Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 24 Luglio 2020 10:38
L'emergenza

Il maltempo imperversa sulla Lombardia, bomba d’acqua colpisce il nord ovest di Milano

Centinaia di vigili del fuoco al lavoro: molte sono le strade allagate e centinaia sono gli automobilisti in difficoltà sull’intera rete viaria

Nella foto, la situazione delle strade questa mattina Nella foto, la situazione delle strade questa mattina

Aggiornamento delle 12,30

Il maltempo continua ad imperversare. Si sta spostando verso sud - sud ovest dove sono previste nuove e forti piogge. L’allerta è alta in tutti i comuni del territorio. Poco fa sul gruppo Sei di Trezzano se... è stato pubblicato un video che mostra via Boccaccio, a Trezzano, allagata. Si aspettano nuove immagini e nuovi video. I pompieri sono intervenuti a ripulire alcuni pozzetti che stavano convogliando l'acqua piovuta sui sistemi di sicurezza della linea Verde della metropolitana tra le fermate di Assago e Abbiategrasso. Disagi sono segnalati a Cesano Boscone e Corsico.

Fortunatamente non si sono registrate, almeno per il momento, vittime, né feriti. Il forte vento ha abbattuto alcuni albei e alcuni rami sulle linee tramviarie dell'azienta di trasporti milanese. Per fortuna le squadre di soccorso sono intervenute in tempo prosciugando un pozzo dove l'acqua stava per inondare la linea verde della metropolitana (nel tratto tra Assago e Abbiategrasso citata prima), circostanza che avrebbe compromesso seriamente la circolazione dei treni per molto tempo.

articolo delle 9,30

Il Sud ovest si è salvato (almeno per il momento), il nordovest di Milano, no! La bomba d’acqua che ha colpito questa mattina il capoluogo lombardo ha provocato danni ingenti. Molte sono le strade allagate e centinaia sono gli automobilisti in difficoltà sull’intera rete viaria.

I vigili del fuoco sono al lavoro da ore, ininterrottamente, per prestare soccorso dove serve. La prima chiamata giunta al centralino di via Messina è arrivata alle 6.14. Da da quel momento mezzi e uomini del Comando provinciale di Milano, più di 100 i vigili del fuoco chiamati a fronteggiare la situazione, sono stati sottoposti a incessanti richieste di aiuto. Alle 10, le chiamate sono diventate duecento.

Dopo l'esondazione dei fiumi Lambro e Seveso hanno dovuto soccorrere molte persone rimaste bloccate all'interno di vetture per l'allagamento di sottopassi in particolare tra le vie Arbe e Sarca zona Niguarda. Gli interventi riguardano anche parecchi ascensori bloccati con persone rimaste dentro. Non solo. Seno decine le segnalazioni di cornicioni e alberi pericolanti, cantine allagate, ascensori bloccati.

La bomba d'acqua ha impegnato anche i nuclei Sommozzatori e Soccorso Acquatico del Comando di Milano. La zona dove hanno operato in particolare è stata quella del comune di Paderno Dugnano dove l'allagamento del sottopasso di via Alessandrini aveva bloccato alcune vetture con persone all'interno degli abitacoli salvate grazie al loro intervento.

Articolo in aggiornamento

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La querelle
Corsico, svelato uno dei mille misteri che circondano l’edilizia al quartiere ex Burgo?

Corsico, svelato uno dei mille misteri che circondano l’edilizia al quartiere ex Burgo?

Le quote edificatorie di quelle aree erano state definite in un piano particolareggiato approvato nel 2004/2005 con le giunte guidate dagli ex sindaci Graffeo e Ferrucci

Attualità
Traffico & viabilità
Lavori in Tangenziale ovest, chiude anche lo svincolo di viale Liguria

Lavori in Tangenziale ovest, chiude anche lo svincolo di viale Liguria

Il percorso alternativo prevede l'indirizzamento del traffico allo svincolo Milano Ticinese/Rozzano

Attualità
Il caso dell'estate
Auto sequestrate: da Trezzano un fiume di denaro nelle tasche dei titolari dei depositi

Auto sequestrate: da Trezzano un fiume di denaro nelle tasche dei titolari dei depositi

Il comune da anni paga il parcheggio di veicoli pignorati e mai messi all’asta o rottamati. Nel mirino, la gestione delle procedure da parte della Polizia Locale