Seguici su Fb - Rss

Martedì, 07 Maggio 2019 17:49
L'incontro

Quale futuro per l’Europa? Per scoprirlo, l’appuntamento è al Cristallo

Al Cinema Teatro di Cesano Boscone una serata aperta a tutti con Marco Tarquinio, direttore di Avvenire, Luca Geronico, redazione Esteri di Avvenire, e Tito Giliberto, giornalista TG5. Ingresso libero

L'Europa di oggi è un vecchio continente con pochi bimbi e tanti anziani? L'Europa di oggi è un vecchio continente con pochi bimbi e tanti anziani?

L’invito è per il prossimo Mercoledì 15 maggio, alle 21, al Cristallo di Cesano Boscone. Nella Sala della Comunità della diocesi ambrosiana, si terrà un incontro di informazione aperto a tutti coloro che vogliono comprendere quale sarà il futuro dell’Europa, in vista delle elezioni di fine mese. L’ingresso è libero.

L’invito dell’Arcivescovo

La serata è organizzata dal Decanato di Cesano Boscone (che comprende i Comuni di Assago, Buccinasco, Cesano Boscone, Corsico, Cusago e Trezzano sul Naviglio) su suggerimento dell’Arcivescovo di Milano che a gennaio, parlando al mondo delle Acli, aveva proposto di promuovere in ogni parrocchia momenti di riflessione sull’Europa.

Un Vecchio Continente

Che cosa è oggi l’Europa? Esiste “una coscienza europea”? Un vecchio continente con pochi bimbi e tanti anziani è l’Europa di oggi e l’elemento demografico diviene uno dei principali fattori di analisi. Ma sono davvero molti i temi che s’intrecciano quando si parla di Europa, tra i quali: immigrazione, economia, agricoltura, lavoro, pace, diritti…

Miracolo post bellico

“L’unione europea nacque nel periodo post bellico e i padri fondatori immaginarono un futuro senza più guerre. Questo fu uno dei miracoli tangibili del continente. Nel dopo guerra erano ben evidenti i blocchi presenti e le distanze dall’Unione Sovietica. Solo la caduta del muro di Berlino aprì nuove frontiere e allargò tale unione”, ricordano don Walter Magnoni (Pastorale Sociale) e don Gianluca Bernardini (Centri Culturali cattolici). Ma l’ampliamento dei membri non fu certamente privo di fatiche né indolore.

L’Europa dei popoli

Oggi siamo “autorizzati a pensare” un’Europa unita e capace di mantenere un respiro di pace e di accoglienza verso le tante diversità presenti? Siamo “autorizzati a pensare” con capacità critica e onestà intellettuale quell’Europa dei popoli che tanti hanno sognato e che per essere realizzata chiede l’impegno di tutti?

Il trailer

Appuntamento dunque al Cristallo per un confronto, con ospiti di alto profilo. Introdurrà la serata Raffaele Chiarulli, dottore di ricerca in Culture della comunicazione presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e referente dell’Associazione Cattolica Esercenti Cinema, che proietterà il trailer “Fraternità europea” ispirato ad un fatto realmente accaduto.Non occorre la prenotazione. Info: tel 02 458 0242 https://www.cristallo.net/cristallo/index.php

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cultura
La novità
Cinema: diventerà un film “Febbre” il libro del rozzanese Bazzi

Cinema: diventerà un film “Febbre” il libro del rozzanese Bazzi

La Cross productions ha acquisito i diritti cinematografici sull’opera rimasta a lungo in gara per il premio Strega…

Cultura
Buone notizie
Rozzano, la “Febbre” di Jonathan Bazzi in corsa per il premio Strega

Rozzano, la “Febbre” di Jonathan Bazzi in corsa per il premio Strega

L’autore di origini rozzanesi selezionato per la fase finale del più importante concorso letterario italiano

Cultura
Il caso del giorno
Jonathan Bazzi, il mondo visto da Rozzano

Jonathan Bazzi, il mondo visto da Rozzano

Crescere da "diverso" nella città alla periferia sud di Milano: è l’ispirazione di “Febbre”, opera prima dello scrittore che ha appena vinto il premio Bagutta. “Torno spesso, qui è rimasto quasi tutto come prima”