Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 15 Marzo 2019 17:32
Elezioni & dintorni

Amministrative 2019: centrodestra, se ci sei batti un colpo, anzi un candidato

Nei cinque comuni del Sud ovest che andranno al voto, solo a Cusago e Assago sono stati resi pubblici i candidati. Negli altri tre, Forze Italia e Lega combattono ancora una guerra di posizione per spuntarla

Ancora sconociute le candidature nella corsa alle poltrone di sindaco di Trezzano, Rozzano e Cesano Boscone Ancora sconociute le candidature nella corsa alle poltrone di sindaco di Trezzano, Rozzano e Cesano Boscone

Beati gli ultimi perché saranno i primi? Beh, mica sempre. Il motto cristiano sembra essere stato adottato dai vertici dei partiti del centro destra che ad oggi non hanno trovato la quadra sulle candidature nella corsa alle poltrone di sindaco di Trezzano, Rozzano e Cesano Boscone. Infatti, nei cinque comuni del Sud ovest che andranno al voto il prossimo maggio, solo a Cusago e Assago sono stati resi pubblici i candidati. Negli altri tre, Forze Italia e Lega si combattono ancora una guerra di posizioni per spuntarla.

Assago e Cusago

Così se nei due comuni più piccoli si sa da tempo che saranno per Assago, Lara Carano, pupilla del coordinatore provinciale di Forza Italia, Graziano Musella, per Cusago, Giovanni Triulzi, che può contare su un’ampia coalizione, negli altri tre municipi sui nomi regna il mistero.

La battaglia di Rozzano

A Rozzano, la battaglia per una candidatura di coalizione è combattuta tra chi sostiene Gianni Ferretti, attuale capogruppo Fi in consiglio comunale, e Cristina Perazzolo, capogruppo della Lega. I rumors parlano di un ultimatum di Ferretti determinato a non cedere ai salviniani: “O uniti con me, oppure divisi alla meta”.   

Agogliati gode

Di tutta questa situazione potrebbe giovarsi Barbara Agogliati, che nonostante abbia due spine nel fianco (l’ex padrino, inteso come mentore), D’Avolio e il giovane Macaluso, fresco dimissionario dalle fila del Pd, con il suo frenetico presenzialismo sta occupando tutti gli spazi disponibili per ottenere consensi. Neanche il m5stelle, che non ha problemi di alleanze, è riuscito a fare la sintesi e a presentare la propria lista: si parla ancora di una settimana di attesa.

"Vade retro" Ghilardi

A Trezzano, Forza Italia si è dissolta come neve al primo sole. In una intervista rilasciata a pocketnews.it qualch mese fa, Giorgio Ghilardi, capogruppo leghista in Consiglio comunale,  aveva dichiarato che probabilmente sarebbe stato lui il candidato. Invece poi ha fatto un passo indietro.

Chiuso il cerchio?

Anche a Trezzano la Lega ha, dal punto di vista dei consensi, la maggioranza e dovrebbe esprimere la candidatura, ma il direttivo provinciale di Forza Italia, da quest’orecchio non ci sente o non ci ha sentito sino a qualche giorno fa. Dopo il no opposto da Giuseppe Morandi, commercialista ed esperto di questioni fiscali, il cerchio si sarebbe chiuso con un’ex dirigente del comune di Trezzano. Il problema è che si tratta ancora di voci, manca l’ufficialità.

Bottero presenzialista

Intanto, però, Bottero, sindaco uscente del centrosinistra è scatenato: ogni giorno ha una inaugurazione, ogni giorno qualcosa da organizzare, ogni giorno è a caccia di consensi. Come una gioiosa macchina da guerra.  Il M5 stelle trezzanese, da parte sua, ha dato appuntamento a sabato 23 marzo al centro Dalla Chiesa di via Manzoni, per disvelare l’arcano, ma il nome circola da tempo: si tratterebbe di Villa Zina, anche lei ex dipendente comunale.  

A Cesano, la caccia continua

Sono decine le situazioni di stallo in tutta la provincia di Milano.  Anche a Cesano Boscone, sul fronte del centro destra tutto tace. In questo momento, i candidati già scesi in pista sono Simone Negri, per il centrosinistra, e Maria Pulice, per i grillini. Nel centrodestra, Lega e Fratelli d’Italia fanno la voce grossa, Forza Italia nicchia. Gli azzurri avevano chiestoa un proprio consigliere regionale di scendere in pista a Cesano, ma hanno battuto in ritirata di fronte al secco no del destinatario della richiesta.

Barca in alto mare

Nei giorni scorsi, si è tenuta una riunione con il coordinatore provinciale forzista, Graziano Musella, per definire le alleanze. A Fi, Fratelli d’Italia e Lega dovrebbe aggiungersi una lista civica. Durante la riunione sono stati fatti nomi di persone che non hanno un vissuto politico, ex tecnici della pubblica amministrazione, personaggi della società civile. Tutto, però, è ancora in alto mare e, intanto, il 26 maggio si avvicina.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

2 commenti

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Comunali 2010
Corsico, il centrodestra verso le elezioni comunali a piccolissimi passi

Corsico, il centrodestra verso le elezioni comunali a piccolissimi passi

Durante un incontro organizzato da Fratelli d’Italia, Errante ha detto: “Forse non sarò il candidato del centrodestra” ma ha lasciato  aperto uno spiraglio grande come una casa

Politica
Amministrative Corsico 2020
Elezioni 2020, Forza Italia affila le armi nella sala del Castello di Assago

Elezioni 2020, Forza Italia affila le armi nella sala del Castello di Assago

Domenica 6 ottobre, in Piazza Risorgimento,  si terrà l'assemblea generale dei coordinatori cittadini e degli amministratori della area metropolitana

Politica
Amministrative Corsico 2020
Botta e risposta tra i capigruppo della Lega e i sindaci di Buccinasco, Cesano e Trezzano

Botta e risposta tra i capigruppo della Lega e i sindaci di Buccinasco, Cesano e Trezzano

Guerra di "lettere aperte" e leader locali a rischio cartellino giallo mentre si scalda la battaglia per le prossime amministrative a Corsico