Seguici su Fb - Rss

Domenica, 25 Febbraio 2018 15:19
La polemica

Buccinasco, sul funzionario indagato scoppia la polemica tra l’opposizione

L’M5s  denuncia la gara per assumersi la paternità della denuncia per la scarsa affidabilità di Roberto Corradi, per tre anni a capo dell’ufficio urbanistica del comune, indagato dalla magistratura per corruzione

Nella foto tratta dal profilo Facebook, un'immagine di Alberto Schiavone Nella foto tratta dal profilo Facebook, un'immagine di Alberto Schiavone

Sul caso di Roberto Corradi, il funzionario che per tre anni ha diretto l’ufficio urbanistica di Buccinasco, indagato nei giorni scorsi per corruzione a San Giuliano milanese, è in corso una specie di braccio di ferro su chi per primo ne avrebbe segnalato la scarsa affidabilità all’opinione pubblica e chi, invece lo avrebbe protetto, o tra le calde e accoglienti braccia del Pd, oppure ignorando che nel momento del suo ingresso nel municipio di Buccinasco, Corradi era già indagato dalla magistratura.

Breve collaborazione?

Sin dalla pubblicazione da parte di pocketnews.it della notizia dell’indagine, il sindaco Pruiti aveva diffuso una nota con la quale  aveva preso le distanze dal funzionario. “ La collaborazione dell'architetto Corradi con il Comune di Buccinasco - c’era scritto nella dichiarazione -  è stata breve e il 27 giugno scorso, non appena nominato sindaco, ho ritenuto di privarmi dalla sua collaborazione a partire dal primo luglio. Come tutti i cittadini, spero che al più presto si faccia luce su tutta la vicenda di San Giuliano milanese che ha inquinato sia l'apparato tecnico-amministrativo che il mondo politico di quel territorio". 

L'ultimo Pgt

La realtà è che Corradi è rimasto a capo dell’ufficio Urbanistica del comune di Buccinasco per quasi tre anni, quindi la sua non è stata, come afferma Pruiti, una collaborazione breve e priva di contenuti, visto che ha firmato l’ultimo Pgt. Contro l’arrivo di Corradi si era schierato, negli anni scorsi, il M5s che aveva dato vita a numerose manifestazioni per contestare la scelta dell’allora sindaco Maiorano.

Verifica degli atti

Con l’indagine di San Giuliano condotta dalla guardia di Finanza e con la scoperta di  reati che vanno dalla corruzione alla frode fiscale accuse rivolte in particolare all'ex sindaco di San Giuliano Milanese, Marco Toni, l'ex vice sindaco Cristian Stefanoni e appunto  a  Roberto Corradi,  indagati anche per corruzione, sono in molti a chiedersi soprattutto nelle fila dell’opposizione quali siano, oltre al Pgt, gli altri atti sottoscritti da Corradi. Sono molte le forze politiche ne chiedono la verifica.

Dubbia paternità

Ed è su questo fronte che è scoppiato un caso. Secondo Alberto Schiavone “tutti oggi si assumono la paternità della scarsa affidabilità di Corradi, ma negli anni ‘caldi’ , cioè quando questo signore era in sevizio a Buccinasco, solo noi delM5s abbiamo messo in atto una forte protesta per la legalità, volantinando per mesi, sin dall’agosto 2014, davanti al palazzo comunale e chiedendo all’amministrazione chiarimenti in merito. Non c’è traccia di nessuna altra forza politica, che sia stata al nostro fianco in questa durissima battaglia.

Chi è chi?

Quel che non è chiaro è a chi Schiavone abbia rivolto i suoi strali. Secondo Caterina Romanello rappresentante della lista civica Buccirinasco “non credo che Alberto ce l’abbia con noi visto che come lista siamo nati solo nel 2017”. Nel 2014 -2015, alcuni civici facevano capo al blog Città ideale e hanno denunciato la presenza di Corradi in Comune con degli articoli firmati da Luigi Saccavini,che puntualmente rilevava incongruenze e contraddizioni della maggioranza che in quel periodo governava Buccinasco. E allora con chi ce l’ha Schiavone?

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

http://www.csgimpianti.it/

 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Settembre da bollino rosso
Corsico, due consiglieri di FI chiedono una verifica di maggioranza

Corsico, due consiglieri di FI chiedono una verifica di maggioranza

Si preannuncia un settembre da bollino rosso sul fronte politico corsichese, animato da turbolenze e giochi di potere mai quietati

Politica
Dopo l'assoluzione
La rinascita dell’ex assessore Osnato: da imputato a deputato

La rinascita dell’ex assessore Osnato: da imputato a deputato

L’ex titolare del Bilancio e della Sicurezza Urbana del comune di Trezzano, dopo sette anni vissuti con sul capo, l’accusa di aver manipolato una gara di appalto per la manutenzione del verde, una volta assolto è stato eletto in Parlamento

Politica
La guerra tra correnti
Politica a Corsico, un giallo alla Agatha Christie

Politica a Corsico, un giallo alla Agatha Christie

A una settimana dalla conclusione dell’ultimo consiglio comunale e dallo spettacolo offerto da Forza Italia e alleati, non accennano a placarsi le polemiche su motivi e retroscena che hanno portato al “tutti contro tutti” manifestatosi durante la serata