Home News Assago Asili nido gratis, al via il bando regionale per non pagare le...

Asili nido gratis, al via il bando regionale per non pagare le rette 

Con uno stanziamento di 10 milioni di euro, si vogliono azzerare le rette a carico delle famiglie per i nidi e i micronidi pubblici o privati

0

Sarà pubblicato lunedì 18 ottobre il bando regionale per poter usufruire dell’iniziativa ‘Nidi gratis’, decisa dalla Regione. Di cosa si tratta? Con uno stanziamento di 10 milioni di euro, si vogliono azzerare le rette a carico delle famiglie per i nidi e i micronidi pubblici o privati della Lombardia.

Il finanziamento è destinato ai genitori con Isee ordinario/corrente inferiore o uguale a 20.000 euro, ma anche a persone con Isee minori nel caso in cui il Comune lo richieda per l’applicazione della retta. La retta mensile, inoltre, dovrà essere superiore a 272,72 euro.

“Attraverso questa misura Regione Lombardia – ha dichiarato l’assessore alla Famiglia, Alessandra Locatelli – prosegue il suo impegno nel sostenere concretamente le famiglie lombarde, con particolare attenzione ai nuclei in condizioni di vulnerabilità economica e sociale. L’obiettivo è facilitare l’accesso ai servizi per la prima infanzia, rispondendo così ai bisogni di conciliazione vita-lavoro”.

Con uno stanziamento di 10 milioni di euro, anche quest’anno viene confermata una misura che nell’ultimo decennio ha aiutato tantissime famiglie, in quanto ha favorito la permanenza, l’inserimento e il re-inserimento nel mercato del lavoro, in particolare delle mamme. Le richieste ammesse per il 2020/2021 sono state 6.452 e anche l’adesione da parte dei Comuni lombardi quest’anno è notevolmente incrementata.

Le domande al bonus 2021/2022 possono essere presentate a partire da lunedì 18 ottobre 2021, alle ore 12, fino a venerdì 12 novembre 2021, sempre alla stessa ora e comunque fino ad esaurimento delle risorse stanziate, esclusivamente attraverso il sistema informativo Bandi Online, raggiungibile all’indirizzo www.bandi.regione.lombardia.it.

Le richieste possono essere presentate da uno dei genitori previa registrazione in Bandi Online, esclusivamente attraverso il sistema pubblico di identità digitale (Spid), la Carta Regionale dei Servizi (Crs) o Carta Nazionale dei Servizi (Cns), la Carta di Identità Elettronica (Cie).

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version