Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 01 Dicembre 2017 10:16
Il caso del giorno

Manca il numero legale, salta il Consiglio comunale In evidenza

Battaglia tra opposizione e maggioranza. La prima accusa la seconda di non fornire per tempo la documentazione indispensabile per un voto consapevole e abbandona l’aula

Nella foto, Claudio Albini e Fabio Bottero, rispettivamente presidente del consiglio e sindaco di Trezzano Nella foto, Claudio Albini e Fabio Bottero, rispettivamente presidente del consiglio e sindaco di Trezzano

Per approvare il bilancio consolidato, la maggioranza si presenta in aula con soli nove consiglieri, la minoranza che non ha avuto il tempo di verificare la documentazione abbandona la sala e fa mancare il numero legale. È la sintesi di quel che è accaduto ieri sera a Trezzano. Un Consiglio comunale preceduto e  seguito da polemiche che approfondiscono il solco già di per sé molto ampio tra maggioranza e opposizione.

La contesa

Oggetto del contendere la variazione di bilancio e l’approvazione del consolidato. Da una parte l’opposizione che da giorni chiedeva di convocare durante l’assemblea i revisori dei conti per sentire dalla loro voce lo stato di salute dei conti del Comune, dall’altro il no della maggioranza perché lo stesso collegio dei revisori non sarebbe stato disponibile.

Ritardi su ritardi

Nel mezzo un parere dei revisori del bilancio fatto pervenire solo poche ore prima dell’inizio della seduta consiliare e quindi impossibile, da parte dell’opposizione verificarne i contenuti. Non solo. Secondo indiscrezioni, gli stessi revisori avrebbero ottenuto la documentazione per mettere a punto il loro parere poco meno di un giorno prima. Infatti, nel loro documento sottolineano di aver ricevuto la “nota istruttoria del responsabile del servizio finanziario” sottoscritta il 28 novembre, solo il giorno dopo e cioè il 29 novembre 2017.

Senza dettagli contabili

A inizio serata, cinque consiglieri di opposizione non sono nemmeno entrati in aula. In un documento letto da Guido Nani del Movimento 5 stelle (esclusa la lista Trezzano Oltre) ne sono state spiegate le ragioni. “Siamo veramente stanchi – si legge nel documento - di ricevere la documentazione relativa  al bilancio e alle sue variazioni solo pochi giorni prima … Mancandoci tutti i file di dettaglio contabile… sfuggono a tutti noi le ragioni degli spostamenti (giri contabili) effettuati su voci di spesa ed entrata”.

La scelta di Gervasoni

Non solo. Nani ha rivelato che la causa dell’invio del parere dei revisori dei conti, arrivato solo poche ore prima, è da addebitarsi solo “alla ritardata trasmissione della documentazione più volte richiesta al comune dagli stessi revisori”. Dopo la lettura del documento, anche Gervasoni, di Trezzano Oltre ha deciso di abbandonare l’aula. Il rappresentante della lista civica ha anche motivato la sua scelta. Era rimasto per capire tutti gli aspetti della questione, ma a quel punto ascoltate le motivazioni degli altri consiglieri di opposizione e condividendole non se l’è sentita di avallare con la sua presenza un Consiglio che gli sembrava poco legittimato a deliberare.

Che fine fa il bilancio?

Con soli nove consiglieri di maggioranza (dov'erano gli altri?) è mancato il numero legale e la seduta è saltata. Adesso si apre una questione procedurale. Il Consiglio sara riconvocato nei prossimi giorni, ma all’ordine del giorno c’era l’approvazione del bilancio consolidato che doveva essere deliberata entro il 30 novembre. Ieri era l’ultimo giorno utile, secondo le norme. Che fine farà?

Consiglio straordinario

Intanto questa mattina, è stata protocollata la richiesta di un Consiglio comunale straordinario con la presenza del collegio dei Revisori dei conti. La richiesta è firmata da tutti e sei i rappresentati delle opposizioni. Il presidente Claudio Albini ha venti giorni di tempo per soddisfarla.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
La guerra tra correnti
Politica
Scintille politiche
Su teleriscaldamento e Area sud scoppia lo scontro Grillo-Agogliati

Su teleriscaldamento e Area sud scoppia lo scontro Grillo-Agogliati

Scintille tra il sindaco di Rozzano e il rappresentante di Forza Italia sul piano di razionalizzazione che prevede la vendita della partecipata e di un ramo d’azienda di Ama

Politica
Sliding doors
Pennati eredita la carica e si siede sulla poltrona di vicesindaco

Pennati eredita la carica e si siede sulla poltrona di vicesindaco

La sua nomina ha fatto storcere il naso ad alcuni esponenti della maggioranza che sostiene la giunta Errante, a Corsico

Politica
L'intervista
Giorgio Ghilardi: “Alle prossime elezioni comunali la Lega correrà da sola”

Giorgio Ghilardi: “Alle prossime elezioni comunali la Lega correrà da sola”

L’esponente leghista sarà il candidato sindaco del suo partito, a Trezzano. Dice: “La più grande scommessa è la riorganizzazione della macchina comunale. Alcune mancanze hanno determinato contenziosi lunghi che potrebbero costare alle casse comunali risorse che invece dovrebbero essere riservate a risolvere i veri problemi del paese”