Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 02 Settembre 2019 13:58
Fermo amministrativo

Evasione: Cesano crea una task force tra uffici e polizia locale

Secondo la relazione conclusiva degli ultimi due anni di controlli  sono quasi 5mila fermi amministrativi per la riscossione coattiva di entrate tributarie e patrimoniali

Nella foto, un vigile multa un'auto in divieto di sosta Nella foto, un vigile multa un'auto in divieto di sosta

Due anni di lavoro e un numero enorme di procedure esecutive e cautelari per recuperare l’evasione. È quanto emerge dalla relazione  dell’ufficio entrate del Comune di Cesano Boscone presentata di recente agli amministratori locali. Che avrebbero deciso di creare una task force trasversale tra uffici per combattere il fenomeno.

Le procedure cautelari

Nella relazione si legge che sono 6.614 le procedure esecutive e cautelari – di cui 4.791 fermi amministrativi – eseguite dal 2017 al 2019, nel corso dell’affidamento, da parte del Comune, del servizio di riscossione coattiva delle entrate tributarie e patrimoniali a Sorit spa. Un numero enorme di procedure che è indice di quanto diffuso sia questo malcostume.

La convenzione

“Nel maggio del 2017 avevamo deciso di intervenire – ha spiegato in una nota stampa l’assessore alle politiche finanziarie Giuseppe Ursino – in convenzione anche con altri Comuni, per contrastare l’evasione e l’elusione dei tributi locali. Nonostante i risultati siano importanti,   c’è ancora molto da fare.

L'evasione

“In particolare, per l’evasione delle tariffe relative alla refezione scolastica. Stiamo pensando – ha proseguito l’assessore – di istituire una ‘task force’ comunale che preveda il lavoro della polizia locale, dei servizi sociali e del servizio entrate per individuare le motivazioni alla base del mancato pagamento. “Tanti non pagano, ma non hanno fatto richiesta di riduzione della tariffa in base all’ISe. Inoltre – ha concluso Ursino – il fondo destinato alle famiglie per aiutarle a sostenere le spese della mensa scolastica è stato utilizzato solo in parte”.

I risultati

Quali sono i risultati del contrasto all’evasione, sinora ottenuti? In due anni, dal 4 maggio 2017 al 24 luglio 2019, sono stati recuperati 816.997,42 euro. Inoltre, sono state concesse 154 rateazioni per 158.762,31 euro, con una riscossione di 69.607.98 euro. Oltre alle rateizzazioni e ai fermi auto, la società incaricata ha applicato anche 1768 pignoramenti presso terzi, 39 procedure concorsuali e 16 procedure mobiliari.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Sponsorizzata da:


 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
L'intervento
Scuola Manzoni, arrivati i soldi per rifare i soffitti

Scuola Manzoni, arrivati i soldi per rifare i soffitti

Il Ministero dell’Istruzione finanzierà con circa50mila euro alcuni importanti interventi sui controsoffitti della struttura: bandita la gara per l’esecuzione dei lavori

Attualità
La novità
Renault inaugura il 2020 lanciando il Nuovo Captur, Suv compatto di seconda generazione

Renault inaugura il 2020 lanciando il Nuovo Captur, Suv compatto di seconda generazione

Test drive a Buccinasco e San Giuliano Milanese, da Pechini, per toccare con mano lo stile inconfondibile, la tecnologia innovativa e le personalizzazioni che rendono unico ogni viaggio

Attualità
La rinuncia
Cesano, lo smog spegne il tradizionale falò di Sant’ Antonio Abate

Cesano, lo smog spegne il tradizionale falò di Sant’ Antonio Abate

Molto amato dai residenti, richiama numerosi partecipanti con esibizioni di  musica tradizionale, e la benedizione degli animali e del pane