Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 12 Ottobre 2017 14:31
Lo scontro

Dipendenti comunali, siamo al muro contro muro

In una nota diffusa ieri, i rappresentanti sindacali hanno rigettato al mittente i contenuti della lettera aperta del sindaco di Trezzano e posto una serie di domande

Nella foto una manifestazione sindacale a difesa dei dipendenti pubblici Nella foto una manifestazione sindacale a difesa dei dipendenti pubblici

C’è poco da fare. Ormai siamo al muro contro muro, tra dipendenti comunali e amministrazione di Trezzano sul Naviglio. Dopo l’interruzione del tentativo di conciliazione fatto dal Prefetto di Milano e la lettera aperta scritta da Bottero ai lavoratori, è arrivata la risposta dei sindacati.

Rigettato al mittente

In una nota diffusa l’altro giorno, infatti, i rappresentanti delle Rsu hanno rigettato al mittente i contenuti della lettera aperta del sindaco e posto una serie di domande. A cominciare da: “Se, come sostiene fin dal suo insediamento si sente cosi vicino a noi lavoratori, perché si è sottratto sistematicamente al confronto? Non ritiene sarebbe stata un'azione in favore dei dipendenti un incontro aperto e trasparente in cui spiegare a voce la "sua riorganizzazione", sostenendo che questa avrebbe portato solo dei benefici?

Sensazioni negative

“Lei – continuano i rappresentanti dei lavoratori  - sostiene di aver avviato un percorso di azioni intraprese a favore dei dipendenti, e fin qui nulla da recriminare, peccato però che, molto realisticamente, non è questa la sensazione che se ne percepisce tra la maggioranza di noi”.  I sindacalisti poi puntano l’indice contro il segretario comunale, “fautore di questa Riorganizzazione, portata avanti malgrado le mille critiche, sempre sordo ai rilievi e alle critiche”. "Perché – domandano - proprio ora si dimette per andare in un altro Comune? Come é possibile che, dopo tanto impegno, non raccolga e non goda dei frutti del suo grande lavoro?"

Tutti penalizzati

Nella nota, si sottolinea come la lettera del sindaco ai dipendenti contenga delle irregolarità anche nella parte contabile. E si ricorda che le assunzioni fatte nell'ultimo periodo andranno a beneficiare del vecchio fondo ma, senza aver aggiunto la quota di integrazione di ogni assunzione, ci sarà una penalizzazione nell'erogazione del fondo 2017 nel 2018. Lo scontro è sia sotto il profilo economico, sia sotto quello normativo. Nel documento si mette in rilievo anche come il  “minore finanziamento solo nella indennità di particolare responsabilità, stando a quanto dichiarato dal sindaco, dovrebbe portare beneficio a tutti i lavoratori, ma così sarebbe stato se la riorganizzazione fosse stata effettiva, efficace e migliorativa e non frutto di un semplice calcolo matematico per far quadrare i conti”.

Trattativa chiusa

Per proseguire nella contrattazione in modo trasparente, i dipendenti hanno “pensato di rinunciare alla indennità di responsabilità a beneficio di tutti, ma la chiusura delle trattative non ha lasciato spazio a soluzioni diverse da quelle intraprese”. E cioè: stato di agitazione perenne del personale, blocco degli straordinari, sciopero (data e modalità da decidere).

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La petizione
Una firma contro l’aumento del biglietto del tram

Una firma contro l’aumento del biglietto del tram

Per chi vuole sottoscrivere, l’appuntamento è per sabato mattina davanti all’Auchan di Cesano Boscone

Attualità
Dopo il calo delle iscrizioni
Il sindaco lancia l’appello: “Scegliete le scuole di Cesano”

Il sindaco lancia l’appello: “Scegliete le scuole di Cesano”

Simone Negri si trasforma in testimonial e invita i residenti a iscrivere i propri figli negli istituti cesanesi, in cui, negli ultimi anni si è registrato un calo di iscritti

Attualità
La scoperta
Mensa scuola Robbiolo, la commissione rompe le uova (non biologiche)

Mensa scuola Robbiolo, la commissione rompe le uova (non biologiche)

A poche ore dalla pubblicazione dell'articolo di pocketnews.it sulle anomalie rilevate dalla commissione mensa nella struttura di via Indipendenza, la giunta pubblica un comunicato stampa che conferma l'episodio e annuncia un confronto con l'azienda appaltatrice