lunedì - 4 Marzo 2024
HomeNewsBuccinascoCampionato Juniores, il Trezzano mette la freccia e scavalca il Romano Banco...

Campionato Juniores, il Trezzano mette la freccia e scavalca il Romano Banco in vetta alla classifica

Nel primo tempo chiuso 2 a 0, i gialloneri hanno dominato i buccinaschini. Più equilibrata la ripresa, ma i trezzanesi hanno chiuso la contesa siglando il 3 a 0

trezzano-romano-banco
Nella foto, un momento della gara tra il Real Trezzano e il Romano Banco, Campionato Provinciale Juniores

Si è disputato sul campo di via don Casaleggi, a Trezzano, lo scontro al vertice del campionato Juniores tra Real e Romano Banco, seconda e prima del girone A (prima della gara). Il campo ha detto che ieri la più forte è risultata essere la squadra guidata da mister Marco di Stasio, che ha messo in mostra alcune individualità degne di nota. Primo fra tutti, Roberto Strazzera, un mastino di centrocampo che ha recuperato decine di palloni, poi Davide Sofi, elegante numero 10, e infine Nuth Palmieri, un 2006 che, se non si perde, potrebbe presto far parlare di se. Discorso a parte merita Gabriele Di Domizio, autore di una doppietta: più freddezza sottoporta e migliori movimenti potrebbero farlo diventare un ottimo “punteros”.

Biancoverdi stoppati

Sul fronte opposto tutti hanno lottato, ma probabilmente tutti hanno vissuto una giornata di scarsa vena. Un gradino sopra la media Manuel Garofalo che ha tentato di ricucire il gioco a centrocampo e Federico Ugolotti autore, sul finire della gara di una punizione dalla tre quarti indirizzata all’incrocio del secondo palo con la traversa, che ha impegnato il portiere del Trezzano in un difficilissimo intervento. Il resto della gara, i bianco verdi di mister Massimo De Vecchi sono stati stoppati dall’attento centrocampo giallo nero e quando questo veniva superato, dalla difesa trezzanese.

trezzano-romano-festa
Nella foto, gli Juniore del Real Trezzano festeggiano la vittoria sul Romano Banco e la conquista del primo posto in classifica

La posta in gioco

La posta in gioco della gara, come detto era la vetta della classifica. I primi dieci minuti sono stati diciamo di studio, con un’occasione per il Romano Banco sfumata per un fuorigioco fischiato prima che la palla rotolasse in rete. Sul fronte opposto, un calcio d’angolo battuto da Sofi con una parabola a uscire: la palla colpita di testa  da Stefano Grimaldi è finita in rete. 1 a 0 per i padroni di casa. Il Romano Banco ha subito il colpo e ha sbandato. In rapida successione i giallo neri hanno costruito altre tre occasioni da gol con Di Domizio, Fabio Schifone e Alessio Di Orbo, tutte finite fuori di un soffio e parate da Samuele Broglia.

Gli ammoniti

Di Orbo e Di Domizio non hanno fallito l’occasione costruita alla mezz’ora. Il 7 giallonero ha ricevuto palla da Strazzera, si è involato sulla destra e ha messo in area una palla che Di Domizio ha appoggiato in rete.  La reazione del Romano Banco: una punizione di Garofalo con palla contesa in un batti e ribatti in area del Trezzano, con ammonizione di Bonavetti per fallo sul portiere  Ragolia ad azione finita. Per la stessa ragione, sul fronte opposto ammonito anche Di Orbo.

Le parate di Ragolia

Il primo tempo si sarebbe chiuso sul 3 a 0 se Di Domizio non avesse sprecato un’occasionissima tirando alto sulla traversa un pallone non facile ma addomesticabile. Il secondo tempo il Romano Banco si è mostrato subito più intraprendente. Ma il Trezzano non è stato a guardare. Prima di due parate abbastanza facili di Ragolia su tiri di Federico Carlomagno e Federico Ugolotti, Sofi ha entusiasmato i tifosi giallo neri dando vita a uno slalom fra tre avversari : il suo tiro è stato deviato in corner da Broglia.

La giovane promessa

È così arrivato il momento dell’ingresso in campo di Nuth Palmieri, il fuorietà (per difetto: ha tre anni in meno dei suoi compagni e avversari). Il 20 ha subito messo in area una palla che Sofi ha tirato alto sulla traversa. Poi è stato l’autore dell’assist del 3 a 0. Dopo aver recuperato l’ennesima palla, Strazzera lo ha lanciato sulla destra. Il ragazzo si è fatto tutta la fascia, poi ha servito Di Domizio su un piatto d’argento la sfera per il tris giallo nero. Qualche minuto dopo, Palmieri ha messo in scena un’azione personale. Giunto in area è stato messo giù regolarmente.

Tutto può succedere

L’ultima emozione è stata regalata dalla punizione di Ugolotti che abbiamo già raccontato. Al fischio finale è esplosa la gioia di giocatori e tifosi. Nonostante il primo posto in classifica e la soddisfazione di una gara ben giocata, mister Di Stasio ha tenuto i piedi per terra. “La situazione è molto fluida – ha detto – Oggi abbiamo un punto in più del Romano Banco  e tre dell’Iris. Mancano ancora sei partite e tutto può ancora succedere. Se non perderemo la concentrazione mostrata in questa gara, potremo finalmente gioire per un traguardo che manca da tempo alla società: la promozione nel campionato regionale. Allora sì che potremo festeggiare”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

ortopedia INZOLI Officina Naviglio Sport Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
ortopedia Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Auto Testori Sai Barcelo Viaggi