Seguici su Fb - Rss

Domenica, 07 Maggio 2017 15:45
L'evento

Cesano si dà al rave party In evidenza

Centinaia di giovani provenienti da tutta Italia hanno occupato l’edificio dell’ex casa editrice idea Donna, in via Milano, suonando musica ad altissimo volume

Gli striscioni alle finestre dell'ex casa editrice Idea Donna Gli striscioni alle finestre dell'ex casa editrice Idea Donna

Occupazione abusiva di una fabbrica dismessa + centinaia di ragazzi = rave party. È quello che è accaduto tra la notte tra sabato e domenica a Cesano Boscone in via Milano, nell’edificio che ospitava l’ex casa editrice Idea Donna. Ancora domenica pomeriggio e nonostante i partecipanti stessero smobilitando, la musica sparata ad alto volume ha certificato una volta di più quel si è celebrato: un rito che lascia alle sue spalle solo rifiuti, macerie, cancelli divelti.

Ingorgo infernale

Al rave hanno partecipato oltre cinquecento persone, per alcuni un migliaio. Le avanguardie di questa massa di raver sono arrivate sabato pomeriggio. Hanno “occupato” militarmente l’edificio. Nemmeno l’intervento delle forze dell’ordine è servito a farli sloggiare, nonostante le proteste di abitanti e automobilisti, con questi ultimi che si sono ritrovati, soprattutto sabato, in una specie di ingorgo infernale.  La musica è andata avanti per tutta la notte creando disagi nei residenti che abitano la zona. Le proteste sono state raccolte da Fabio Raimondo, capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale, che le ha rilanciate sui social, e ha chiesto al capogruppo del suo partito in Regione Lombardia, di presentare una interrogazione urgente sull'episodio.

"Siamo Barricati"

Domenica pomeriggio, dopo la 24 ore no-stop, lo spettacolo in via Milano è desolante: decine di giovani addormentati in automobili colme di ogni genere di oggetti, rifiuti sparsi nel cortile della fabbrica occupata, interni dell’edificio devastati. Alle finestre gli striscioni, ormai ammainati: “Siamo come la grappa: Barricati” e “Bolla Occupata”.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Il blitz
Trezzano, gli puntano la pistola in faccia e gli rapinano l’auto

Trezzano, gli puntano la pistola in faccia e gli rapinano l’auto

L’aggressione è avvenuta ieri notte in via Cristoforo Colombo, il viale che corre parallelo alla Nuova Vigevanese

Cronaca
Lotta alla microcriminalità
Posti di blocco a Rozzano, controllate 80 persone e 25 autovetture

Posti di blocco a Rozzano, controllate 80 persone e 25 autovetture

Ventidue uomini e 9 pattuglie messe in campo ieri pomeriggio dai Carabinieri per un servizio di prevenzione condotto sul territorio

Cronaca
La sentenza
Largo Risorgimento, la Corte d’Appello conferma la condanna del Comune

Largo Risorgimento, la Corte d’Appello conferma la condanna del Comune

I giudici di secondo grado hanno riconosciuto a favore dei condomini il danno già accertato in primo grado oltre a un risarcimento al Condominio e ai singoli ricorrenti di circa 30 mila euro. In totale, sino a questo momento, l’affaire costa alle casse comunali almeno 150mila euro