Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 10 Aprile 2019 12:27
Ambiente & Territorio

Assago, discariche abusive crescono (e non se ne vanno)

Fanno bella mostra di sé elettrodomestici, contenitori di plastica, materiali inerti e tutto l’armamentario di rifiuti che si vede in questi casi

Nella foto una discarica abusiva ai confini tra Assago e Milano alle spalle del quartiere Bazzana Nella foto una discarica abusiva ai confini tra Assago e Milano alle spalle del quartiere Bazzana

La storia si ripete, sistematicamente. Il territorio si costella di discariche abusive e sperare che vengano bonificate è un esercizio di pura fede. L’ultima in ordine di tempo è quella indicata da Davide Gelmini e si trova giusto alle spalle del quartiere Bazzana.

Cumuli di macerie

Fanno bella mostra di sé elettrodomestici, contenitori di plastica, materiali inerti e tutto l’armamentario che si vede in questi casi. La presenza della discarica è stata segnalata una prima volta nel settembre del 2018. L’area si trova proprio al confine con il comune di Milano, per cui la comunicazione inviata ad Assago è stata girata per “competenza” ai colleghi milanesi.

Il sopralluogo

Lo scorso 24 gennaio è stato effettuato un sopralluogo. Hanno partecipato tecnici dell’Amsa, polizie locali di Milano e Assago, tecnici dell’area Ambiente del capoluogo.  Come è giusto che sia, trattandosi di discarica abusiva, è stato rilevato che il terreno è stato occupato abusivamente (se no sarebbe stata discarica autorizzata?).

Tre mesi di silenzio

Ironia a parte, è stato richiesto “ai settori competenti” del comune di Milano di effettuare ulteriori verifiche e procedere con lo sgombero. Il problema è che da gennaio a oggi sono trascorsi circa tre mesi e dello sgombero nemmeno l’ombra.  Nel frattempo, però, molti rifiuti sono stati bruciati, compreso la carcassa di un’auto poi rimossa (solo quella).

Fieno da inquinare?

Se non bastasse, vicino ai cumuli di rifiuti sono state collocate decine di balle di fieno. Non è il massimo per tutelare l’alimentazione delle vacche, che magari producono latte. Ma così è, se vi pare (e che Pirandello ci perdoni).

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Lo spettacolo
All’Omnicomprensivo va in scena il vero mistero del “Bosone di Higgs”

All’Omnicomprensivo va in scena il vero mistero del “Bosone di Higgs”

Lo spettacolo nasce da una idea della prof. Raffaella Brunetti del liceo Vico, che ha scritto il testo insieme al collega Andrea Roselli, mentre alcuni studenti della 5b hanno curato l'incipit

Attualità
La cerimonia
Rozzano, il Giardino dei Giusti intitolato a don Massimo Mapelli, il prete degli ultimi

Rozzano, il Giardino dei Giusti intitolato a don Massimo Mapelli, il prete degli ultimi

45 anni, prete gigantesco di stazza e di cuore, in pochi anni da responsabile dalla Caritas ha creato una incredibile rete di solidarietà

Attualità
Crisi abitativa
La Lombardia stanzia 16 milioni per 49 progetti recupero alloggi sfitti

La Lombardia stanzia 16 milioni per 49 progetti recupero alloggi sfitti

Assago, Cesano, Trezzano e Rozzano. In totale saranno 23 i comuni della città metropolitana che beneficeranno dei contributi