si chiama Ristofar la società confiscata dalla Guardia di Finanza al clan dei Mazzei. Ha la sede in viale Lazio, 25, e risulta essere sottoposta a procedura di fallimento