Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 02 Febbraio 2018 13:20
Emergenza scuola

Aule allagate, monta la protesta dei genitori In evidenza

I bambini, soprattutto coloro che frequentano i corsi della “Scuola senza zaino” a Buccinasco sono stati trasferiti in aule di fortuna

Sono bastati due giorni di pioggia ed ecco che alcune aule si sono allagate Sono bastati due giorni di pioggia ed ecco che alcune aule si sono allagate

Dopo la mensa, i tetti. Non c’è pace per le scuole di Buccinasco. Questa volta sono i genitori dei bambini che frequentano il complesso di via degli Alpini a protestare. Nelle classi piove e chiedono  “un intervento tempestivo che permetta ai nostri bambini di continuare le lezioni in un ambiente sano e in condizioni non da terzo mondo”. La giunta che governa il paese si difende scaricando le responsabilità sugli amministratori “precedenti”, un classico.

Due giorni di pioggia

La situazione, già ai limiti della tolleranza nelle scorse settimane quando il gocciolio dal soffitto era limitato, è diventata emergenza nei giorni scorsi quando le condizioni metereologiche sono peggiorate. Sono bastati due giorni di pioggia ed ecco che alcune aule si sono allagate. Ad oggi, due aule non sarebbero più agibili.

Senza zaino e sanza aule

I bambini, soprattutto coloro che frequentano i corsi della “Scuola senza zaino” sono stati trasferiti in aule di fortuna. Oltre a non avere lo zaino non hanno nemmeno la propria aula in cui studiare.  Se da un lato l’amministrazione continua a dire che i bambini non corrono il rischio di rimanere a mollo, il malcontento delle maestre circa la situazione “non fa trapelare una situazione risolta ma tutt'altro”.

Disagi per tutti

I disagi sono sotto gli occhi di tutti e li subiscono tutti. Una classe è stata spostata nell'aula di informatica, che però deve essere utilizzata anche da altre classi. La seconda è stata ospitata in un'aula troppo piccola per contenere dignitosamente tutti i bambini. Se non si corre ai ripari, si corre il rischio reale di interrompere lo svolgimento di programmi ministeriali per 4/5 mesi.

Problemi noti

Molti lamentano che già l'anno scorso i problemi erano noti. Perché non sono stati risolti prima? Alla minima pioggia le classi si allagano. Evidentemente i "rattoppi", sinora eseguiti non garantiscono alcuna tenuta e la situazione potrebbe peggiorare con l’arrivo delle piogge primaverili. Non solo. Molti genitori sottolineano come bambini e insegnanti non possano vivere il emergenza sino a quando il tetto non sarà rifatto completamente (tra gara d’appalto, assegnazione lavori e ammennicoli vari, si corre il rischio di aspettare  circa un altro anno).

Colpa del meteo

Secondo l’amministrazione comunale, “le condizioni meteorologiche della settimana non hanno consentito di intervenire rapidamente per riparare le falle del tetto” perché la tipologia di lavoro è “impossibile” con l’umidità dalle piogge della settimana.

Le vie dell'acqua sono infinite

“In ogni caso, – ha affermato  l’Assessore ai Lavori Pubblici –  ribadisco che nonostante la scuola Alpini sia la più recente costruita a Buccinasco (2008, collaudo 2010), il tetto è danneggiato in molti punti e non è detto che dopo l’intervento che verrà fatto in questi giorni l’acqua non trovi altre vie per insinuarsi all’interno della scuola in altri punti”. I problemi saranno risolti solo quando sarà installato il nuovo tetto. Intanto i bambini sono senza aule, “senza Zaino” e, a volte, a pancia vuota, visto la qualità della mensa emersa dalle ispezioni dei giorni scorsi.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Block notes
Traffico sulla Tangenziale, occhio alle nuove chiusure per lavori

Traffico sulla Tangenziale, occhio alle nuove chiusure per lavori

La manutenzione costringe la società di gestione a chiudere gli svincoli per l’autostrada  Milano Genova, quelli di Settimo Milanese e Milano San Siro

Attualità
La "querelle"
Distretto sanitario, l’appello dei residenti al Commissario prefettizio di Corsico

Distretto sanitario, l’appello dei residenti al Commissario prefettizio di Corsico

Il vice-prefetto Francesca Iacontini è stata “invitata” a partecipare in prima persona o con un funzionario da lei delegato alla riunione convocata dall’assessore alla sanità della Regione Lombardia, Gallera, per affrontare la questione

Attualità
La "moda"
Rozzano, tornano gli idioti che si “attaccano” al tram

Rozzano, tornano gli idioti che si “attaccano” al tram

Una foto scattata venerdì pomeriggio mostra due ragazzini, di poco di 13-14 anni, arrampicati alla coda del 15 che transita dalle parti di via Curiel