Seguici su Fb - Rss

Sabato, 22 Settembre 2018 17:28
Scelti dai cittadini

Cesano ricomincia da sei (progetti per riqualificare la città)

Ammessi al voto sei proposte coprogettate dai residenti: fino al 14 ottobre è possibile scegliere. La più votata verrà finanziata e realizzata dal Comune

Nell'immagine, vista dall'alto del quartiere Giordino a Cesano Boscone Nell'immagine, vista dall'alto del quartiere Giordino a Cesano Boscone

Dalla discussione al voto. Saranno sottoposti a una specie di referendum le sei proposte dai residenti di Cesano Boscone nell’ambito della seconda edizione del “Bilancio partecipativo”.  Si potranno votare,  fino al 14 ottobre on-line, sul sito www.bilanciopartecipativocesano.it oppure recandosi all’Ufficio relazioni con il pubblico in via Pogliani 3, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12.30.

Come si vota

Si potrà votare anche domenica 23 settembre, in occasione della Festa patronale, al centro anziani in via don Sturzo, domenica 30 settembre, dalle 16 alle 18, nella sala Papa Giovanni XXIII al quartiere Giardino, sabato 6 ottobre, dalle 16 alle 18, e nella Sala della Trasparenza in via Libertà, mercoledì 10 ottobre, dalle 15.30 alle 17.30.

Chi può votare

Può votare chi vive, lavora o studia a Cesano Boscone e abbia più di 16 anni. Bastano pochi minuti. È necessario avere il codice fiscale e un numero di cellulare o una e-mail.

I progetti da votare

Sono sei i progetti proposti e trattano diverse aree tematiche:
1. La periferia va in scena – riguarda la ristrutturazione del teatro Piana  e la realizzazione di un archivio per valorizzare il quartiere con attività culturali (costo 170mila euro)
2. La rotonda Milano-Roma –  realizzare una nuova rotonda all’incrocio tra le vie Milano e Roma per ridurre il traffico e l’inquinamento (costo 200mila euro)
3. Sport e benessere per tutti – si riferisce all’installazione, in un’area del parco Pertini, di una tensostruttura multifunzionale con un’area fitness per esercizi a corpo libero attrezzata con struttura calisthenics, alla risistemazione dell’area calcio, dell’anello di atletica,  dei servizi igienici e l’installazione della videosorveglianza (costo 200mila euro)
4. Mobilità e sicurezza –   completa il raccordo della “stradina bianca” tra via Don Sturzo e via Turati e rende più protetta e confortevole l’attesa dell’autobus realizzando delle pensiline con sedute nei quartieri Giardino e Tessera (costo 130mila euro)
5. Ri-gener-azione –   riqualificazione dell’area ex Sgrò in via Nilde Iotti con laboratori e iniziative (orti scolastici, serra, area ristoro), percorsi per parkour e un’area con ponti tibetani (costo 200mila euro)
6. Strada facendo -  posa di una nuova pavimentazione per l’anfiteatro del quartiere Giardino e la sua trasformazione in uno spazio utilizzabile per concerti, corsi di ballo, cinema all’aperto, pista di pattinaggio (costo 200mila euro).

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:


 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
L'esercitazione
La Protezione Civile si dà all’ “Oktober Test”

La Protezione Civile si dà all’ “Oktober Test”

Una tre giorni di esercitazioni (da oggi al 21 ottobre) riservata ai 300 volontari raccolti nel campo base di Assago

Attualità
Il caso del giorno
Sentenza Largo Risorgimento, lettera aperta al sindaco di Giorgio Villani

Sentenza Largo Risorgimento, lettera aperta al sindaco di Giorgio Villani

A proposito delle affermazioni di Fabio Bottero apparse su  “pocketnews.it” e il quotidiano “Il Giorno” in merito alla sentenza della Corte di Appello (leggi qui) che ha condannato il comune di Trezzano al pagamento dei danni a 52 condomini che abitano nell'area Risorgimento/Indipendenza

Attualità
L'opportunità
Bricoman, 80 posti di lavoro a portata di mano

Bricoman, 80 posti di lavoro a portata di mano

In vista della prossima apertura del negozio di Pero, l’azienda cerca un’ottantina di giovani da impiegare come venditori, addetti alla logistica, hostess di cassa e accoglienza. L’inaugurazione è prevista per la primavera del 2019, ma le assunzioni partiranno da dicembre 2018.