Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 02 Luglio 2018 08:52
La polemica

Buccinasco: da capitale della ‘ndrangheta a capitale del ridicolo? In evidenza

Si discute questa sera una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco che ha scatenato sui social una specie di guerra tra opposte fazioni con minacce, offese, delegittimazioni

Pruiti aveva scritto sui propri profili social “Via gli sciacalli da Buccinasco” riferendosi all'opposizione che ha replicato dandogli del "sindaco Pinocchio" Pruiti aveva scritto sui propri profili social “Via gli sciacalli da Buccinasco” riferendosi all'opposizione che ha replicato dandogli del "sindaco Pinocchio"

Uno spettacolo indecoroso. È quello offerto dall’intero mondo politico di Buccinasco nelle ultime settimane, soprattutto sui social, ma anche sulla carta stampata locale (che qualcuno ormai chiama semplicemente carta igienica, visto la spazio che concede a ogni mal di pancia del sindaco Pruiti).  Non si è fatto mancare nulla:  minacce, offese, delegittimazioni delle istituzioni che rappresentano, chiamata alle armi per le proprie truppe cammellate.

Sciacalli e Pinocchi

Su un fronte si sono schierate le opposizioni che, dopo alcuni apprezzamenti soprattutto del M5s nei confronti di alcune scelte della maggioranza, sembrano aver trovato un’unità d’intenti mai avuta prima. Sull’altro fronte chi ha vinto le elezioni per una manciata di voti che si fa forte dei numeri in Consiglio per fare e disfare a proprio piacimento. Da un lato si è dato degli “sciacalli” a chi non condivide le proprie posizioni politiche, dall’altro si è arrivati a disegnare un Pruiti pinocchio, viste le sue promesse pre elettorali mai o non ancora mantenute.  

La provocazione

A far deflagrare la contesa è stato il consiglio comunale in cui si è discusso di “diritti umani”, discussione per Lega e Cinquestelle “strumentale” viste le posizioni prese dal neonato governo Conti-Di Maio-Salvini in tema di immigrati. In quell’occasione, Pruiti aveva scritto sui propri profili social “Via gli sciacalli da Buccinasco”. Un riferimento all’attività politica dell’opposizione? Più o meno sì, visto il soggetto che in quanto provocazioni  non si fa mancare nulla.

Il complotto

Accesa la miccia, si è scatenato l’inferno. Dagli “sciacalli” si è passati ai “razzisti e mafiosi”, dal sindaco Pinocchio si è passati al sindaco psicopatico che vede complotti dietro ogni angolo, anzi dentro ogni aiuola vista l’ultima prodezza documentata dalla stampa locale di cui si diceva prima, con tanto di foto del primo cittadino impettito al fianco di un cespuglio (di rose?), su un presunto sabotaggio orchestrato da chissà chi, sull’impianto di irrigazione di un’aiuola.

Lo psico-dramma

Siamo alla follia. Anzi siamo nel pieno di uno psico- dramma a tinte fosche in cui i principali protagonisti sono un sindaco ossessionato dalla ricerca continua del consenso e un’opposizione che tenta di trovare un’identità, un dramma in cui le uniche a pagare sono le istituzioni messe perennemente in discussione. Si è perso il senso della misura e si è caduti nel ridicolo. Che spesso è l’aspetto più amaro di un dramma di questo tipo.

Il vento che tira

La mozione di sfiducia non sortirà alcun effetto, visto il controllo militare dei gruppi consiliari esercitato da Pruiti e dal Pd. Con il vento che tira, né partito democratico o quel che ne resta, né chi grazie ai loro ultimi voti ha conquistato una poltrona bramata da tempo, sono così stupidi da molare la presa.Che cosa rimarrà dopo? Per l’opposizione un atto politico per segnare un limite alle intemperanze di Pruiti. Per la maggioranza l’ennesima prova di forza.

Il senso del ridicolo

Per i cittadini comuni, il senso di vuoto che assale ogni volta che qualcuno o qualcosa diventa oggetto di derisione.  L’amarezza che affligge chi ha assistito a questa rappresentazione. Grazie alle intemperanze di lorsignori, da capitale della ‘ndrangheta Buccinasco è diventata capitale del ridicolo. Un bel risultato, non c’è che dire. Intanto nelle scuole continua a piovere (alle prossime piogge), nelle mense si continua a mangiare da schifo (si spera nel nuovo anno scolastico), le strade sono piene di buche.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

powered by

1 commento

  • Link al commento Valentina bufano Lunedì, 02 Luglio 2018 15:02 inviato da Valentina bufano

    Articolo coraggioso

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Settembre da bollino rosso
Corsico, due consiglieri di FI chiedono una verifica di maggioranza

Corsico, due consiglieri di FI chiedono una verifica di maggioranza

Si preannuncia un settembre da bollino rosso sul fronte politico corsichese, animato da turbolenze e giochi di potere mai quietati

Politica
Dopo l'assoluzione
La rinascita dell’ex assessore Osnato: da imputato a deputato

La rinascita dell’ex assessore Osnato: da imputato a deputato

L’ex titolare del Bilancio e della Sicurezza Urbana del comune di Trezzano, dopo sette anni vissuti con sul capo, l’accusa di aver manipolato una gara di appalto per la manutenzione del verde, una volta assolto è stato eletto in Parlamento

Politica
La guerra tra correnti
Politica a Corsico, un giallo alla Agatha Christie

Politica a Corsico, un giallo alla Agatha Christie

A una settimana dalla conclusione dell’ultimo consiglio comunale e dallo spettacolo offerto da Forza Italia e alleati, non accennano a placarsi le polemiche su motivi e retroscena che hanno portato al “tutti contro tutti” manifestatosi durante la serata