Home News Buccinasco Buccinasco – Romano Banco, la stracittadina si “gioca” sul filo del fuorigioco

Buccinasco – Romano Banco, la stracittadina si “gioca” sul filo del fuorigioco

Un pubblico da grandi occasioni ha assistito al derby tra i rossoblù e i biancoverdi finito in parità

0

Un punto per ciascuno non fa male a nessuno. Si sono divisi la posta in gioco, il Buccinasco è il Romano Banco, nel derby di Coppa Lombardia, del nuovo inizio del calcio giocato davanti a un pubblico da grandi occasioni. Nello stadio titolato a Gaetano Scirea, l’indimenticabile capitano bianconero, si sono riviste anche molte famiglia con bambini piccoli, adolescenti, fidanzati. Uno spettacolo nello spettacolo, che lascia ben sperare per il prossimo futuro.

Un futuro che è tutto nelle mani, anzi nei piedi, di Giovanni Migliori, trequartista ventenne del Romano Banco, un giocatore una spanna, forse due, superiore a tutti gli altri in campo. Dopo un inizio in sordina, Migliori ha dettato i tempi del gioco d’attacco dei suoi. È stato un piacere vederlo giocare. Per un soffio non ha regalato la vittoria ai bianco verdi. Ma se il buongiorno si vede dal mattino, questo potrebbe essere il campionato della sua consacrazione.

L’inizio della partita è tutto dei padroni di casa. I rossoblù, che poco prima del ’15 vanno in vantaggio. La palla corre sulla destra dove Paolo Franchina, con buona coordinazione, nonostante l’età, di contro balzo riesce a crossare sul secondo palo della porta difesa da Alessandro Malandra.  La sfera passa tra una selva di gambe prima di arrivare sul piede di Alberto Spina che insacca.

Il Romano banco non perde tempo e comincia a macinare il suo gioco manovrato che contrappone ai lanci lunghi del Buccinasco che cerca sempre la testa di Franchina per una spizzata o un controllo per far salire la squadra. Tutti i tentativi dei  biancoverdi si infrangono però sulla difesa, dire rocciosa è un eufemismo, dei rossoblù. Ma il gol è nell’aria.

Arriva infatti poco dopo la mezz’ora. L’azione si sviluppa sulla sinistra del fronte d’attacco del Romano. Un guizzo di Tomaso Pajola permette ai biancoverdi di pareggiare meritatamente. I biancoverdi salgono in cattedra con Migliori che due minuti dopo sfiora il raddoppio indirizzando la sfera verso la porta dopo un’uscita avventata del portiere Barile. Sul finire del primo tempo, il Buccinasco si rifà vivo dalle parti di Malandra con una punizione di Camesasca che sfiora la traversa.

Nel secondo tempo la musica non cambia. Il Romano Banco manovra, il Buccinasco risponde di rimessa. I bianco verdi reclamano un calcio di rigore ma l’arbitro fa cenno di proseguire. Non sarebbe un derby se non ci fosse tensione. Che si manifesta con una serie di falli e delle successive ammonizioni. Tra i più nervosi, il portiere rossoblù Barile, ma sul taccuino dell’arbitro finiscono anche Migliori, Spina, Barile e molti loro compagni.  Gli animi si scaldano quando Fiore commette un brutto fallo su Lanzi, fallo che costa l’ennesimo cartellino giallo.

Barile si riabilita quando salva il risultato con una “paratona” su Belfi scattato in perfetta solitudine in contropiede. Niente da fare,  la giornata è troppo bella per rovinarla  con un altro gol o con polemiche e litigate. Ci si mette anche l’arbitro a non alterare gli equilibri in campo e sugli spalti. Nei minuti di recupero,  infatti, annulla ai bianco verdi  un gol che ai più, in tribuna, era sembrato regolare, per fuorigioco. Alla fine applausi per tutti.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version