Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 01 Febbraio 2017 09:55
Il confronto

Siamo attenti alle persone. No, ignorate il ceto medio

Il Consiglio comunale di Buccinasco ha approvato il bilancio di previsione con il voto contrario dell’opposizione

Sul bilancio di previsione, il confronto tra maggioranza e opposizione di Buccinasco Sul bilancio di previsione, il confronto tra maggioranza e opposizione di Buccinasco

Da un lato si esaltano le qualità dello strumento di programmazione delle attività del Comune, dall’altro si accusa di aver ignorato le esigenze del ceto medio. Gli uni confermano che continuerà a garantire e migliorare i servizi senza aumentare tributi e tariffe, gli altri chiedono perché tributi e tariffe non sono stati limati.

Il miglioramento dei servizi

Si è giocato su questi binari il confronto tra maggioranza e opposizione  nell’aula consiliare di Buccinasco. Per la giunta, il bilancio conferma la precisa scelta politica di occuparsi in primo luogo della persona, rispondendo ai bisogni della cittadinanza. Fondamentale, sempre secondo gli assessori, la gestione corretta dell’ordinaria amministrazione che, su indicazione di Giunta e maggioranza, ha garantito il mantenimento e il miglioramento di tutti i servizi senza alcun aumento di tributi e tariffe. E infine, è stato sottolineato l'efficace l’impegno nella lotta all’evasione fiscale con risultati superiori alle attese, l’attenta gestione delle gare d’appalto, mai contestate, e la politica sul personale che, dopo un lungo periodo di blocco imposto dalla legge, vedrà l’assunzione di tre agenti di Polizia locale e tre impiegati amministrativi, oltre al rafforzamento del settore tecnico del Comune.

Il massimo delle aliquote

L’opposizione, per bocca dei consiglieri Cortinovi,  Iocca e De Palo, ha chiesto perché se il bilancio è così virtuoso non si è pensato a una riduzione anche minima dei tributi, soprattutto in ambito di tributi sulla casa, I cui proprietari pagano il massimo delle aliquote.  Così se da una parte si è accusata la giunta di non aver volute dare un’impronta sociale al bilancio anche adottando una politica tributaria meno aggressiva, dall’altro  si è posto l’accento proprio sulla dimensione sociale dello stesso documento sottolineando l’importanza dell’investimento sulle giovani generazioni, con oltre tre milioni di euro per i fondi destinati ai progetti formativi nelle scuole, al sostegno agli alunni con disabilità (con una spesa maggiore rispetto al passato in risposta alla crescita del bisogno delle famiglie). Alla fine la maggioranza compatta ha votato a favore, la minoranza contro.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
La battaglia
Forza Italia senza pace, la sezione di Corsico ancora commissariata

Forza Italia senza pace, la sezione di Corsico ancora commissariata

Il Collegio dei probiviri ha accolto il ricorso di Giacomo Di Capua azzerando i nuovi vertici eletti nel corso di un’assemblea svoltasi il 24 novembre scorso. Entro fine mese le motivazioni

Politica
La polemica
Elezioni comunali a Corsico: l’unità del centrosinistra è solo un’utopia?

Elezioni comunali a Corsico: l’unità del centrosinistra è solo un’utopia?

Le rappresentanti di Italia in Comune replicano ai candidati alle primarie di Pd e Insieme per Corsico, dando la loro versione sul fallimento delle trattative per allargare la coalizione

Politica
Il duello
Corsico, primarie del Centrosinistra: intervista doppia ai candidati

Corsico, primarie del Centrosinistra: intervista doppia ai candidati

Roberto Masiero e Stefano Ventura  spiegano le ragioni della loro candidatura e perché gli elettori dovrebbero sceglierli come possibili sindaci della città