Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 13 Settembre 2018 21:12
Rivendicazioni

Buccinasco, i dipendenti di Amazon proclamano lo sciopero In evidenza

Affermano di trovarsi "di fronte a carichi di lavoro insostenibili e straordinari spesso non retribuiti” e chiedono un’occupazione e stipendi  dignitosi

Nella foto un drivers di Amazon Nella foto un drivers di Amazon

 In Lombardia i corrieri in appalto ad Amazon sciopereranno domani, venerdì 14 settembre, a partire dalle 6.30. Ci saranno 3 presidi nei principali stabilimenti: all'impianto di Origgio (VA), di Milano (Via Toffetti) e di Buccinasco (Via dell'Artigianato). I lavoratori, tramite i propri rappresentanti sindacali riuniti sotto la sigla Filt Cgil, sostengono di trovarsi "di fronte a carichi di lavoro insostenibili e straordinari spesso non retribuiti”.

Una vita lavorativa sicura e dignitosa

“Amazon – hanno sottolineato in un comunicato - deve capire che i drivers rappresentano l'immagine stessa della multinazionale, sono uomini e donne che hanno diritto a una vita lavorativa sicura, con salari adeguati e un'organizzazione del lavoro equa e dignitosa".

Seguici sulla nostra pagina Facebook

powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La crisi continua
Ex Sidis, la protesta dei lavoratori arriva al Pirellone

Ex Sidis, la protesta dei lavoratori arriva al Pirellone

L’azienda proprietaria  è stata posta in concordato fallimentare per cui ogni accordo deve necessariamente passare al vaglio del giudice

Attualità
L'avviso
Scatta il prossimo 28 gennaio, l’asciutta del Naviglio

Scatta il prossimo 28 gennaio, l’asciutta del Naviglio

In programma lavori per il ripristino delle sponde e per la manutenzione straordinaria delle alzaie oltre alla lotta alle erbe acquatiche

Attualità
Operazione Caboto
17.500 euro di multe all’officina “abusiva”

17.500 euro di multe all’officina “abusiva”

Riscontrate numerose irregolarità amministrative. Notificate al proprietario dell’attività, sanzioni per l’omessa indicazione alla Camera di Commercio del trasferimento dell’attività, mancanza della Scia comunale oltre al reato di favoreggiamento all’immigrazione