Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 07 Dicembre 2018 11:53
Il talent

X Factor 2018: la finale il 13 dicembre dal Mediolanum Forum di Assago

Grandi favoriti sono i Bowland e Anastasio, uno dei cantanti rimasti in gara nella squadra di Mara Maionchi, che potrebbe in questo modo aggiudicarsi la seconda vittoria consecutiva

Nella foto, i quattro finalisti di X Factor. Al cemntro Anastasio e da dx verso sinistra: Lei Low dei BowLand, Luna e Naomi Nella foto, i quattro finalisti di X Factor. Al cemntro Anastasio e da dx verso sinistra: Lei Low dei BowLand, Luna e Naomi

Finalisti X Factor 2018: chi sono i quattro concorrenti che vanno al Forum? Dei sei cantanti rimasti in gara, solamente quattro hanno conquistato il diritto di disputarsi la vittoria finale. Sono i Bowland, Anastasio, Naomi e Luna. Giovedì 13 dicembre saliranno sul palco allestito al Mediolanum Forum di Assago e si daranno battaglia. Tra gli ospiti della serata ci saranno Marco Mengoni, i Muse e i TheGiornalisti. Grandi favoriti sono i Bowland e Anastasio, uno dei cantanti rimasti in gara nella squadra di Mara Maionchi, che potrebbe in questo modo aggiudicarsi la seconda vittoria consecutiva dopo quella avvenuta nell’edizione precedente.

Ritratto di una band

I primi ad aggiudicarsi un posto nella Finale di X Factor 2018 sono i BowLand, trio di origine iraniana che ha ammaliato tutti fin dalla prima esibizione. Sono l’unico gruppo rimasto in gara. Settimana dopo settimana, il loro sound sensuale ed esotico ha conquistato il pubblico. Lei Low è la cantante dalla voce calda e ipnotica, poi ci sono Pejman Fa e Saeed Aman. Tutti e tre vengono da Teheran ma vivono a Firenze da alcuni anni. 

Giocare con le parole

Anastasio è uno dei concorrenti più brillanti che siano mai saliti sul palco di un talent in Italia. La sua capacità di giocare con le parole  è straordinaria. Ha riscritto molti capolavori della musica italiana e internazionale senza che perdessero alcunché del loro fascino. Nato a Meta di Sorrento è sempre stato apprezzato da tutti i giudici del talent. È l’unico concorrente rimasto nella squadra di Mara Maionchi. 

Oltre i ballottaggi

È la concorrente che è andata più volte ai ballottaggi, uscendone sempre vincitrice. Pochi si aspettavano di ritrovarla alla finale di X Factor 2018, ma Naomi Rivieccio ce l’ha fatta. Pupilla del rozzanese Fedez, la 26enne napoletana ha fatto un percorso insolito ma al sesto Live ha lasciato tutti senza parole con la sua interpretazione di“Look at me now” di Chris Brown feat. 

Last but not least  

Ultima concorrente è Luna Melis che ha dovuto affrontare Leo Gassman al ballottaggio. Nonostante abbia solo 16 anni,  ha mostrato una padronanza del palco e una presenza in scena notevoli. Ha una voce straordinaria che accompagna suonando il piano. Nel suo inedito “Los Angeles”, ha raccontato la propria esperienza personale in quella città, vissuta con il fidanzato, un ragazzo di origini americane. Il suo boss è Manuel Agnelli.  

Seguici sulla nostra pagina Facebook

powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Oltre la disabilità
Trezzano vince l' “Olimpic Land”, grande festa dello sport e solidarietà

Trezzano vince l' “Olimpic Land”, grande festa dello sport e solidarietà

Si è disputata A Vanzaghello la 19 esima edizione della manifestazione alla quale hanno partecipato circa 150 atleti disabili

Attualità
L'accusa
Inquinamento dell’aria a Trezzano, Città metropolitana punta l’indice contro la Vetropack

Inquinamento dell’aria a Trezzano, Città metropolitana punta l’indice contro la Vetropack

Il documento sottoscritto dai responsabili dell’Area Ambiente e tutela del territorio, impone una serie di interventi che riducano le emissioni in atmosfera e sul terreno

Attualità
Il dossier
Trenord,  su ritardi e soppressioni arriva un’interrogazione in Regione

Trenord, su ritardi e soppressioni arriva un’interrogazione in Regione

In un report segreto sono indicati tutti i numeri del disastro: nel 2018, la società di gestione ha mandato in fumo 179 milioni di euro per ritardi e soppressioni