Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 16 Marzo 2020 18:57
Mafia & dintorni

I carabinieri di Buccinasco arrestano l’ultimo boss della vecchia ‘Ndrangheta

L’ordine di carcerazione è partito dalla Procura della Repubblica del Tribunale Milano: deve scontare una vecchia pena

Finalmente una notizia di vita ordinaria oltre il coronavirus, anche se di vita criminale si tratta. Questa mattina, i carabinieri di Buccinasco hanno arrestato Agostino  Catanzariti, 73enne nato Platì in provincia di Reggio Calabria, ritenuto uno degli ultimi vecchi boss della ‘ndrangheta del Sud ovest milanese.

Prima generazione

Catanzariti, domiciliato Corsico in via Quattro Novembre, nullafacente, pregiudicato era affiliato alla cosca dei Barbaro-Papalia di prima generazione, quella dei Rocco e dei suoi fratelli Antonio e Domenico. Il primo, dopo 25 anni trascorsi in carcere per omicidio, è appena tornato in città dopo un periodo di circa due anni trascorsi in una casa lavoro, i secondi detenuti al 41 bis.

Pena residua

L’ordine di carcerazione nei confronti di Catanzariti era stato firmato lo scorso due marzo dalla Procura Generale della Repubblica del Tribunale di Milano, perché deve scontare una pena residua di 4 anni di reclusione, perché condannato per associazione di tipo mafioso, estorsione, falsa testimonianza aggravata e spaccio, reati commessi a Milano e dintorni negli anni 2012-2014.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Il caso del giorno
Notizie dell’altro mondo: fingono un malore per derubare un’anziana donna che li soccorre

Notizie dell’altro mondo: fingono un malore per derubare un’anziana donna che li soccorre

La Polizia di Stato ha arrestato tre pluripregiudicati e li ha accusati di furto aggravato in concorso ai danni di una signora di 78 anni

Cronaca
Tragedia evitata
Incidente a Rozzano: nonno protegge con il proprio corpo il nipotino

Incidente a Rozzano: nonno protegge con il proprio corpo il nipotino

Entrambi sono stati investiti da un’auto mentre attraversavano le strisce pedonali poste a poca distanza dal distributore di carburante

Cronaca
L'allarme
Violenza sessuale lungo il Naviglio, una donna in bicicletta aggredita e violentata

Violenza sessuale lungo il Naviglio, una donna in bicicletta aggredita e violentata

I carabinieri danno la caccia a un giovane dalla corporatura esile con occhi e capelli castani che indossava una maglietta bianca