Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 22 Giugno 2018 13:41
Torna la centralina Arpa

Inquinamento dell’aria, al via la misurazione dei nuovi livelli di emissioni In evidenza

Da martedì 26 giugno e sino al 31 luglio, i tecnici di Arpa torneranno a Trezzano per il campionamento dei livelli di inquinamento atmosferico

Con i dati che si   raccoglieranno nei prossimi giorni sarà possibile stimare se a Trezzano  sia rispettato il limite annuale sulla concentrazione media di inquinanti Con i dati che si raccoglieranno nei prossimi giorni sarà possibile stimare se a Trezzano sia rispettato il limite annuale sulla concentrazione media di inquinanti

Così come previsto dagli accordi Comune-Arpa, torna a Trezzano il centro mobile per la misurazione e il campionamento dei livelli di inquinamento atmosferico. La prima fase era durata per 40 giorni consecutivi, dal 24 gennaio al 4 marzo scorsi, il monitoraggio del periodo estivo, dal 26 giugno al 31 luglio. Come già nei mesi invernali, Arpa posizionerà anche rilevatore mobile in viale Indipendenza per il monitoraggio del black carbon, oltre alle polveri (PM10, PM2,5, black carbon) e altre sostanze chimiche (anidride solforosa, ossidi di azoto, ozono, benzene).

Criticità invernali

In inverno, le  maggiori criticità riguardavano la concentrazione di polveri sottili. Nel periodo in esame, per 11 volte  il laboratorio mobile aveva registrato superamenti del limite normativo di concentrazione media giornaliera, pari a 50 mg (micrometri) per metro cubo. La concentrazione media giornaliera massima – continua l'Arpa - è stata 86 mg/m3 ed è stata rilevata il 26 gennaio (nelle 3 postazioni milanesi sopracitate, nello stesso giorno, le concentrazioni medie giornaliere sono state rispettivamente 82 mg/m3, 87 mg/m3 e 93 mg/m3).


Con i dati che si raccoglieranno nei prossimi giorni sarà possibile stimare se a Trezzano  sia rispettato il limite annuale sulla concentrazione media di 40 mg/m3 e se il numero dei superamenti dei limiti giornaliero di 50 ?g/m3 è stimato inferiore o superiore ai 35 giorni ammessi dalla normativa.  “Il problema dell’inquinamento – ha dichiarato Fabio Bottero in una nota stampa – sta a cuore a tutti. Ai tecnici di Arpa abbiamo chiesto, e ottenuto, di aggiungere le misurazioni in viale Indipendenza perché sappiamo che lì la situazione è particolarmente critica. Avere dati certi ci aiuterà a studiare i provvedimenti più idonei per disincentivare l’uso delle strade trezzanesi da parte dei non residenti”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

powered by:



 


Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La ciià vivibile
Simone Mercuri: “Dobbiamo rendere Buccinasco più vivibile”

Simone Mercuri: “Dobbiamo rendere Buccinasco più vivibile”

Il segretario del Pd ha dato vita a un tour nei quartieri e nelle periferie della città alla ricerca di spazi e idee per farli rivivere

Attualità
L'appuntamento
L’immigrazione vista con gli occhi di chi fa il volontario

L’immigrazione vista con gli occhi di chi fa il volontario

La testimonianza diretta di Alessandro Jachetti, di “Medici senza frontiere”, fatta davanti a un’affollatissima platea riunita alla Cascina Robarello, a Buccinasco

Attualità
La sentenza
Il Tar annulla un’ordinanza del Comune e lo condanna al pagamento delle spese

Il Tar annulla un’ordinanza del Comune e lo condanna al pagamento delle spese

L’incendio del magazzino della Cash & Carry spa a Corsico, ha dato vita a un contenzioso sulla rimozione dei rifiuti che si è risolto con la sentenza del tribunale amministrativo