Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 01 Febbraio 2018 15:37
La lotta ai "reati predatori"

Marito e moglie in manette dopo un furto al centro commerciale di Milano Fiori In evidenza

L’intervento dei Carabinieri di Assago ha permesso di bloccare i due malviventi e di recuperare l’intera refurtiva, poi restituita al suo legittimo proprietario

Solo nell’ultimo mese, sono sei le persone arrestate dai militari di Assago Solo nell’ultimo mese, sono sei le persone arrestate dai militari di Assago

Sei malviventi arrestati. È il bottino messo a segno dai Carabinieri di Assago nei confronti di chi, negli ultimi tempi, ha preso il centro commerciale di Milanofiori come terreno per le sue razzie. Ultimi a finire in manette, marito e moglie residenti nel campo di via Chiesa Rossa, a Milano. I due sono stati sorpresi in via Cascina Venina mentre rubavano, da un furgone parcheggiato all’esterno del centro commerciale, un trolley che conteneva alcuni oggetti di valore.

L’intervento dei carabinieri ha permesso di bloccare i malviventi e di recuperare l’intera refurtiva, poi restituita al suo legittimo proprietario. I due finiti in manette, invece sono stati rinchiusi in una cella di sicurezza in attesa che domani  venga  celebrato loro il processo con rito direttissimo.

Solo nell’ultimo mese, si diceva sono sei le persone arrestate dai militari di Assago che hanno istituito un vero e proprio servizio contro i cosiddetti “reati predatori”, reati caratterizzati dall’uso della forza o dell’astuzia per impadronirsi dei beni mobili di proprietà altrui.  Gli altri sono finiti in manette, in gennaio.

Il 4, era stato bloccato un giorgiano che si stava allontanando dal negozio Cisalfa, dopo aver rubato alcuni capi di abbigliamento, il 15 era stata arrestata una donna albanese  che si era “servita” senza pagare il vestiario che aveva nascosto, da Zara. Il caso più curioso è quello del 28 gennaio, quando i militari hanno bloccato due albanesi che avevano scavalcato il tornello delle casse dopo aver rubato 28 confezioni di lamette da barba.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

Oltre alle proprietà immobiliari, a Orlando Demasi sono stati bloccati anche 2 conti correnti,2 polizze assicurative vita oltre a 60.000 euro in contanti ritrovati all'interno di una cassetta di sicurezza

Cronaca
Controllo del territorio
Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Erano nascoste in un furgone parcheggiato in via Salieri davanti al numero 25

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

Si chiama Ristofar la società confiscata dalla Guardia di Finanza al clan dei Mazzei. Ha la sede in viale Lazio, 25, e risulta essere sottoposta a procedura di fallimento