Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 22 Ottobre 2018 16:08
Come si combatte la 'Nrangheta

I “Fatti e Misfatti” di Buccinasco in onda sul TgCom 24 di Paolo Liguori

L’appuntamento con la rubrica “Fuorilegge” oggi alle 13,30 sul canale Mediaset all’interno di uno spin off che dedica una puntata alla settimana alla mafia e alla criminalità

Nella foto lo studio di Fatti e Misfatti con da sinistra a destra, il procuratore antimafia Federico Cafiero de Raho, Paolo Liguori e Klaus Davi Nella foto lo studio di Fatti e Misfatti con da sinistra a destra, il procuratore antimafia Federico Cafiero de Raho, Paolo Liguori e Klaus Davi

È andata in onda oggi, nel primissimo pomeriggio, su TgCom 24 canale 51, uno spin off di 'Fatti e Misfatti', ideata e condotta da Paolo Liguori. Si chiama “Fuorilegge” lo spazio che il giornalista, insieme a Klaus Davi, dedica e dedicherà ogni settimana alla criminalità organizzata e all'impresa criminale in Italia e all'estero. Il primo ospite in studio è stato Federico Cafiero de Raho, procuratore antimafia. Durante il programma è andata in onda anche l'aggressione a Klaus Davi presso il Bar Lyons di Buccinasco sulla quale pende un'indagine della Procura di Milano.

Fatti e Misfatti

Fatti e Misfatti è un programma di approfondimento sull’attualità politica condotto da Paolo Liguori, che dal 2003 è direttore di Tgcom, testata internet e multimediale di Mediaset. http://fattiemisfatti.tgcom24.it/ è il suo blog.  La prima puntata di “Fuorilegge” è andata in onda di lunedì ma quelle successive sono previste il martedì sempre alle 13.30, in diretta. Klaus Davi è stato e sarà spedito nei territori ad alta densità mafiosa come Milano sud, la cintura torinese, ma naturalmente anche le enclave mafiose del centro Italia  e quelle storiche del sud.

Il bar Lyons

Federico Cafiero de Raho ha introdotto l’argomento dicendo che la mafia “si combatte se la si conosce”. E per conoscerla, Davi era venuto a Buccinasco con una telecamera nascosta. Il massmediologo voleva realizzare alcune riprese da inserire nel suo format “Gli Intoccabili”, e in tarda sera, l’episodio è del 14 dicembre 2017, si era presentato al bar Lyons in viale dei Mille. Il bar era noto per essere un punto di riferimenti per i boss della ‘Ndrangheta lombarda dai Papalia ai Barbaro.  

L'aggressione a Davi

Quì, Davi fu riconosciuto da alcuni clienti che gli chiesero conto del suo interesse per la ‘ndrangheta. I toni inizialmente amichevoli,  dopo che un cliente si era accorto della microcam nascosta da Davi, diventarono ostili. Un gruppo di malintenzionati si avventò contro di lui, strappandogli la microcam da dosso per poi distruggerla. Volarono insulti e minacce di morte. Fortunatamente altri clienti che erano presenti fermarono l’aggressione e permisero a Davi di uscire indenne dal locale. Il video è andato in onda oggi pomeriggio.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Automobilisti indisciplinati nel mirino
Sicurezza sulle strade: tutti i numeri dell’operazione Smart 2019

Sicurezza sulle strade: tutti i numeri dell’operazione Smart 2019

Oltre 300 gli agenti impegnati In tutto , 16 mezzi operativi, 16 moto, 31 etilometri, 9 drugtest, 16 telelaser: controllati oltre 12mila veicoli

Cronaca
L'attentato
Brucia nella notte l’Erica bar, il ritrovo dei pregiudicati del Corsichese

Brucia nella notte l’Erica bar, il ritrovo dei pregiudicati del Corsichese

I pompieri hanno ritrovato una tanica di benzina forse utilizzata dai piromani per appiccare l’incendio al locale

Cronaca
La tragedia
Era di Rozzano il giovane trovato morto nella piscina di Via Don Abbondio, a Milano

Era di Rozzano il giovane trovato morto nella piscina di Via Don Abbondio, a Milano

Si chiamava Marco Scarcella e con la la fidanzata sarebbe arrivato fuori dal centro sportivo. Poi avrebbe deciso di scavalcare per fare un bagno sotto le stelle, insieme alla ragazza