Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 02 Agosto 2018 15:46
L'accordo

Cesano, firmato l’armistizio tra il sindaco e il presidente dell’Aler

Saranno almeno 35 gli alloggi popolari messi a disposizione per ilprossimo bando. Lo ha promesso il responsabile dell'Istituto a Simone Negri

Nella foto uno scorcio del quartiere Tessera a Cesano Boscone Nella foto uno scorcio del quartiere Tessera a Cesano Boscone

Dopo le lettere aperte con le quali il sindaco Simone Negri ha accusato il presidente dell’istituto case popolari Angelo Sala di inerzia e la risposta piccata di quest’ultimo che ha rigettato al mittente ogni addebito, insinuando si trattasse di un’operazione da “campagna elettorale”, tra i due sembra essere scoppiata la pace. O almeno tra i due è stato firmato un armistizio.

Il quaderno delle lagnanze

È il risultato di una riunione tra i due contendenti che si è tenuta martedì mattina, i cui risultati sono stati resi oggi pomeriggio. Di cosa si è parlato? Di un numero cinque volte superiore di alloggi da assegnare al prossimo bando, l’avvio delle procedure per la riqualificazione della rete del riscaldamento con l’apertura del cantiere a metà 2019, la sistemazione delle buche più pericolose, la bonifica delle vasche di via Gramsci, più fondi da Regione per la morosità incolpevole.

L'impegno Aler

Ed è proprio la rete di riscaldamento uno dei temi fatti emergere dal sindaco con una lettera aperta diffusa nelle scorse settimane. Negri aveva sollecitato una risposta da parte di Aler. Così dopo le polemiche si è passati ad esaminare in concreto le soluzioni. Il presidente di Aler si è impegnato in primo luogo a affinché nei prossimi bandi, vi siano più alloggi da assegnare: con il prossimo avviso saranno ben 35 abitazioni già disponibili rispetto ai 4-5 precedenti”.

Capitali privati

Sul riscaldamento Sala ha confermato di voler procedere con un project financing, ricorrendo cioè a capitale privato. Una procedura che ha richiesto una serie di approfondimenti da parte dei tecnici dell’Azienda regionale che, superate le pastoie burocratiche dovrebbe prendere il via entro metà settembre per procedere con i lavori entro l’estate 2019, salvo imprevisti.

Occhio al Bilancio

Su fronte della manutenzione dei cortili sarà la Uog di Rozzano a sistemare a breve le buche più pericolose. mentre sono già partiti i lavori di bonifica dell’area delle vasche in via Gramsci, rispetto alla quale Aler è intenzionata a fare una proposta al comune per la sua gestione. Il vero problema, infatti sono i costi degli interventi e della manutenzione. Aler avrebbe in bilancio un buco di 35 milioni di euro l’anno sugli affitti. Ed è per questo motivo che sta mettendo in campo ogni tipo di intervento per la  riduzione della morosità e per la lotta all’abusivismo.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Oltre la disabilità
Trezzano vince l' “Olimpic Land”, grande festa dello sport e solidarietà

Trezzano vince l' “Olimpic Land”, grande festa dello sport e solidarietà

Si è disputata A Vanzaghello la 19 esima edizione della manifestazione alla quale hanno partecipato circa 150 atleti disabili

Attualità
L'accusa
Inquinamento dell’aria a Trezzano, Città metropolitana punta l’indice contro la Vetropack

Inquinamento dell’aria a Trezzano, Città metropolitana punta l’indice contro la Vetropack

Il documento sottoscritto dai responsabili dell’Area Ambiente e tutela del territorio, impone una serie di interventi che riducano le emissioni in atmosfera e sul terreno

Attualità
Il dossier
Trenord,  su ritardi e soppressioni arriva un’interrogazione in Regione

Trenord, su ritardi e soppressioni arriva un’interrogazione in Regione

In un report segreto sono indicati tutti i numeri del disastro: nel 2018, la società di gestione ha mandato in fumo 179 milioni di euro per ritardi e soppressioni