Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 13 Febbraio 2019 11:50
Il caso del giorno

Via Milano chiusa per lavori? L’allarme di artigiani e commercianti In evidenza

Preoccupazioni per le conseguenza che potrebbero avere gli interventi per il rifacimento dei condotti fognari che nelle prossime settimane dovrebbero interessare la strada

I lavori di carotaggio eseguiti in questi giorni in via Milano al confine tra Cesano e Corsico I lavori di carotaggio eseguiti in questi giorni in via Milano al confine tra Cesano e Corsico

C’è molta preoccupazione tra gli artigiani, i commercianti e i titolari di locali pubblici della zona, per le conseguenza che potrebbero avere sulle proprie attività i lavori per il rifacimento dei condotti fognari che nelle prossime settimane dovrebbero interessare via Milano nel tratto compreso tra via Isonzo e via Volta, al confine tra Cesano Boscone e Corsico.

Clientela di passaggio

Il timore è che l’eventuale chiusura della strada al traffico renda difficile l’accesso a clienti e fornitori provocando danni economici non indifferenti che potrebbero influire sui conti di ogni singola azienda. La via è costellata di attività (officine per la manutenzione e il ricambio dei pneumatici, officine meccaniche, fornitura di idrosanitari, parrucchieri, bar e via via discorrendo) che non hanno una clientela stanziale, ma si mantengono grazie al passaggio di automobili.

I sindaci e Cap Holding

Un paio di mesi di interruzioni e di difficile accesso potrebbe metterne in ginocchio alcune. Per questo motivo, i sindaci di Cesano Boscone e Corsico hanno chiesto a Cap Holding, che gestisce l’intera rete fognaria, un incontro per pianificare l’intervento ed evitare il più possibile l’impatto sia sul traffico, sia sul commercio.

I carotaggi

In questi giorni operai della Favini costruzioni, azienda alla quale sono stati appaltati i lavori, hanno effettuato dei carotaggi per verificare eventuali sotto-servizi ( rete elettrica, telefonica o affini). E c’è già stato un primo incidente.

L'incidente

Durante uno scavo, la benna di un’escavatrice ha tranciato un cavo che alimenta la rete elettrica facendo mancare all’improvviso l’elettricità agli edifici di una parte di via Milano e a quelli di via Volta. Computer spenti davanti agli occhi degli operatori, sirene degli ascensori attivate, asciugacapelli inerti, frigoriferi muti. È partita solo qualche bestemmia, mitigata dal pronto intervento dei tecnici Enel che hanno riparato il guasto e permesso a tutti di riprendere il lavoro.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La "querelle"
Il Pd non ci sta e rivendica la paternità del progetto videosorveglianza

Il Pd non ci sta e rivendica la paternità del progetto videosorveglianza

Gli uomini della Agogliati attaccano: “Consideriamo diffamatorio quanto dichiarato dal sindaco Ferretti e dal vicesindaco Perazzolo”

Attualità
Il caso del giorno
Videosorveglianza a Rozzano: trovate 180 telecamere mai attivate

Videosorveglianza a Rozzano: trovate 180 telecamere mai attivate

In città, sono solo 15 le videocamere attive su 24 impianti mentre altre 50 postazioni ad alta tecnologia non sono utilizzate

Attualità
La polemica
Trasloco del “Distretto sanitario” di via Marzabotto, l’Assessore alla sanità convoca i sindaci

Trasloco del “Distretto sanitario” di via Marzabotto, l’Assessore alla sanità convoca i sindaci

A dieci giorni di distanza, quella che sembrava solo un’ipotesi comincia a prendere corpo, tanto che è sceso in campo anche il responsabile del Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera