Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 28 Giugno 2017 08:29
Amministrative 2017

Consiglio comunale, il giudice dell'ufficio elettorale rimescola le carte

Il magistrato inviato dal Tribunale di Milano per la convalida dei risultati elettorali rifà i conti e modifica l'elenco degli eletti a Buccinasco. Ecco le sorprese

Il giudice dell'ufficio elettorale del Tribunale di Milano modifica l'elenco degli eletti al Consiglio comunale di Buccinasco Il giudice dell'ufficio elettorale del Tribunale di Milano modifica l'elenco degli eletti al Consiglio comunale di Buccinasco

Tutto da rifare o quasi. L'elenco degli eletti al Consiglio comunale ha subito qualche modifica che forse lascerà dietro di sé strascichi giudiziari che lasceranno aperta la partita per chissà quanto tempo. Le modifiche sono state imposte dal magistrato inviato dal Tribunale di Milano per la convalida dei risultati e quindi degli eletti. Il giudice ha quindi corretto i conteggi effettuati dall'ufficio elettorale comunale, diffusi ieri da pocketnews.it. Chiariamo subito: le modifiche non riguardano i consiglieri comunale eletti tra le fila della maggioranza, ma tra quelli della minoranza.

Romanello in

A cominciare dalla posizione di Caterina Romanello, candidata sindaco della lista Buccirinasco che al primo turno aveva conquistato il 10% delle preferenze.  Secondo una corrente giurisprudenziale, con l'apparentamento deciso in favore di Licata, la Romanello avrebbe perso il ruolo di candidato sindaco e quindi il diritto di sedere in consiglio comunale in favore di Simona Cappuccini che ha riportato il maggio rnumero di preferenze. Il giudice inviato a Buccinasco ha sposato un'altra corrente di pensiero e ha riassegnato il seggio alla Romanello.

Galli out

Un altro fronte su cui il giudice è intervenuto è sugli eletti di Forza Italia e M5s. i primi conteggi avevano assegnato alle due forze politiche due seggi a testa. Con i nuovi conteggi, il movimento che fa capo ad Alberto Schiavone perde un posto in faore degli azzurri di Licata. Esce Riccardo Galli ed entra Luigi Iocca. La notizia non ha colto di sorprese Nicolò Licata, candidato sindaco del centrodestra che ha sottolineato come l'acquisizione del terzo consigliere permetterà a Forza Italia di rappresentare al meglio le istanze dei moderati di Buccinasco.

Il paradosso M5s

L'intera vicenda, però corre il rischio di avviare una stagione di ricorsi e controricorsi. Accetteranno gli esclusi di rimanere fuori dai giochi? O avvieranno azioni giudiziarie che da una parte tendono a difendere diritti ritenuti lesi, dall'altra parte metterebbero delegittimerebbero tutto, o gran parte del lavoro dell'opposizione. Non si conoscono le reazioni di Simona Cappuccini. Schiavone da parte sua ha dichiarato di non aver intenzione, per il momento, di presentare ricorso. "Al momento - ha detto - non abbiamo la forza economica per presentarlo.Se dovessimo trovare i fondi ci penseremo. Però, siamo la seconda forza poliitca di Buccinasco e ci lasciano con un solo consigliere: dal punto di vista della rappresentanza, mi sembra davero paradossale."

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Amministrative & dintorni
Corsico 2020: la carica dei 200 (candidati) per 25 posti in Consiglio comunale

Corsico 2020: la carica dei 200 (candidati) per 25 posti in Consiglio comunale

Nelle liste ci sono vecchie e nuove conoscenze della vita amministrativa corsichese, ex consiglieri comunali ed ex assessori

Politica
Elezioni & dintorni
Contro le infiltrazioni delle mafie in politica, il  Pd anticiperà le liste dei candidati alla Prefettura

Contro le infiltrazioni delle mafie in politica, il Pd anticiperà le liste dei candidati alla Prefettura

Amministrative 2020: il Partito democratico anticiperà le liste elettorali affinché vengano controllate e si impedisca che vengano influenzate della 'ndrangheta o da altre organizzazioni criminali

Politica
La querellle
Rozzano, scatta la guerra dei comunicati tra maggioranza e opposizione

Rozzano, scatta la guerra dei comunicati tra maggioranza e opposizione

Il j’accuse del Pd è preciso e punta al bersaglio grosso: il presidente del Consiglio comunale Marco Macaluso che replica serafico: riguardatevi i filmati