Seguici su Fb - Rss

Martedì, 19 Maggio 2020 11:47
Lotta alla criminalità

Giro di prostituzione anche in tempi da Coronavirus: chiuso un bed&breakfast gestito da cittadini dell’Est Europa

Le cattive abitudini non cambiano mai: denunciato un cittadino bielorusso di 32 anni per sfruttamento della prostituzione ai danni di una ragazza di origini russe

La notizia è curiosa e merita di essere pubblicata. per una riflessione sul costume della nostra società. E' la prova che Coronavirus o non Coronavirus, le cattive abitudini non cambiano mai. Parla di un lupanare allestito in un bed&breakast aperto in via Silva, zona Fiera a Milano, “sotto osservazione" da diversi giorni. Gli appostamenti degli investigatori  sono durati sino a quando gli agenti hanno avuto la certezza che quel luogo era adibito a casa d’appuntamenti.

Via vai incessante

Infatti, nelle sue stanze, due ragazze dell’Est dell’Europa, di 20 anni, esercitavano la prostituzione. Le indagini erano partite a causa dell’incessante via vai di clienti e alle lamentele dei condomini dello stabile i quali, nonostante il lockdown in vigore sino a domenica, si erano accorti in prima persona di quel che accadeva.

Porte sbarrate

Non è stato facile per i poliziotti accedere all’interno dello stabile. Le porte del B&B sono rimaste a lungo sbarrate. Dopo essersi qualificati e aver insistentemente bussato all'ingresso, gli agenti hanno chiesto il supporto dei Vigili del Fuoco che hanno sistemato un’autoscala e permesso l’entrata nell’appartamento dalla finestra del terzo piano.

Toys erotici

Dentro le stanze c’era di tutto: creme, lubrificanti, salviette umidificate, profilattici e toys erotici sparsi dappertutto ed in parte nascosti in borse, armadi e portafogli, otre a 14mila euro in contanti, incassi dell’attività delle due ragazze.

250 euro per un'ora "d'amore"

È stata la conferma dei dati raccolti tra I clienti che nei giorni precedenti erano stati interrogati dagli agenti della Squadra Mobile che avevano confermato di aver consumato delle prestazioni sessuali, nonostante il lockdown con due giovani ragazze di origini russe. Le tariffe? Da 200 a 250 euro, per circa un’ora d’intrattenimento. Il contatto avveniva tramite sito d’incontri “EscortForumIt.xxx”.

Origini russe

Gli accertamenti su sito internet hanno permesso di scoprire come il giro di prostitute fosse riconducibili a soggetti di origini russe e bielorusse. Subito dopo la perquisizione effettuata nell’appartamento di via Silva, gli annunci relativi alle donne sono stati cancellati da tutti i siti di incontri, un’operazione probabilmente effettuata durante le fasi nelle quali la ragazza e il suo sfruttatore hanno impedito agli agenti della Squadra Mobile l’accesso all’interno dell’appartamento.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Lotta alla criminalità
Tenta di rapinare un supermercato, 49enne corsichese finisce a San Vittore

Tenta di rapinare un supermercato, 49enne corsichese finisce a San Vittore

Il malvivente è entrato nel centro commerciale con il volto coperto dal casco integrale. In mano impugnava una pistola priva di tappo rosso

Cronaca
Il caso del giorno
Momenti di tensione alla Filiale di Rozzano di Banca Intesa: clienti esasperati colpiscono con i pugni le vetrine

Momenti di tensione alla Filiale di Rozzano di Banca Intesa: clienti esasperati colpiscono con i pugni le vetrine

Gli impiegati hanno sbarrato le porte e chiamato i carabinieri. Una pattuglia è arrivata in via Lombardia per riportare la calma tra i correntisti

Cronaca
Lotta alla droga
Nasconde 7 Kg di hashish nel borsone da palestra: arrestato a pochi passi da Famagosta

Nasconde 7 Kg di hashish nel borsone da palestra: arrestato a pochi passi da Famagosta

I poliziotti hanno sequestrato anche due sacchetti con quasi 400 grammi di marijuana…