Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 24 Maggio 2018 13:45
La vertenza sindacale

Baci Perugina- Nestlè, nessun licenziamento ad Assago

La multinazionale e sindacati scrivono la parola fine in fondo alla vertenza sulla Perugina senza alcun licenziamento

Dopo la firma dell’accordo, tutti i lavoratori impiegati negli stabilimenti italiani conserveranno funzioni e stipendio Dopo la firma dell’accordo, tutti i lavoratori impiegati negli stabilimenti italiani conserveranno funzioni e stipendio

Nessun dipendente perderà il posto di lavoro. Si è chiusa finalmente la vertenza che vedeva contrapposti i vertici della Nestlè ai sindacati. La lunga contrapposizione  era iniziata nel 2015. Il gruppo aveva presentato un piano di riassetto organizzativo unilaterale che prevedeva oltre 300 esuberi. Dopo la firma dell’accordo, tutti i lavoratori impiegati negli stabilimenti italiani conserveranno funzioni e stipendio, compresi quelli della sede centrale di Assago.

A regime

Invece, nello stabilimento di San Sisto della multinazionale svizzera si tornerà al lavoro, a partire dalla fine di giugno quando l'azienda sarà a regime e occuperà 613 persone a tempo indeterminato alle quali si aggiungeranno i lavoratori stagionali necessari per far fronte ai periodi di picco produttivo del marchio dei famosi Baci, pralina simbolo del made in Italy nel mondo.

Esodo volontario

I 364 lavoratori che correvano il rischio di essere tagliati fuori dalla riorganizzazione annunciata tre anni fa dai vertici dell’azienda, saranno ricollocati all'interno o all'esterno del gruppo, oppure accederanno a esodi volontari e prepensionamenti supportato da un “piano sociale” da 20 milioni di euro finanziato dagli svizzeri. Entrando nei dettagli dell'accordo, 146 saranno le persone incentivate all'esodo, 35 i prepensionamenti. Gli altri resteranno all'interno del gruppo Nestlé e 172 di loro saranno impiegati a Perugia con contratto part-time semestrale a tempo indeterminato.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
L'emergenza
Allarme Legionella a Rozzano, secondo l’autorità sanitaria la situazione è sotto controllo

Allarme Legionella a Rozzano, secondo l’autorità sanitaria la situazione è sotto controllo

Domani, venerdì 10 agosto, verrà effettuato un secondo campionamento dell’acqua post bonifica con l’invio dei prelievi al laboratorio di analisi per verificare l’efficacia del trattamento

Attualità
La novità
Ambiente: Buccinasco nel progetto pilota del gruppo Cap

Ambiente: Buccinasco nel progetto pilota del gruppo Cap

Verranno forniti una serie di strumenti che permetteranno di affrontare meglio pianificazione territoriale e costruzioni locali  

Attualità
L'emergenza
Allarme Legionella a Rozzano: trovato il batterio nelle tubature del quartiere Alboreto

Allarme Legionella a Rozzano: trovato il batterio nelle tubature del quartiere Alboreto

Affissi sui portoni degli edifici e nelle bacheche,  volantini che invitano a non utilizzare acqua calda e a sostituire i filtri dei rubinetti