Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 08 Novembre 2017 12:34
Il dopo terremoto

Quattro comuni a prova di solidarietà In evidenza

Assago, Buccinasco, Corsico e Opera hanno raccolto circa centomila euro che saranno destinati a realizzare una struttura socio educativa nel cuore di Accumoli, distrutta dal terremoto dell’anno scorso

Il centro socio culturale sarà eretto su un’area già individuata dal sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci. Il centro socio culturale sarà eretto su un’area già individuata dal sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci.

Quattro comuni per uno, un comune per tutti. Abbiamo mutuato le slogan dei quattro moschettieri per sottolineare un evento che vede protagonisti i comuni di Assago, Buccinasco, Corsico e Opera (i   moschettieri) e Accumoli (il comune per cui si sono prodigati).

A un anno dal terremoto

Tutti assieme hanno raccolto circa centomila euro che saranno destinati ad acquistare una struttura socio educativa che sarà realizzata ad Accumoli. Il prossimo 10 novembre alle 11 si terrà, ad Assago, nella sala Consiliare di Assago, la conferenza stampa che illustrerà quanto fatto a un anno dal terremoto. Alla conferenza parteciperanno sindaci e assessori dei quattro comuni, coinvolti nell'iniziativa socio-umanitaria, che ha visto coinvolte non solo le quattro amministrazioni, ma anche cittadini, privati, associazioni del territorio ed imprenditori.

Disponibile per la collettività

La somma raccolta fino  ad oggi ammonta esattamente a 98.835,74 euro, cifra che sarà consegnata alla Protezione Civile per acquistare un prefabbricato compreso l'arredo interno, che sarà eretto su un’area già individuata dal sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci. Tra qualche mese,  la struttura sarà operativa e disponibile per la collettività.

Una rete di solidarietà

“Con i miei colleghi di Buccinasco, di Corsico e di Opera – ha sottolineato il sindaco di Assago, Graziano Musella, - abbiamo creduto nel progetto  e,  sulla scorta  dei principi di cooperazione sociale ed umanitaria,  abbiamo insieme costituito una rete di solidarietà. Potrebbe sembrare una goccia nel deserto, ma è certo che, con il nostro modesto impegno, vogliamo spronare anche il Governo a trovare, nel breve tempo, i fondi e la determinazione necessari per aiutare quelle popolazioni  colpite dal terremoto. Si può fare, si deve fare, basta impregnarsi e crederci!"

Seguici sulla nostra pagina Fecebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La crisi continua
Ex Sidis, la protesta dei lavoratori arriva al Pirellone

Ex Sidis, la protesta dei lavoratori arriva al Pirellone

L’azienda proprietaria  è stata posta in concordato fallimentare per cui ogni accordo deve necessariamente passare al vaglio del giudice

Attualità
L'avviso
Scatta il prossimo 28 gennaio, l’asciutta del Naviglio

Scatta il prossimo 28 gennaio, l’asciutta del Naviglio

In programma lavori per il ripristino delle sponde e per la manutenzione straordinaria delle alzaie oltre alla lotta alle erbe acquatiche

Attualità
Operazione Caboto
17.500 euro di multe all’officina “abusiva”

17.500 euro di multe all’officina “abusiva”

Riscontrate numerose irregolarità amministrative. Notificate al proprietario dell’attività, sanzioni per l’omessa indicazione alla Camera di Commercio del trasferimento dell’attività, mancanza della Scia comunale oltre al reato di favoreggiamento all’immigrazione