Seguici su Fb - Rss

Sabato, 13 Gennaio 2018 14:18
L'evento

Buccinasco rimette al centro l’impresa locale

Serata evento alla Cascina Robbiolo: duecento imprenditori locali e lombardi si sono riuniti per creare nuove occasioni di lavoro

Gli imprenditori presenti in Cascina Robbiolo hanno avuto l’opportunità di conoscersi personalmente, di scambiare esperienze, di discutere di prospettive Gli imprenditori presenti in Cascina Robbiolo hanno avuto l’opportunità di conoscersi personalmente, di scambiare esperienze, di discutere di prospettive

Duecento imprenditori (un’ottantina di Buccinasco) hanno dato vita, ieri sera, a un evento che se dovesse mettere radici potrebbe trasformarsi in un’importante occasione di crescita, per le imprese e per il territorio. Si è trattato di una serata da condividere. Per prima cosa per la location. Pochi conoscono la straordinaria bellezza della Cascina Robbiolo, le cui origini affondano nel ‘600 lombardo,  nella sezione che appartiene alla famiglia dell’ex sindaco Lanati. È stata una sorpresa per la maggioranze degli invitati.

Il Circolo delle Imprese

Poi per i contenuti. La serata è stata organizzata dal “Circolo delle imprese”, un’associazione fondata tre anni fa da Alessandro Fiorentino, Gabriele Barrucco, e Simone Paleari, supportati da Massimiliano Salini, presidente della Commissione trasporti , industria e turismo dell’unione europea. Qual è la mission dell’organizzazione? Far incontrare le imprese, gli imprenditori, individuare tra di loro sinergie che permettano di creare valori, anche economici. In poche parole è un traino all’economia.

Un parterre de roy

In che modo? Creando appunto eventi come quello tenutosi a Buccinasco in cui gli imprenditori presenti hanno avuto l’opportunità di conoscersi personalmente, di scambiare esperienze, di discutere di prospettive. In Cascina c’era un vero e proprio “parterre de roi”. A cominciare dal padrone di casa, appunto, Guido Lanati, poi Vincenzo Virgara (Staff srl), Domenico De Palo ( Daxdoor porte automatiche), i titolari dello studio Bertolazzi- Paradiso (studio legale penale societario), quelli dello studio Storchi (costruttori), Pietro e Leone Tuscano ( costruttori), Stefano Pavesi ( sistemi satellitari), Caterina Romanello (efficientamento energetico), Bini Smaghi (Altea srl Elettronica).

Il carburante per ripartire

Il Circolo delle Imprese, come detto, è nato tre anni fa con l’obiettivo di  creare un luogo gratuito in cui sostenere l’imprenditore e renderlo protagonista,un luogo  dove le sue peculiarità – genialità, coraggio, creatività e senso del sacrificio - non venissero penalizzate, ma valorizzate e trasformate  in carburante per far ripartire all’interno del Paese una nuova cultura d’impresa.

I coordinatori di zona

Come funziona? Ha una struttura snella. Ci si iscrive via web e ci si accredita per partecipare agli eventi che organizza. Poi, tramite i coordinatori di zona (quello del sud ovest Milanese è Simone Bicocchi, di Buccinasco) si entra in contatto con imprenditori dello stesso settore o di settori diversi che possono diventare potenziali partner. Il contatto diretto crea occasioni di lavoro e di sviluppo per la propria azienda, per i propri prodotti, per i propri servizi. Come detto l’iscrizione è gratuita, ognuno mette a disposizione la propria esperienza e la condivide con gli altri. Gli eventi si tengono mediamente una volta al mese e sono itineranti. Il prossimo si svolgerà a Brescia.

Info:  http://www.circolodelleimprese.it/


Seguici sulla nostra pagina Facebook

Pubblicità

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La novità
L’Omnicomprensivo apre le porte al Liceo Biomedico

L’Omnicomprensivo apre le porte al Liceo Biomedico

Si tratta di un percorso di orientamento alle professioni sanitarie, organizzato in collaborazione con il Ministero dell’Università e la Federazione nazionale dei medici chirurgici e degli odontoiatri

Attualità
La verifica
Emissioni di polveri ferrose nell’aria, nuovo sopralluogo dei tecnici in Marchesina

Emissioni di polveri ferrose nell’aria, nuovo sopralluogo dei tecnici in Marchesina

Effettuato questa mattina una verifica all’interno della Perego spa, a Trezzano, per verificare il rispetto dell’ordinanza comunale notificata dopo l’allerta ambientale dei giorni scorsi

Attualità
Il caso del giorno
Trezzano, nuova allerta ambientale al quartiere Marchesina?

Trezzano, nuova allerta ambientale al quartiere Marchesina?

Secondo i tecnici Arpa, un’azienda che tratta materiali ferrosi della zona non ha un idoneo sistema di depurazione delle emissioni e nemmeno per il trattamento delle acque reflue