Seguici su Fb - Rss

Martedì, 30 Aprile 2019 09:30
Il caso del giorno

Per la scuola di via Tiziano una (brutta) sorpresa post uovo di Pasqua In evidenza

Al rientro dalle vacanze,  ragazzi e docenti hanno trovato molte classi piene di polveri di calcinacci, banchi sistemati alla meno peggio, attrezzature non al loro posto

Nella foto di repertorio, il ritorno in classe dopo le vacanze pasquali Nella foto di repertorio, il ritorno in classe dopo le vacanze pasquali

Una brutta sorpresa ha accolto ieri mattina gli studenti della scuola media di via Tiziano, a Buccinasco: le loro aule erano in uno stato definito dalla preside Antonella La Capra, “ non conforme”. E questo ha provocato non pochi disagi. La causa?  I lavori di ristrutturazione cui da mesi la struttura è sottoposta.

Scuola "non pulita"

Lavori proseguiti anche durante le vacanze pasquali e il ponte del 25 Aprile. Ieri al rientro, ragazzi e docenti hanno trovato molte classi ancora piene di polveri di calcinacci, banchi sistemati alla meno peggio, attrezzature non al loro posto. “Più che inagibili, non sono io che ne determino l’agibilità, ma i tecnici comunali  – ha confermato a pocketnews.it la dirigente scolastica – le aule non erano pulite”.

Ripresa dell'attività autorizzata dai tecnici

Le cause quindi sarebbero da trovarsi nel mancato rispetto del cronoprogramma dei lavori. Quelli di pulizia e risistemazione delle aule doveva finire domenica. Probabilmente qualcosa è rimasto indietro. Certo è che lo spettacolo che si è presentato agli occhi degli studenti e docenti non era il massimo. I tecnici comunali subito interpellatati non hanno ravvisato alcun elemento di inagibilità e hanno autorizzato, sotto la loro responsabilità, la ripresa delle lezioni.

Personale scolastico allertato

La preside ha fatto intervenire il personale scolastico per rimettere in ordine e ripulire quello che la stessa azienda incaricata delle pulizie post lavori non era riuscita a completare. “Avrei preferito che la scuola fosse in perfetto ordine – ha confessato Antonella La Capra – ma con l’importanza dei lavori eseguiti non è stato possibile. Peccato”.

Nuovo controllo

Così è stato richiesto un ulteriore intervento di pulizia, subito accordato, e la scuola ha potuto svolgere nei limiti del possibile la propria attività. Questa mattina tecnici e addetti ai lavori hanno eseguito un nuovo controllo. Secondo loro è tutto ok. Intanto, ieri, Alessandro Quarta, presidente del comitato dei genitori dell’istituto ha inviato ai rappresentanti della scuola secondaria un messaggio con il quale consigliava di coprire meglio i ragazzi “perché fa un po’ freschino e purtroppo i caloriferi non si possono riaccendere”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Lo spettacolo
All’Omnicomprensivo va in scena il vero mistero del “Bosone di Higgs”

All’Omnicomprensivo va in scena il vero mistero del “Bosone di Higgs”

Lo spettacolo nasce da una idea della prof. Raffaella Brunetti del liceo Vico, che ha scritto il testo insieme al collega Andrea Roselli, mentre alcuni studenti della 5b hanno curato l'incipit

Attualità
La cerimonia
Rozzano, il Giardino dei Giusti intitolato a don Massimo Mapelli, il prete degli ultimi

Rozzano, il Giardino dei Giusti intitolato a don Massimo Mapelli, il prete degli ultimi

45 anni, prete gigantesco di stazza e di cuore, in pochi anni da responsabile dalla Caritas ha creato una incredibile rete di solidarietà

Attualità
Crisi abitativa
La Lombardia stanzia 16 milioni per 49 progetti recupero alloggi sfitti

La Lombardia stanzia 16 milioni per 49 progetti recupero alloggi sfitti

Assago, Cesano, Trezzano e Rozzano. In totale saranno 23 i comuni della città metropolitana che beneficeranno dei contributi