Seguici su Fb - Rss

Martedì, 24 Luglio 2018 12:18
Scoppiato questa mattina

Quartiere Tessera: scoppia un incendio nei box di via Turati

Sono in fase di accertamento le cause che hanno fatto divampare l’incendio che ha interessato i garage interrati

Nella foto, il fumo rilasciato dall'incendio dei box di via Turati a Cesano Nella foto, il fumo rilasciato dall'incendio dei box di via Turati a Cesano

Il fumo si è levato alto e denso. L’aria si è fatta acre e il respiro difficoltoso. Poi è scattato l’allarme. Un incendio scoppiato per cause in via di accertamento è scoppiato nei box di via Turati al quartiere Tessera di Cesano Boscone, alle spalle della fila di negozi.

Doloso o accidentale?

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno spento le fiamme prima che si propagassero ad altre strutture. Gli stessi pompieri stanno eseguendo i rilievi per accertare se le cause dell’incendio sono dolose o se si tratta di un semplice corto circuito agli impianti elettrici.

seguici sulla nostra pagina Facebook

powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Il caso del giorno
Due ragazzini importunati sessualmente, è caccia ai molestatori

Due ragazzini importunati sessualmente, è caccia ai molestatori

Una ragazza di 14 anni e un ragazzo di 15 sarebbero stati importunati. La prima ha sporto denuncia, sul secondo episodio si cercano testimonianze che confermino quanto rivelato

Cronaca
Il caso del giorno
Rubava l’elettricità: arrestato il titolare del bar “Simons”

Rubava l’elettricità: arrestato il titolare del bar “Simons”

Sul contatore aveva installato un magnete che riduceva la registrazione dei consumi di energia fornita

Cronaca
Sfiorato il dramma
Tenta il suicidio sul piazzale del cimitero, salvato dai passanti e dai carabinieri

Tenta il suicidio sul piazzale del cimitero, salvato dai passanti e dai carabinieri

L’uomo, di cui non sono state diffuse le generalità e nemmeno il luogo di residenza aveva collegato l’abitacolo dell’auto al tubo di scarico