Seguici su Fb - Rss

Sabato, 12 Ottobre 2019 14:42
La denuncia

Riqualificazione di via Di Vittorio a Buccinasco, la protesta dei residenti

All’appello, lanciato da Caterina Romanello della lista Buccirinasco, hanno risposto una sessantina di residenti

Nella foto, la prtesta dei residenti di via Di Vittorio Nella foto, la prtesta dei residenti di via Di Vittorio

Una sessantina di persone hanno partecipato questa mattina alla manifestazione di protesta per la “riqualificazione” di via Di Vittorio, costata oltre ottocentomila euro, dal risultato che agli occhi dei più appare sconcertante. All’appello, lanciato da Caterina Romanello della lista Buccirinasco, hanno risposto appunto, una sessantina di residenti.

A regola d'arte?

Dopo quindici mesi di lavori, infatti, al posto di un centinaio di robinie ad alto fusto che avevano trasformato la strada nella via più bella di Buccinasco, i residenti si ritrovano un centinaio di alberelli spogli, qualche cespuglio spelacchiato, e una serie di lavori (asfaltatura in primis) che, a detta della stessa amministrazione comunale, non sono stati eseguiti a regola d’arte.

Non solo alberi



Non solo gli alberi. I residenti lamentano anche il mancato abbattimento delle barriere architettoniche. Attraversare la strada  è difficile per una mamma con il suo passeggino, impossibile per un disabile che per aggirarle è costretto a un lungo percorso.

Fiore all'occhiello

La riqualificazione della via e il taglio delle Robinie era stato presentato come il fiore all’occhiello della giunta che governa la città: lo aveva giustificato con la necessità di allargare la carreggiata per permettere il transito dei mezzi pubblici e con la tutela della sicurezza perché alcune robinie erano ammalate e correvano il rischio di provocare danni se fossero caduti accidentalmente.

Le polemiche

Sull’operazione,  si è abbattuto un fiume di polemiche tra i sostenitori e gli oppositori. Polemiche che non si sono affatto placate con la fine dei lavori. Anzi. Il risultato – desolante a detta dei più -  le ha alimentate. E la manifestazione di questa mattina ne è l’esempio.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

sponsorizzato da:

1 commento

  • Link al commento Fabio Sabato, 12 Ottobre 2019 17:45 inviato da Fabio

    Una sessantina? Perché in tutte le foto se ne contano al max una 20ina? O forse avete contato anche tutti quelli che abitano in via di Vittorio!

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La scadenza
Nuova Imu: si paga entro il 16 giugno (l’acconto o l’intero balzello)

Nuova Imu: si paga entro il 16 giugno (l’acconto o l’intero balzello)

Ecco come calcolare l’acconto: i comuni, compresi quelli del Sud Ovest (Assago, Buccinasco, Cesano, Corsico, Cusago, Rozzano e Trezzano) hanno poi tempo sino al 31 luglio 2020 per decidere le nuove aliquote

Attualità
Il post Covid
Cesano investe 650mila euro nei centri estivi riservati ai figli di chi lavora

Cesano investe 650mila euro nei centri estivi riservati ai figli di chi lavora

Pronte all’apertura le strutture che ospiteranno i bambini i cui genitori non possono rivolgersi a baby sitter o nonni: funzioneranno anche in agosto

Attualità
L'iniziativa
Corsico a misura di bicicletta: sabato 6 giugno, flashmob per “ridisegnare” la città

Corsico a misura di bicicletta: sabato 6 giugno, flashmob per “ridisegnare” la città

Dopo Legambiente, anche “Corsico Rossa e solidale” scende in campo per rivoluzionare la mobilità sulle sponde del Naviglio e dintorni