Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 09 Agosto 2018 19:52
Marito violento

Rientra a casa ubriaco e picchia la moglie: arrestato

La vittima ricoverata in ospedale a causa di un trauma cranico, la prognosi è di 12 giorni

L'uomo è stato arrestato e rinchiuso a San Vittore L'uomo è stato arrestato e rinchiuso a San Vittore

Quando è rientrato a casa, ieri sera, era come sempre ubriaco. E si è subito accanito contro la moglie, colpevole ai suoi occhi di avergli preso il cellulare che in quel momento non trovava. L'ha afferrata per i polsi, strattonata e scaraventata a terra, facendole sbattere violentemente la nuca sul pavimento. L'uomo, un italiano di 62 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Buccinasco.

Il trauma

Ora è rinchiuso a San Vittore con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. La donna, una 57enne originaria dell'Ucraina ma con cittadinanza italiana, è stata invece trasportata in ospedale con un trauma cranico e altre ferite giudicate guaribili in 12 giorni.

Recidivo

Per i carabinieri, convincerla a denunciare il marito non è stato facile. I due sono sposati da una decina d'anni, ma soprattutto negli ultimi mesi - complici anche i problemi di alcolismo dell'uomo - maltrattamenti e pestaggi contro la moglie erano all'ordine del giorno. Il 62enne è nuovo a episodi di questo genere: era stato già arrestato nel 2006 arrestato dopo aver picchiato la sua prima moglie.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Controllo del territorio
Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Erano nascoste in un furgone parcheggiato in via Salieri davanti al numero 25

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

Si chiama Ristofar la società confiscata dalla Guardia di Finanza al clan dei Mazzei. Ha la sede in viale Lazio, 25, e risulta essere sottoposta a procedura di fallimento

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
Buccinasco, non solo ‘ndrangheta: Gdf confisca beni mafiosi per 32 milioni di euro

Buccinasco, non solo ‘ndrangheta: Gdf confisca beni mafiosi per 32 milioni di euro

Tutte le proprietà sono riconducibili a un affiliato del clan Mazzei,  famiglia storicamente legata ai corleonesi di Totò Riina, il boss scomparso appena un anno fa