Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 19 Luglio 2018 17:12
Il Gip ordina l'arresto

Finisce in manette ladra specializzata in furti ad anziani In evidenza

Era riuscita a rubare la borsa a una 87enne mentre era in visita al marito ricoverato alla Sacra Famigia di Cesano Boscone

Nella foto di repertorio, agenti di polizia procedono all'arresto di un sospettato Nella foto di repertorio, agenti di polizia procedono all'arresto di un sospettato

Ieri sera, gli agenti della Polizia hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Milano nei confronti di Vincenza Oziosi, 52 anni, ritenuta responsabile di una serie di furti e rapine ai danni di anziani. La donna è accusata di furto in abitazione e rapina con l'aggravante dell'avere profittato dell'età delle sue vittime.

Furto in Sacra Famiglia

Gli agenti de Commissariato Lorenteggio sono giunti a lei dopo un intervento di una volante per una rapina in casa. L'87enne proprietaria aveva spiegato ai poliziotti che, mentre era in visita al marito ricoverato alla Sacra Famigia di Cesano Boscone, aveva subito il furto della borsa lasciata appesa alla sedia a rotelle. Tornata a casa, accompagnata da due amiche, si era accorta che la porta era aperta e che dentro c'era una donna con la borsa rubata.

Borsellino fatale

La ladra era scappata con la refurtiva spintonando e strattonando le altre donne. Gli investigatori del commissariato hanno quindi messo in relazione l'episodio con un altro accaduto qualche ora prima: un'altra anziana aveva ricevuto una conoscente del quartiere, la Oziosi appunto, che con uno stratagemma le era entrata in casa e aveva rovistato nelle stanze prendendole il borsellino.

Carriera criminale

L'anziana se n'era accorta e la ladra l’aveva minacciata. Da qui la denuncia e l'arresto della Oziosi che ha una carriera criminale risalente almeno al febbraio 2006, quando fu denunciata per lesioni e tentata truffa. La donna è una specialista nel campo dei furti in appartamento con la predilezione per vittime particolarmente anziane. Si fingeva infermiera incaricata di ritirare gli indumenti di ricoverati, oppure assistente sociale o, ancora, si offriva a vittime anche ultraottantenni per accompagnarle a fare la spesa e portar loro via di tutto: preziosi, spesso ricordi di famiglia, e assegni che poi incassava con firme false. Persino ai domiciliari era riuscita a commettere un furto ai danni di un uomo ricoverato all'ospedale San Luca di Milano.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

1 commento

  • Link al commento Filippo Venerdì, 20 Luglio 2018 18:02 inviato da Filippo

    Che ci faceva in libertà con quei precedenti?

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
La curiosità
Truffatore in trasferta cerca di comprare auto di lusso con assegni falsi

Truffatore in trasferta cerca di comprare auto di lusso con assegni falsi

L’uomo, fornito di assegni circolari falsi e una serie completa di documenti intestati a una persona inesistente, aveva in corso cinque trattative: è stato catturato a Cusago

Cronaca
Lo scontro
Schianto sulla Vecchia Vigevanese, due feriti ricoverati con l’elisoccorso

Schianto sulla Vecchia Vigevanese, due feriti ricoverati con l’elisoccorso

Il frontale tra due auto all’altezza di Fontanarte, a un centinaio di metri dal raccordo per piazza Europa. Secondo il primo allarme dei vigili del fuoco i feriti erano otto, poi il numero  è stato ridimensionato

Cronaca
Lotta alla microcriminalità
Inseguimento a Trezzano, il sindaco ringrazia i carabinieri

Inseguimento a Trezzano, il sindaco ringrazia i carabinieri

Bottero questa mattina si è recato alla Stazione di Trezzano per ringraziare personalmente  il comandante Michele Cuccuru e i militari della Compagnia di Corsico guidata dal capitano Pasquale Puca. Intanto, l'assessore regionale De Corato chiede al sindaco di Milano, Sala, di chiudere i campi Rom