Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 12 Luglio 2018 18:28
Controllo del territorio

Sicurezza: quarantuno comuni hanno firmato per adottare le "sentinelle di quartiere"

I residenti che aderiranno, riuniti in gruppi volontari, saranno una sorta di 'informatori' delle forze dell'ordine e della polizia locale

Il prefetto Luciana Lamorgese (con il bouquet di fiori in mano) in visita alla questura di Milano Il prefetto Luciana Lamorgese (con il bouquet di fiori in mano) in visita alla questura di Milano

Quarantuno sindaci o loro delegati hanno firmato questa mattina nella Prefettura di Milano, davanti al prefetto Luciana Lamorgese, il documento che regola il cosiddetto 'Controllo di vicinato', che permette ai cittadini di collaborare con le forze dell’ordine come "sentinelle della legalità". Secondo i promotori dell’iniziativa, con la firma si è dato “una cornice certa in cui operare per contribuire all'innalzamento degli standard di sicurezza della propria comunità". I cittadini, riuniti in gruppi volontari, saranno una sorta di 'informatori' delle forze dell'ordine e dei vigili ai quali riferiranno eventuali atti illegali di cui potrebbere essere testimoni, o che secondo loro starebbero per acccadere.

Le insidie

Tutto ok? La strada della collaborazione tra cittadini e forze dell'ordine è accidentata e nasconde parecchie insidie. Il pericolo paventato da più parti è che questo nuovo organismo crei un “rumore di fondo” che distragga poi chi è delegato alla tutela dell’ordine pubblico e della legalità dai suoi compiti. Non solo. Il “Controllo di vicinato” ha le stesse modalità di utilizzo della “Sorveglianza di quartiere” che in alcuni comuni dell’hinterland milanese funziona da anni.

Il flop di Buccinasco

Cosa accadrà tra le due strutture? Ci saranno sovrapposizionì? I comitati di “Sorveglianza di quartiere” saranno invitati a smantellare e a confluire nel “controllo di vicinato? “Niente di tutto questo” ha sottolineato a pocketnews.it Alberto Schiavone, uno dei promotori di “Sorveglianza di quartiere”. “Ci sono comuni – ha proseguito -  che hanno istituzionalizzato la nostra struttura, come Cusago, Trezzano e molti altri aprendo alla collaborazione con le polizie locali. L’unico a non voler collaborare è stato il sindaco di Buccinasco che preferisce fare da solo, anche se in quest’ambito, quando ci ha provato, è stato protagonista di un clamoroso flop”.

Vietato…

“L’obiettivo della prefettura - ha concliso Schiavone è di avere il controllo degli organismi che vogliono collaborare alla sorveglianza del territorio e ha chiesto ai sindaci di inglobarle e farle collaborare con le polizie locali. Lo facciamo già dappertutto, escluso Buccinasco”. Il protocollo sottoscritto questa mattina prescrive soprattutto divieti. Ad esempio, quello 'assoluto' di "intraprendere comportamenti incauti o imprudenti, che potrebbero determinare situazioni di pericolo, così come qualsiasi iniziativa personale". Vietato anche utilizzare uniformi, emblemi, simboli, altri segni distintivi o denominazioni riconducibili, anche indirettamente, ai corpi di Polizia statali e locali, alle Forze Armate o ad altri Corpi dello Stato. Vale lo stesso per partiti, movimenti politici e sindacali, nonché sponsorizzazioni private.

Comuni al via

Il protocollo è stato sottoscritto dai rappresentanti dei Comuni di Arese, Assago, Bresso, Buccinasco, Bussero, Busto Garolfo, Cambiago, Canegrate, Carpiano, Cassano D'Adda, Cassina De' Pecchi, Castano Primo, Cernusco Sul Naviglio, Cerro Al Lambro, Cerro Maggiore, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Corsico, Cusago, Lacchiarella, Lainate, Legnano, Magenta, Nerviano, Parabiago, Paullo, Pioltello, Pogliano Milanese, Pregnana Milanese, Rodano, Rosate, Rozzano, San Colombano Al Lambro, San Vittore Olona, Senago, Sesto San Giovanni, Trezzano Sul Naviglio, Vanzaghello, Vaprio D'Adda, Vermezzo, Villa Cortese.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La ciià vivibile
Simone Mercuri: “Dobbiamo rendere Buccinasco più vivibile”

Simone Mercuri: “Dobbiamo rendere Buccinasco più vivibile”

Il segretario del Pd ha dato vita a un tour nei quartieri e nelle periferie della città alla ricerca di spazi e idee per farli rivivere

Attualità
L'appuntamento
L’immigrazione vista con gli occhi di chi fa il volontario

L’immigrazione vista con gli occhi di chi fa il volontario

La testimonianza diretta di Alessandro Jachetti, di “Medici senza frontiere”, fatta davanti a un’affollatissima platea riunita alla Cascina Robarello, a Buccinasco

Attualità
La sentenza
Il Tar annulla un’ordinanza del Comune e lo condanna al pagamento delle spese

Il Tar annulla un’ordinanza del Comune e lo condanna al pagamento delle spese

L’incendio del magazzino della Cash & Carry spa a Corsico, ha dato vita a un contenzioso sulla rimozione dei rifiuti che si è risolto con la sentenza del tribunale amministrativo