Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 03 Ottobre 2019 16:29
"Made in China"

Buccinasco: blitz delle forze dell’ordine, sequestrati due capannoni gestiti da cinesi

I militari e i funzionari comunali hanno riscontrato una realtà di degrado assoluto con  condizioni igienico sanitarie non adeguate né allo svolgimento delle attività e nemmeno ad ospitare le famiglie che ci vivevano dentro

All’intervento, coordinato dai carabinieri del Nucleo centrale dell’ispettorato del lavoro, ha partecipato la polizia locale di Buccinasco All’intervento, coordinato dai carabinieri del Nucleo centrale dell’ispettorato del lavoro, ha partecipato la polizia locale di Buccinasco

Un blitz delle forze dell’ordine, accorse in massa in via Calatafimi, a Buccinasco, ha permesso ieri mattina di sequestrare due capannoni in cui qualche decina di cittadini cinesi lavoravano pellami e tessuti vari. All’intervento, coordinato personale degli assessorati all’urbanistica e al commercio del comune di Buccinasco e coadiuvato dai carabinieri del Nucleo centrale dell’ispettorato del lavoro, ha partecipato la polizia locale di Buccinasco assieme alla vigilanza urbana di Corsico ed Assago e i carabinieri di Corsico.

Degrado assoluto

All’interno dei capannoni, i militari e i funzionari hanno riscontrato una realtà di degrado assoluto con  condizioni igienico sanitarie non adeguate né allo svolgimento delle attività e nemmeno ad ospitare intere famiglie di cinesi che oltre a lavorare, dormivano, mangiavano e sopravvivevano in stanze adibite a camere da letto di fortuna senza le opportune condizioni igienico-sanitarie e di sicurezza, con scarsa pulizia degli ambienti.

Permesso di soggiorno

I carabinieri di Corsico, chiamati come rinforzo per l’identificazione delle persone, hanno individuato alcuni lavoratori senza permesso di soggiorno e li hanno trasferiti a Milano. Sono stati scoperti undici lavoratori irregolari (su una ventina verificati), di cui cinque anche senza permesso di soggiorno. Polizia locale e funzionari hanno verificato la compatibilità delle strutture con le attività svolte.

Abusi edilizi

Durante l'intervento, sono stati riscontrati abusi edilizi e documentazione non conforme. Analizzati tutti i documenti, è stato deciso di  porre sotto sequestro uno dei due edifici, che sono sì destinati a uso produttivo ma certamente non come abitazione per i dipendenti degli affittuari degli immobili. Entrambi gli edifici sono stati dichiarati inagibili e inabitabili. A proprietà e gestori è stato ordinato di sgomberarli entro 48 ore "attuando interventi volti a impedirne l’utilizzo fino al ripristino delle condizioni di salubrità, igienico-sanitarie e di sicurezza".

La storia si ripete

Quello di ieri mattina è il quarto caso caso scoperto in pochi mesi a Buccinasco. Era già successo a metà ottobre 2018: un  controllo da parte dei tecnici comunali del Settore Urbanistica ed Edilizia privata, in via della Resistenza, all’interno di un capannone, era stato scoperto un dormitorio di decine di operai al suo interno.

La costante

Pochi mesi dopo, nell’aprile del 2019, è stata la volta di via Fermi, sempre all’interno di un capannone, tecnici e forze dell’ordine avevano riscontrato una vicenda analoga, anche se il numero delle persone coinvolte era decisamente più basso. La costante di tutte queste scoperte è la lavorazione, quasi sempre, di prodotti di pelletteria e tessuti di vario genere. Sarebbe interessante capire se ai vertici delle aziende "made in China" ci siano sempre le stesse persone. Un corso per imparare le regole "made in Italy" non gli farebbe male.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Sponsorizzato da:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Ci risiamo
Corsico: rissa nella notte in piazza del Ponte, un ferito ricoverato al san Carlo

Corsico: rissa nella notte in piazza del Ponte, un ferito ricoverato al san Carlo

Protagonisti, si fa per dire, un gruppo di extracomunitari, secondo le notizie raccolte di origini marocchine

Cronaca
Tragedia sfiorata
Infortunio sul lavoro a Trezzano: due operai ustionati dall’olio bollente

Infortunio sul lavoro a Trezzano: due operai ustionati dall’olio bollente

L’incidente è avvenuto poco prima delle sedici in una officina meccanica. Le condizioni di uno dei feriti sono apparse gravi, tanto che è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso

Cronaca
Lotta allo spaccio
Va con il compagno a spacciare droga e lascia i figli soli in casa: 29enne denunciata per abbandono di minore

Va con il compagno a spacciare droga e lascia i figli soli in casa: 29enne denunciata per abbandono di minore

Si tratta di una bambina di dieci anni che ha anche un braccio ingessato e di un bimbo di due