Seguici su Fb - Rss

Martedì, 13 Dicembre 2016 12:17
Le Pagelle

Le pagelle del Consiglio comunale

È stato un consiglio comunale anomalo. Lo hanno riconosciuto gli stessi protagonisti. Il motivo? Tutti o quasi tutti i punti all’ordine del giorno sono stati votati all’unanimità. E quelli in cui non c’è tata unanimità al massimo ci si è astenuti.  Nemmeno un brivido, una polemica. Un consiglio prenatalizio in cui il “volemose bene” ha prevalso su tutto. L'unico brivido, se così si può dire, un piccolo, tenue, leggero battibecco tra il sindaco Maiorano e il capogruppo del centrodestra Cortinovi

Sindaco, presidente del consiglio comunale, e assessori di Buccinasco Sindaco, presidente del consiglio comunale, e assessori di Buccinasco

DAVID ARBOIT – Pd – voto 6,5 – Il probabile prossimo candidato alla carica di sindaco per il Pd, armeggia per quasi tutta la serata nel tentativo di assicurare la connessione wi-fi ai suoi colleghi

OTTAVIO BALDASSARRE – Pd – sv

CARLO BENEDETTI - Gruppo Misto – sv

FILIPPO BINI SMAGHI - Unione Di Centro – voto 6 – Deve essere apprezzato da tutti se hanno modificato il regolamento comunale per permettergli di far parte delle commissioni

GRAZIA CAMPESE – Pd – sv

ELISA CAPANNA - Per Buccinasco - sv

MATTEO CARBONERA – Pd – voto 7 – Il figlio dell’ex sindaco Carbonera, applaude De Palo che solleva la questione dell’accesso agli atti e ribadisce la necessità, davanti a un’aula consiliare deserta, di far partecipare in modo più attivo i biccinaschini alla vita politica

FIORELLO CORTIANA - Coalizione Civica – voto 6,5  - Ha sollevato la questione della Città metropolitana milanese e chiesto che diventi presto un organismo con poteri decisionali, magari legittimato dal voto popolare, perché altrimenti non si capisce a cosa serva visto lo stato dei trasporti, delle strade e di mille altre cose di sua competenza

SERENA CORTINOVI – Centrodestra – voto 6 – Per il capogruppo del centrodestra, l’unico compito di Gentiloni è quello di approvare una legge elettorale e andare subito al voto per eleggere un nuovo Parlamento, altro che intervenire su ruoli e compiti delle Città metropolitane, come richiesto da Cortiana
 
CLARA DE CLARIO – Verdi – sv

DOMENICO DE PALO - Coalizione Civica – voto 6 – Vorrebbe ricevere in anticipo i documenti sugli argomenti che si discutono in commissione. Pretende forse troppo?

LUIGI IOCCA  – Centrodestra – sv

GIAMBATTISTA MAIORANO – Pd – voto 6 – Prima concorda con Cortiana sulla necessità di dare un ruolo alla città Metropolitana, poi rimprovera Cortinovi che mette in dubbio la legittimità del neo presidente del consiglio Gentiloni a governare il Paese

SIMONE MERCURI – Pd – sv

ROSA PALONE - Per Buccinasco - voto 7 – Ha il piglio del comandante in campo per come dirige, da presidente, il Consiglio Comunale. Maiorano avrebbe volentieri fatto a meno di leggere tutte quelle “carte”, lei lo richiama all’ordine e lo “invita” a farlo

STEFANO PARMESANI – Pd – sv

ALBERTO PERONACI - Per Buccinasco - sv

RINO PRUITI – Pd – sv – Assente giustificato

LUIGI RAPETTI – Centrodestra – sv

ANGELO SPEDALE - Gruppo Misto – sv

PAOLA GIUSEPPINA STURDÀ – Pd – sv

Altro in questa categoria: Le pagelle del Consiglio comunale »

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
L'intervista
Parla l’ex sindaco Ferrucci: “Ecco perché ci siamo dimesse”

Parla l’ex sindaco Ferrucci: “Ecco perché ci siamo dimesse”

L’abbandono di Maria Ferrucci e Nadia Landoni del Consiglio comunale ha sorpreso. Perché lo hanno fatto? Far crescere una nuova classe dirigente Pd è, attualmente, il loro sogno

Politica
Terremoto politico
L’ex sindaco Ferrucci e l’ex assessore Landoni si dimettono dal Consiglio comunale di Corsico

L’ex sindaco Ferrucci e l’ex assessore Landoni si dimettono dal Consiglio comunale di Corsico

Le due donne politiche hanno protocollato le loro dimissioni e hanno detto addio all’aula consiliare. Non è ancora chiaro quale ruolo assumeranno, né se lo assumeranno, all’interno della vita politica corsichese

Politica
L'addio
Ultim'ora Trezzano: l’assessore Grassi si dimette per motivi familiari

Ultim'ora Trezzano: l’assessore Grassi si dimette per motivi familiari

Il responsabile del settore Cultura, Sport e tempo libero, ha formalizzato il suo addio dalla giunta comunale  che governa la città. Per il momento non sarà sostituito