Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 04 Giugno 2018 12:03
Mobilità & Trasporti

Metropolitana M4, a gennaio 2021 pronta la prima tratta

Per il momento, gli abitanti di Buccinasco e Corsico dovranno accontentarsi di ciò che viene realizzato ai confini dei loro territori: una passerella ciclopedonale che consentirà di accedere al capolinea di San Cristoforo

Una volta completata MM4 avrà il doppio dei treni (47 invece di 21) Una volta completata MM4 avrà il doppio dei treni (47 invece di 21)

Anche dalla Giunta di Milano arriva la conferma: per il momento non è prevista alcuna fermata della linea 4 della metropolitana sull’area del Ronchetto al confine con Buccinasco. Il capolinea della tratta è San Cristoforo. È quanto emerge dal documento integrativo approvato nei giorni scorsi, che indica le risorse da investire per realizzare le infrastutture di servizio all’intera tratta.

L'attesa

Per sapere se una linea metropolitana attraverserà il Sud ovest milanese, bisognerà quindi aspettare che venga completato lo studio di fattibilità cui i comuni dell’area hanno avviato le procedure concedendo un finanziamento procapite. Per il momento, buccinaschini, corsichesi, trezzanesi e cesanesi si dovranno accontentare di ciò che viene realizzato ai confini dei loro territori.

La passerella

L’elenco è lungo. Comprende una passerella ciclopedonale piazza Tirana-San Cristoforo-Ronchetto sul Naviglio che collega il quartiere Giambellino-Lorenteggio ai Navigli e al Parco Sud, e viceversa permetterà agli abitanti del quartiere Ronchetto sul Naviglio e ai cittadini di Buccinasco e Corsico di accedere velocemente alla metropolitana; una nuova viabilità Chiodi-Enna-Merula che libererà dal traffico via Ludovico il Moro, i Navigli e il quartiere Ronchetto; il collegamento della M4 con la M3 tra Sforza-Policlinico M4 e Missori M3, non previsto nel progetto iniziale.

128 milioni di euro al chilometro

La mappa della linea Blu della metropolitana che porterà da Linate a San Cristoforo

Il documento integrativo della linea che da Linate va a San Cristoforo comprende anche alcuni parametri sui costi costruttivi. Sono stati confrontati ai costi della M4 altre linee metropolitane. Cosa ne è emerso? Che il costo medio della M4 con l’integrazione approvata nei giorni scorsi si attesta a quota 128 milioni di euro al chilometro, al di sotto della media di 141 milioni per chilometro dei costi di costruzione delle metropolitane di Roma, Helsinki, Berlino, Londra, Parigi, Barcellona e Salonicco. Una volta completata MM4 avrà il doppio dei treni (47 invece di 21) differenza che da sola vale 9 milioni di euro, e trasporterà circa 25 milioni di passeggeri in più (86 milioni all’anno quelli previsti).

313 milioni di spesa

Lo stanziamento deciso dalla Giunta di Milano prevede, a termine dei lavori, una spesa di 262 milioni di euro, con un investimento complessivo pubblico privato di 313 milioni di euro, dei quali il 43% viene allocato in nuove opere, il 20% per investimenti in maggiore sicurezza dei cantieri, il 25% per ritardi e il 12% per nuovi imprevisti che potrebbero verificarsi in tema di archeologia, per esempio nella stazione Sforza-Policlinico e De Amicis, e di sottoservizi. Le nuove risorse sono per circa la metà (139 milioni di euro) a carico del Comune di Milano, già presenti nel bilancio preventivo, e per l’altra metà (128 milioni di euro) a carico dello Stato con le risorse stanziate nel Patto per Milano del 2016 e nel Decreto del dicembre 2017 del Ministero delle Infrastrutture.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
L'emergenza
Allarme Legionella a Rozzano, secondo l’autorità sanitaria la situazione è sotto controllo

Allarme Legionella a Rozzano, secondo l’autorità sanitaria la situazione è sotto controllo

Domani, venerdì 10 agosto, verrà effettuato un secondo campionamento dell’acqua post bonifica con l’invio dei prelievi al laboratorio di analisi per verificare l’efficacia del trattamento

Attualità
La novità
Ambiente: Buccinasco nel progetto pilota del gruppo Cap

Ambiente: Buccinasco nel progetto pilota del gruppo Cap

Verranno forniti una serie di strumenti che permetteranno di affrontare meglio pianificazione territoriale e costruzioni locali  

Attualità
L'emergenza
Allarme Legionella a Rozzano: trovato il batterio nelle tubature del quartiere Alboreto

Allarme Legionella a Rozzano: trovato il batterio nelle tubature del quartiere Alboreto

Affissi sui portoni degli edifici e nelle bacheche,  volantini che invitano a non utilizzare acqua calda e a sostituire i filtri dei rubinetti