Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 12 Ottobre 2017 18:18
Incidente o doloso?

Trezzano, bruciano i capannoni dell’ex Scapa

Attorno alle 15 del pomeriggio, una densa colonna di fumo nero si è levata dall’area adiacente la tangenziale ovest e ha invaso la zona allarmando automobilisti e dipendenti delle aziende vicine. In serata è scattato l'allarme della protezione civile e il sindaco di Trezzano ha invitato i residenti a rimanere chiusi nelle proprie case con le finestre chiuse. In nottata la decisione di chiudere le scuole in attesa dei risultati delle analisi dell'Arpa

I vigili del fuoco e la protesione civile sono intervenuti per impedire che le fiamme si propagassero alle aziende adiacenti I vigili del fuoco e la protesione civile sono intervenuti per impedire che le fiamme si propagassero alle aziende adiacenti

Aggiornamento di Venerdì ore 0,20

 Il sindaco di Trezzano sul Naviglio Fabio Bottero ha deciso pochi minuti fa di firmare l’ordinanza di chiusura delle scuole e dei nidi comunali per la giornata di domani, venerdì 13 ottobre. Non è ancora domato, infatti, l’incendio scoppiato oggi pomeriggio attorno alle 15 nell’area della Ex Scapa Italia, azienda dismessa. “Siamo in attesa di ricevere riscontri certi dalle analisi in corso di svolgimento da parte di A.R.P.A. Lombardia – spiega il primo cittadino – ma per il principio di cautela abbiamo deciso di chiudere le scuole almeno per domani. Siamo ancora in una situazione di emergenza e non possiamo ignorare l’entità dell’incendio con la colonna di fumo nera che ha invaso il nostro territorio e i comuni limitrofi”.

Eventuali rischi

Intanto i Vigili del Fuoco sono ancora al lavoro, dal tardo pomeriggio è stata attivata l’unità di crisi locale con l’impegno degli agenti di Polizia locale, dei volontari della Protezione civile, dei tecnici comunali e dei sindaci del territorio: “Ringrazio le Forze dell’Ordine, i tecnici e i volontari della Protezione civile per la tempestività e la professionalità dimostrata nel gestire questa emergenza”. Al momento i tecnici dell’Arpa e dei Vigili del Fuoco stanno facendo le analisi necessarie per poter valutare eventuali problemi e rischi per i cittadini.

Aggiornamento di venerdì ore 0,00

L'incendio scoppiato a Trezzano ha provocato l'allerta salute in tutto il sud ovest Milanese. Il sindaco di Corsico ha pubblicato un post con il quale pur invitando i residenti del suo comune a tenere le finestre chiuse, ha suggerito ai responsabili dei commerciali bonificare gli aeratori prima della loro accensione.  L'allarme è scattato anche ad Assago e Buccinasco. Entrambi i comuni hanno diffuso una mail con la quale hanno invitato i residenti a stare in casa con porte e finestre chiuse.

Aggiornamento di giovedì ore 23,20

  L'ex deposito della Scapa è dismesso da almeno cinque anni, da quando l'azienda fornitrice di derrate almentari ha chiuso i battenti e si è trasferita a Bubiano. Il fuoco avrebbe raggiunto il tetto della struttura costituito da lastre di amianto le avrebbe bruciate liberando nell'aria un odore acre, insopportabile. I sindaci di Trezzano sul Naviglio e dei comuni della zona hanno invitato i cittadini a restare in casa con le porte e le finestre chiuse. Venerdì le scuole potrebbero restare chiuse. A breve è prevista la difusione di un comunicato stampa che renderà pubbliche le decisioni degli amministratori locali.

Aggiornamento giovedì 20,30

L’incendio è divampato in più punti e ha subito avvolto le pareti che dividevano il magazzino dagli uffici. Poi si è propagato su un’area di circa 5mila metri quadrati alimentato da bancali e materiali legnosi abbandonati. Immediatamente si è levata una colonna di fumo nero, intenso che si è diffusa nell’aria facendo temere il peggio ad automobilisti e a dipendenti delle aziende vicine.

L'ex Scapa

Così è andata in fumo la sede di via Cellini, dell’ex Scapa, l’azienda di derrate alimentari che per anni ha “animato”, con i suoi camion azzurri, le strade di Trezzano e della provincia di Milano. Il sito è parallelo allo svincolo della Tangenziale ovest e la nuova Vigevanese, alle spalle del centro commerciale di Mondo Convenienza.

Più focolai

Sul posto sono intervenuti in forze i vigili del fuoco che hanno lavorato tutto il pomeriggio per domare le fiamme. Un lavoro difficile, perché come detto sembra che i focolai siano più di uno. Il fumo denso che si è levato nell’aria sarebbe frutto della combustione di polimeri, di vecchie celle frigorifero rottamate, di bancali in legno, di tramezzi prefabbricati che dividevano i diversi settori dell’azienda.

I nuovi proprietari

Dopo l’abbandono della Scapa, che ha trasferito la propria attività a Bubiano, l’area è stata acquisita dal Gruppo Lops, che a pochi metri di distanza ha aperto un’ esposizione di mobili e un ristorante. Secondo il comandante della polizia locale Genna, l’incendio potrebbe essere stato provocato da alcuni individui senza fissa dimora che utilizzano la struttura, ormai fatiscente, come proprio rifugio.

Pericolo scampato?

Non è chiaro se le fiamme siano di natura dolosa o accidentale, ma secondo i primi rilievi sembra esserci più di un focolaio. Incidentale o doloso, fiamme appiccate per gioco o per necessità, per tutto il pomeriggio si è temuto che si propagassero alle aziende vicine. In tarda serata è è arrivato una segnalazione del sindaco di Trezzano, Fabio Bottero, che ha invitato tutti i residenti a rimanere in casa con le finestre chiuse. L'allarme è stato esteso anche a Buccinasco, Zibido e Gaggiano. Non è chiaro quale sia il pericolo, ma in attesa che i vigili del fuoco completino i rilievi, saranno i tecnici dell'Arpa a dire se ci sono e quali sono. Intanto, si sta valutando se domani mattina sarà possibile aprire le scuole.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Liti condominiali
Corsico, marocchino arrestato in un bar: aveva sparato in faccia a un vicino

Corsico, marocchino arrestato in un bar: aveva sparato in faccia a un vicino

L’episodio al culmine di una serie di liti condominiali tra Abdellatif El Abbassi e  Angelo Bertolaja, italiano, entrambi con precedenti per droga

Cronaca
Lotta al crimine
Due ladri d’auto e due spacciatori arrestati dai carabinieri

Due ladri d’auto e due spacciatori arrestati dai carabinieri

Le operazioni condotte dai militari hanno fatto scattare le manette attorno ai polsi di quattro malviventi, a Corsico e a Cesano Boscone

Cronaca
Il caso del giorno
Meningite a Rozzano, proclamato il lutto cittadino

Meningite a Rozzano, proclamato il lutto cittadino

È fissata per questa mattina, sabato, alle 11 la cerimonia funebre della piccola Giulia S. uccisa dalla meningite fulminante