Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 03 Giugno 2020 17:10
La scoperta

I carabinieri stroncano un traffico illecito di cuccioli di cane dall’Est Europa

I lunghi viaggi in condizioni estreme hanno causato spesso la diffusione di gravi patologie tra i cuccioli o addirittura la morte

Cuccioli rinchiusi nel portabagagli di un'auto salvati dai carabinieri Cuccioli rinchiusi nel portabagagli di un'auto salvati dai carabinieri

Militari dei Carabinieri Forestali di Lodi e Milano  hanno arrestato quattro italiani ritenuti membri di un’associazione a delinquere che si occupava del traffico illecito di cuccioli provenienti dall’Est Europa in assenza di autorizzazioni. Complessivamente gli indagati sono 9, tutti di origine italiana. La sede operativa della banda era in Provincia di Lodi.

Maltrattamenti

Ai quattro arrestati sono stati contestati anche i reati di maltrattamento animali, frode in commercio, falso e ricettazione. L’indagine, diretta dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Lodi ha monitorato per oltre un anno l’importazione clandestina di cuccioli di cane di razze pregiate.

Senza certificato

L’indagine ha permesso di scoprire come la banda importasse cuccioli di razza pregiata dall’Est Europa senza certificati identificativi o qualsiasi altra  certificazione sanitaria e di trasporto. Gli esemplari, pubblicizzati per le vendite attraverso alcuni siti web, erano venduti come “italiani” con   documenti contraffatti e privi di microchip obbligatorio.

Nati in casa?

Gli annunci commerciali indicavano in modo fraudolento  che i cuccioli erano “nati in casa e genitori visibili”, mentre in realtà provenivano illecitamente dall’Ungheria e venivano trasportati nascosti nei portabagagli di macchine degli indagati, con percorsi superiori a 1.000 chilometri.

Documenti falsi

I lunghi viaggi in condizioni estreme hanno causato spesso la diffusione di gravi patologie tra i cuccioli o addirittura la morte. Le consegne agli acquirenti, provenienti da tutto il Nord Italia, erano effettuate in strada o in centri commerciali del sud - sud ovest milanese, con falsi documenti appunto comprovanti una nascita in Italia e senza possibilità di visione dei genitori come invece dichiarato.

Le razze pregiate

Le razze prevalenti e con notevole richieste in Italia sono: Bouledogue Francesi, Barboncini e Chihuahua. Durante l’inchiesta sono stati sequestrati 36  esemplari ed affidati ad associazioni di tutela animali, e poi posti in affidamento a privati. Dei cuccioli sequestrati   5 sono deceduti quasi subito per gravi patologie connesse all’assenza di profilassi sanitaria.

Seguici sulla nostra pagina Facebook
 


Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Ci risiamo
Corsico: rissa nella notte in piazza del Ponte, un ferito ricoverato al san Carlo

Corsico: rissa nella notte in piazza del Ponte, un ferito ricoverato al san Carlo

Protagonisti, si fa per dire, un gruppo di extracomunitari, secondo le notizie raccolte di origini marocchine

Cronaca
Tragedia sfiorata
Infortunio sul lavoro a Trezzano: due operai ustionati dall’olio bollente

Infortunio sul lavoro a Trezzano: due operai ustionati dall’olio bollente

L’incidente è avvenuto poco prima delle sedici in una officina meccanica. Le condizioni di uno dei feriti sono apparse gravi, tanto che è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso

Cronaca
Lotta allo spaccio
Va con il compagno a spacciare droga e lascia i figli soli in casa: 29enne denunciata per abbandono di minore

Va con il compagno a spacciare droga e lascia i figli soli in casa: 29enne denunciata per abbandono di minore

Si tratta di una bambina di dieci anni che ha anche un braccio ingessato e di un bimbo di due