Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 15 Gennaio 2018 15:26
La scoperta

Mensa scuola Robbiolo, la commissione rompe le uova (non biologiche) In evidenza

A poche ore dalla pubblicazione dell'articolo di pocketnews.it sulle anomalie rilevate dalla commissione mensa nella struttura di via Indipendenza, la giunta pubblica un comunicato stampa che conferma l'episodio e annuncia un confronto con l'azienda appaltatrice

I rappresentanti dei genitori, sono arrivati in cucina mentre gli addetti stavano preparando dei rollè di spinaci I rappresentanti dei genitori, sono arrivati in cucina mentre gli addetti stavano preparando dei rollè di spinaci

aggiornamento delle ore 17

 Ecco il testo del comunicato: Personale insufficiente rispetto a quanto previsto dal contratto e derrate alimentari non corrispondenti a quanto indicato nel menù (preparato di uova pastorizzate convenzionale al posto di quello biologico). È quanto hanno trovato venerdì scorso il funzionario del Settore Istruzione del Comune e i genitori della Commissione Mensa durante un sopralluogo insieme presso il Centro pasti presso la scuola Robbiolo. L’Amministrazione comunale ora procederà a inviare una richiesta formale di chiarimento alla società che gestisce il servizio di ristorazione scolastica, primo passo per una contestazione ed eventuali sanzioni.

“La stretta collaborazione tra Comune e Commissione Mensa – spiega l’assessore all’Istruzione David Arboit – è preziosa perché consente un costante monitoraggio di ciò che avviene nelle mense dove mangiano i nostri bambini e ragazzi. Con la Commissione all’inizio dell’anno abbiamo rivisto il menù e abbiamo in programma anche nei prossimi giorni incontri e sopralluoghi per valutare, insieme alla tecnologa alimentare e alla nutrizionista nominate dal Comune, eventuali nuove migliorie per incontrare i gusti dei ragazzi e ridurre gli sprechi, nel rispetto delle normative che riguardano l’alimentazione nelle scuole”.

 L'articolo di pocketnews.it

I rappresentanti dei genitori hanno rovistato nei bidoni della spazzatura, collocati all’esterno della cucina, scoprendo alcuni contenitori vuoti di preparato non biologico appena utilizzati

Corre il rischio di diventare un nuovo terreno di scontro la verifica effettuata venerdì scorso  dalla commissione mensa nella cucina della scuola di Via Indipendenza (Robbiolo) alla quale ha partecipato anche un funzionario del Comune di Buccinasco. Perché scontro? Perché, secondo Alberto Schiavone, consigliere comunale del Movimento 5 stelle, a quattro giorni dal sopralluogo durante il quale sono state rilevate alcune gravi irregolarità, non c’è stata alcuna presa di posizione da parte dell’amministrazione che governa la città.

Assenze ingiustificate

Che cosa è emerso durante la visita della commissione? I rappresentanti dei genitori, sono arrivati in cucina mentre gli addetti stavano preparando dei rollè di spinaci.  Secondo quanto sottoscritto in un’apposita mail ai referenti comunali e all’assessore affinché fossero tutti informati dei fatti,  all’interno della cucina mancava, oltre alla dietista, uno dei due cuochi previsti dalla convenzione tra comune e società di gestione delle mense, la Elior.

L'allarme

Non solo. Ciò che ha più allarmato i membri della commissione è stata la scoperta dell’utilizzo di uova pastorizzate non biologiche, non previste dai protocolli. Alla richiesta di spiegazioni, gli addetti avrebbero fatto vedere una confezione di preparato biologico prelevata da un armadio dove dovrebbero essere conservati i campioni delle confezioni adoperate per poter rilevare numeri di lotto e date di scadenza.

La scoperta

Tutto a posto? Nemmeno per sogno. Ciò che gli addetti alla mensa non potevano prevedere, però, è che alcuni genitori hanno rovistato nei bidoni della spazzatura, collocati all’esterno della cucina, bidoni in cui hanno trovato alcuni contenitori vuoti di preparato non biologico appena utilizzati e gettati. A questo punto, il funzionario del Comune ha chiesto di poter visionare la bolla di accompagnamento del preparato di uova pastorizzate che era stato appena utilizzato in cucina.

Mail incrociate

Messa alle strette, la direttrice del centro cottura ha promesso che avrebbe mandato una e-mail al Comune per informare i responsabili dell’utilizzo di uova convenzionali al posto di uova biologiche. Anche i membri della commissione mensa hanno inviato una mail al comune segnalando l’episodio e chiedendo un aggiornamento sia sulle eventuali spiegazioni che hanno determinato il cambio da uova biologiche a non biologiche, sia spiegazioni su tutte le altre segnalazioni effettuate nei mesi di novembre e dicembre, rimaste sin ora lettera morta. Tutta la vicenda è riportata sul sito della commissione mensa alla pagina https://cmbsite.wordpress.com/

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

 

 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La presentazione
"Tutta colpa di Chiari", ovvero Giulia Mauro e la sua riconoscenza alla vita nonostante le sofferenze

"Tutta colpa di Chiari", ovvero Giulia Mauro e la sua riconoscenza alla vita nonostante le sofferenze

La donna, affetta dalla rara sindrome di Chiari, ha scritto un libro autobiografico presentato a Corsico, in cui si alternano vicende umane e la convivenza con la malattia

Attualità
Gli appuntamenti
Speciale Natale: Cesano e Trezzano tra mercatini, spettacoli teatrali e presepi

Speciale Natale: Cesano e Trezzano tra mercatini, spettacoli teatrali e presepi

Tante occasioni per vivere le città con i propri familiari. Programmi ricchi di iniziative per tutti i gusti e per tutte le età

Attualità
Sotto l'albero
L’atmosfera magica del Natale si diffonde per le strade di Rozzano

L’atmosfera magica del Natale si diffonde per le strade di Rozzano

Oltre alla pista di pattinaggio sul ghiaccio, sono numerosi gli angoli della città che saranno trasformati  in luoghi in cui grandi e piccoli potranno vivere le emozioni del periodo