Seguici su Fb - Rss

Martedì, 06 Marzo 2018 11:29
Elezioni & dintorni

La mappa del voto comune per comune

La sconfitta del centrosinistra, clamorosa nelle proporzioni, ha lasciato il segno a tutti i livelli

La gara si è giocata tra centrodestra, centrosinistra e Cinque stelle che hanno monopolizzato il voto La gara si è giocata tra centrodestra, centrosinistra e Cinque stelle che hanno monopolizzato il voto

Partite a due, partite a tre, tutti gli altri hanno fatto da comprimari. È il primo dato che emerge dalle elezioni del 4 marzo. La gara si è giocata tra centrodestra, centrosinistra e Cinque stelle che hanno monopolizzato il voto. Per tutti gli altri non c’è stato alcun che da fare. Hanno partecipato, ci hanno messo tutto l’impegno e la passione possibile, ma non sono stati premiati. Oppure il premio è toccato a pochissimi.

Spigolature

Qualche dato curioso: il vicesindaco, Silvia Scurati, a Corsico, ha raccolto solo 20 voti, a Cesano solo tre. Gervasoni, zero. Sempre a Corsico, Roberto Masiero ha ottenuto 182 voti (il più votato della sua lista), Apuzzo, assessore all’ambiente di Rozzano solo 2. Rossella Blumetti è stata la più votata della lista Sinistra per la Lombardia. Alle regionali, l’ex assessore alla sanità Gallera ha fatto man bassa di preferenze. Come Fabio Raimondo che si è piazzato primo a Cesano e Corsico, terzo a Rozzano nella lista Fratelli d’Italia. A Corsico, però, ha preso una manciata di voti in più di Anna Vignola che secondo alcuni maligni si starebbe riposizionando, secondo altri sarebbe stata inserita in lista proprio per contrastare le ambizioni di Raimondo.

Delusione Pd

Deludenti le performance di Carlo Borghetti, consigliere regionale Pd uscente, solo 12 voti a Rozzano, città che ha regalato ad Apuzzo 102 preferenze. Sempre a Rozzano Cristina Perazzolo consigliere comunale, porta a casa una cinquantina di voti nella lista Fontana presidente. La sconfitta del Pd ha lasciato il segno a tutti i livelli. Secondo Fabio Bottero, sindaco di Trezzano di area Pd, si tratta di “un risultato sorprendente ed è evidente che il partito non ha compreso le dinamiche che lo hanno determinato. Adesso si dovranno fare delle valutazioni e decidere quale strada intraprendere”. Secondo Roberto Masiero “anche all’interno di una ondata non favorevole, la performance della lista Gori è deludente. Però il mio risultato personale dimostra che il lavoro paga e questo mi dà una grossa responsabilità: impegnarmi a mettere insieme le forze d’opposizione e quelle sociali per prepararsi alle comunali che si terranno tra due anni".

I voti per la Regione

La gara era tra Gori e Fontana, con un terzo incomodo: Violi che ha dato filo da torcere. In alcuni comuni ha preceduto Gori, ma si è arreso di fronte alle percentuali bulgare ottenute da Fontana e dai suoi pretoriani. Rozzano ha premiato Fontana con 9475 voti, Dario Violi con 6077 e piazzando Gori al terzo posto con 5750 preferenze. Il Movimento 5 stelle è il primo partito, il centrodestra prima coalizione con la Lega al 22,71% e Forza Italia al 15,75. A Trezzano Fontana ha raccolto 5387 voti, Gori 3242, Violi 2887 con un testa a testa tra Lega e M5s per la conquista del titolo onorifico di primo partito del comune, che alla fine ha visto prevalere i cinque stelle. A Corsico Fontana ha battuto Gori 7576 a 5735 con Violi terzo incomodo che si è fermato a 3951. Cesano Boscone: Fontana 5630, Gori 3708, Violi 3273.

 I voti alla Camera

Alla Camera a Buccinasco la partita si è giocata tra Graziano Musella (6966 voti), Angelo Capelli (4480) e Stefania Mammì (4198), come a Rozzano dove Musella ha raccolto 9037 voti, Stefania Mammì 7049 e Capelli 4838. Ad Assago, comune che ha guidato per più di vent’anni, Musella ha raccolto 2320 voti, Stefania Mammì 1440, Capelli 1321. A Trezzano la sfida si è risolta con Musella a quota 4985, Mammì a 3643, Capelli a 2788. A Cesano: Musella 5230, Mammì 3867, Capelli 3217.

I voti al Senato

A Buccinasco, la partita a tre si è giocata tra Ignazio La Russa (6303) Michela Fiorentini (4085) e Daniele Pesco (3820). Idem a Rozzano, dove La Russa ha raccolto 8413 voti, Pesco 6436, Fiorentini 4512. Ad Assago La Russa 2060, Pesco 1318, Michela Fiorentini 1280. A Trezzano, La Russa ha raggiunto quota 4632, Pesco 3359, Fiorentini 2599. A Corsico il candidato del centrodestra si è fermato a 6644, quello di centrosinistra, Michela Fiorentini, a 4656, il cinque stelle Pesco a 4346. A Cesano: La Russa 4826, Pesco 3524, Fiorentini 3040.

per approfondimenti su:Assago  Buccinasco  Cesano 1   Cesano 2  Corsico   Cusago Rozzano  Trezzano,

 Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Amministrative & dintorni
Elezioni: Russomanno denuncia Bottero all’autorità garante delle comunicazioni

Elezioni: Russomanno denuncia Bottero all’autorità garante delle comunicazioni

Oggetto del contendere è l’utilizzo da parte del sindaco di Trezzano di eventi e manifestazioni pubbliche per farsi pubblicità elettorale

Politica
Elezioni & dintorni
Parla Vincenzo Lepori: “Gli altri sono il passato, noi l'unica novità”

Parla Vincenzo Lepori: “Gli altri sono il passato, noi l'unica novità”

Intervista al candidato a sindaco di Rozzano del M5S: “Disastro delle partecipate, ripartiremo con la gestione delle municipalizzate insieme ai cittadini. Un assessorato dedicato soltanto ad Aler”

Politica
Elezioni & dintorni
Raimondo: “Dopo dieci anni di Musella, ad Assago è ora di cambiare”

Raimondo: “Dopo dieci anni di Musella, ad Assago è ora di cambiare”

Parla il candidato Pd alla carica di sindaco della lista “Cittadini per Assago”. Il suo programma: stop al consumo di suolo, una città per bambini, maggiore solidarietà per i meno abbienti