Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 09 Luglio 2020 10:33
Il caso del giorno

Tentato omicidio a Baggio, arrestati autori e mandante (sono tre pregiudicati)

L’agguato, avvenuto ai confini di Cesano Boscone, deciso dopo l’ennesima lite scoppiata per motivi passionali tra due rivali in amore

Le manette sono scattate questa mattina quando agenti della polizia hanno bussato alla porta delle case dove vivevano tre vecchie conoscenze. Così su ordine della dalla Procura della Repubblica di Milano, sono finiti in una cella di San vittore P.F. 19enne e D.A. 23enne, entrambi italiani, e H.E. 23enne rumeno. Le accuse nei loro confronti sono di tentato omicidio, porto ingiustificato di armi ed oggetti atti all'offesa e maltrattamenti in famiglia. (Guarda il video)

Sponsorizzato da:

La vicenda ha inizio attorno alle 21 del 15 giugno scorso, quando una donna chiamò il 112 e denunciò il ferimento di un giovane in via Quinto Romano, nel cuore del quartiere di Baggio, al confine con Cesano Boscone. A terra, in una pozza di sangue, gli agenti trovarono un 29enne italiano con precedenti, che poco prima era stato aggredito da due soggetti, uno dei quali lo aveva ferito gravemente con un coltello.

La vittima aveva una profonda lesione ad un fianco che aveva interessato il diaframma e la milza. Soccorso il ferito, nei giorni seguenti gli agenti del Commissariato Lorenteggio hanno iniziato ad indagare. Per prima cosa hanno ricostruito la dinamica dei fatti per individuare i responsabili del grave gesto. Le indagini sono state ostacolate soprattutto per la mancanza di collaborazione sia da parte della vittima che dei suoi familiari.   

Inquadrata la rete di frequentazioni e il passato della vittima, l'attenzione degli investigatori si è focalizzata su tre soggetti, tutti noti alle forze dell’ordine  per precedenti connessi allo spaccio di stupefacenti, reati contro la persona e contro il patrimonio. Si è così scoperto che uno dei tre aggressori, il 23enne romeno, era stato il fidanzato dell'attuale compagna del 29enne che ha rischiato di perdere la vita. La stessa ragazza, lo scorso maggio, era stata vittima di aggressione da parte del romeno, che ha iniziato a perseguitare lei e il suo nuovo compagno.

Nel pomeriggio del 15 giugno, dopo l'ennesima scenata di gelosia, il 23enne romeno avrebbe organizzato una spedizione punitiva facendo contattare con una scusa la vittima da un suo complice, il 23enne italiano. L’incontro era stato fissato in via Quinto Romano, a Baggio

All'appuntamento sono arrivati in due, il romeno con un altro suo complice: il primo avrebbe colpito con un pugno in volto la vittima, il secondo gli avrebbe sferrato un fendente al fianco, lasciandolo sanguinante sul posto e fuggendo su un autobus. Gli agenti hanno ricostruito l'ipotetico percorso effettuato dagli aggressori e, sulla  base di alcune testimonianze, hanno visionato le immagini delle telecamere poste all'interno del bus utilizzato per la fuga. È stato così che gli investigatori hanno trovato riscontri sul loro coinvolgimento nel tentato omicidio, elementi che hanno convinto i magistrati a emettere i mandati di cattura per tutti e tre.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Ci risiamo
Corsico: rissa nella notte in piazza del Ponte, un ferito ricoverato al san Carlo

Corsico: rissa nella notte in piazza del Ponte, un ferito ricoverato al san Carlo

Protagonisti, si fa per dire, un gruppo di extracomunitari, secondo le notizie raccolte di origini marocchine

Cronaca
Tragedia sfiorata
Infortunio sul lavoro a Trezzano: due operai ustionati dall’olio bollente

Infortunio sul lavoro a Trezzano: due operai ustionati dall’olio bollente

L’incidente è avvenuto poco prima delle sedici in una officina meccanica. Le condizioni di uno dei feriti sono apparse gravi, tanto che è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso

Cronaca
Lotta allo spaccio
Va con il compagno a spacciare droga e lascia i figli soli in casa: 29enne denunciata per abbandono di minore

Va con il compagno a spacciare droga e lascia i figli soli in casa: 29enne denunciata per abbandono di minore

Si tratta di una bambina di dieci anni che ha anche un braccio ingessato e di un bimbo di due